Infiniti

Infiniti
Q30

da 25.950

Lungh./Largh./Alt.

443/181/150 cm

Numero posti

5

Bagagliaio

430/n.d. litri

Garanzia (anni/km)

3/100.000
In sintesi

Questa vettura giapponese, nata sulla base della Mercedes Classe A (per un accordo tra le casa tedesca e la Infiniti) è la prima auto media del marchio di lusso della Nissan. La carrozzeria, grande quanto quella della crossover Mercedes GLA, ha linee elaborate, specie nella zona del montante posteriore, con fiancate percorse da evidenti nervature, vistosi rigonfiamenti nel cofano e originali montanti ricurvi posteriori (che, però, limitano un po' la visuale nelle manovre in retromarcia). L'abitacolo ha un aspetto elegante (gradevole la plancia "a onda"), ma ha parecchi dettagli che ricordano la parentela con Mercedes, come i tasti per gli alzavetro, quelli del climatizzatore e dei sedili elettrici anteriori, il sistema multimediale nella consolle, i pulsanti sul volante e la strumentazione. I materiali nel complesso sono di buona qualità, specie le plastiche morbide della parte superiore e i rivestimenti del soffitto e dei montanti; deludono, invece, alcune plastiche nella parte bassa dell'abitacolo. Non convincono anche il tasto delle "frecce d'emergenza", e quelli del climatizzatore, molto in basso nella console e un po’ coperti dalla leva del cambio. Discreto lo spazio per i passeggeri (in quattro si sta bene, mentre il quinto al centro del divano ha qualche problema col tunnel alto); piccolo il baule, che ha anche la soglia di carico alta da tera (73 cm). I motori sono il 1.6 turbo a benzina da 122 e 156 cavalli, il 2.0 turbo da 211 abbinato alla trazione integrale e il 1.5 a gasolio di origine Renault da 109 CV, affiancato dal 2.2 da 170 CV, anche con la trazione 4x4. Le trasmissioni sono manuale a sei marce e robotizzata a doppia frizione a sette marce DCT. La Infiniti Q30 ha una dotazione abbastanza completa, che prevede di serie per tutte le versioni (eccetto la base) sette airbag, climatizzatore manuale, controllo arretramento in salita, cruise control, sedili anteriori riscaldabili e posteriore frazionato.

 

Versione consigliata

Le Infiniti Q30 1.6 turbo a benzina sono brillanti: vanno bene a chi non fa tanti chilometri e usa spesso l'auto in città. Molto più equilibrata la 1.5 a gasolio, che, pur disponendo di "soli" 109 cavalli, si dimostra abbastanza spigliata su strada, con una buona progressione a partire dai 2000 giri e consumi contenuti. La 2.2d è potente, e nella versione AWD a trazione integrale è sicura anche su strade a scarsa aderenza. Per gli sportivi c'è la 2.0 turbo a benzina da 211 CV... ma i consumi salgono parecchio.

 

Perché sì

Guida L'auto è maneggevole nel traffico urbano, facile e piacevole da guidare: lo sterzo è preciso e i freni potenti.

Motori Sia quelli a benzina sia quelli a gasolio sono adatti a una guida spigliata; il turbodiesel è anche molto economo.

Tenuta di strada La macchina ha un limite di aderenza elevato, grazie alle sospensioni ben tarate e al rollio contenuto in curva. 

 

Perché no

Bagagliaio È piccolo e poco sfruttabile, e ha la soglia alta da terra.

Comandi Quellìi delle "frecce d'emergenza" e del climatizzatore sono scomodi da raggiungere, perché piccoli e troppo in basso. Inutilizzabile dal passeggero la levetta del freno di stazionamento alla sinistra del volante.

Visibilità posteriore È scarsa a causa della forma dei montanti posteriori del tetto.

 

Infiniti Q30
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
83
93
64
46
39
VOTO MEDIO
3,4
3.415385
325
Photogallery