NEWS

2013, l’anno dei record per la Porsche

9 gennaio 2014

Aumento delle vendite in tutti i mercati per la Porsche che ha chiuso il 2013 con più di 162.000 unità consegnate. In attesa della Macan.

2013, l’anno dei record per la Porsche
C’È DA FESTEGGIARE - Gennaio, tempo di bilanci. Quello di fine anno per la Porsche è decisamente positivo: con oltre 162.000 vetture prodotte nel 2013 ha infatti registrato un incremento delle vendite del 14,9% rispetto all’anno precedente. Merito dell’atteso successo della Porsche 911 (foto sopra), consegnata nell’anno del 50° anniversario a circa 30.000 clienti in tutto il mondo ma soprattutto della Cayenne che continua a dominare le vendite con più di 84.000 esemplari prodotti. Ottimi risultati anche dalla Boxster e dalla Cayman che, con circa 25.500 consegne e con un +117,4 %, hanno segnato il maggior incremento rispetto al 2012. Se il presente viene salutato con entusiasmo, il futuro prossimo è atteso con ottimismo grazie all’introduzione di nuovi modelli come la Porsche Macan dalla quale si aspettano almeno altre 50.000 unità l'anno a regime.
 
VA FORTE NEGLI USA - Delle 162.145 unità vendute nel 2013, 42.323 sono state consegnate negli USA, ancora una volta il mercato di riferimento per la Porsche (+20,8% sul 2012). Poco meno le sportive di Stoccarda finite in Cina, 37.425 in totale per una variazione positiva del 19,9% rispetto all’anno precedente. In Europa, dove la Porsche ha immatricolato 51.049 unità, l’aumento delle consegne è più contenuto attestandosi sul 4,4%. Recettivo il mercato locale, la Germania, che con un +17,8% raggiunge quota 20.638 unità. 
 
Regioni Dicembre 2013 Gennaio-dicembre 2013
2013 2012 Variazione (%) 2013 2012 Variazione (%)
Mondo 14.855 12.097 22,8 162.145 141.075 14,9
Europa 5.018 4.556 10,1 51.049 48.877 4,4
Germania 1.428 1.389 2,8 20.638 17.526 17,8
America 3.900 3.479 12,1 49.562 41.060 20,7
USA 3.246 2.952 10,0 42.323 35.043 20,8
Asia Pacific, Africa e Midest 5.937 4.062 46,2 61.534 51.138 20,3
Cina 3.312 1.937 71,0 37.425 31.205 19,9

 



Aggiungi un commento
Ritratto di Merigo
12 gennaio 2014 - 12:42
1
Che si tratti della versione anniversario lo ho già immaginato io, ed infatti lo ricorda anche il numero della targa che richiama l'anno 1963. Ma la scritta del modello sotto Porsche è 911 50? Se lo sai bene, altrimenti non mi rispondere nuovamente divagando e, se lo sa qualcun altro, mi toglie la curiosità? Grazie.
Ritratto di PariTheBest93
12 gennaio 2014 - 13:16
3
Si c'è scritto "911 50"... http://www.alvolante.it/news/porsche-911-50-anni-307542
Ritratto di 911 Carrera
13 gennaio 2014 - 03:06
911 50 in questo caso. Se fosse quella nel mio avatar, Black&GOLD sarebbe 911 001, 911 002, 911 003 ecc. Se sono prodotte in decine, 911 01 ecc... Ma NON su tutte le versioni Limited o speciali viene messo, solo su alcune...www.storiaporsche.it. , poi vai sulla 911 Carrera. NON SO x quale motivo, ma ,a volte, i numeri, incollati, vengono rimossi e conservati dai proprietari a parte come il loro "tesoooro". Non so il xchè.
Ritratto di PariTheBest93
13 gennaio 2014 - 12:36
3
Mi fa piacere per una volta ;) Comunque il link non funziona e nell'ultima parte ti sei risposto da solo "tesooooro"... Ciao ;)
Ritratto di 911 Carrera
14 gennaio 2014 - 02:19
Le nostre opinioni non sono sempre contrarie, vediamo la medaglia da 2 lati diversi, ma, abbastanza spesso, abbiamo punti in comune su cui concordiamo, pur avendo visioni diverse dell' argomento generale. Es. qui, tu NON critichi Porsche, come fanno molti ferraristi, e io non critico Ferrari, xchè riconosco che resta un' auto che il mondo ci invidia, e ammira. X ME, anche costassero a pari prezzo, 911 SEMPRE, già solo la strumentazione ad onda, con tutti i controlli sotto gli occhi, resta già 1 FAVOLA. Anche le Lambo mi piacciono + delle Ferrari, linee scolpite con lo scalpello, spettacolari. Fossi ricco, Ferrari sarebbe il mio 3°" tesoooro".
Ritratto di PariTheBest93
14 gennaio 2014 - 14:27
3
Allora ci vediamo al prossimo confronto ;)
Ritratto di Merigo
12 gennaio 2014 - 15:49
1
Personalmente adoro la 911 ma non ne vorrei, come non la vorrei di nessuna auto, una versione speciale né tanto meno commemorativa o, peggio, la Edition 1 come da ultima moda Mercedes, che ti fa pagare una paccata di soldi un colore speciale e poco e più per essere uno dei primi a possedere quel tale modello. Certo che, riflettendo sui 50 anni della 911, ricordo che fine stava per fare Porsche a fine anni '80 quando decise di pensionarla, sostituendola con le berlinette a motore anteriore 924, 944 e 928 che i 50 anni se li sognano, salvo fare appena in tempo un rapido dietrofront e riconcentrarsi a capofitto nella 911 e partorendo, con colpevole ritardo, la 993 che nel 1994 per la prima volta modificava anche le lamiere della prima 901. Poi, assimilato l'errore, lo sviluppo è stato costante con il passaggio obbligato al raffreddamento a liquido (996) e con ogni pochi anni una vera nuova edizione fino all'attuale splendida 991 passando per l'altrettanto splendida 997; e l'allargamento della gamma è stato quindi trasversale alla 911 (Boxster e Cayman) ma mai di sovrapposizione né tanto meno di sostituzione. Riguardo alla mancata esclusività del raggiungere le 200.000 vetture/anno, mi permetto dire: chi se ne frega! Brava Porsche se riesce a venderne 200.000, anche se per tanto splendida trovo la 911, tanto tamarra trovo la Cayenne, ma nulla ho da criticare alle già citate Boxster e Cayman, né alla Panamera, che quelle poche che vedo mi fanno sempre voltare affascinato. A dirla tutta, ho sempre guardato il naso di Montezemolo se crescesse come quello di Pinocchio, quando afferma che le Ferrari devono essere desiderate e che mai ne produrrà più di quelle necessarie a tenere lunga la lista d'attesa: siamo sicuri che se invece di 7.000 l'anno (o quel che l'è) ne potesse vendere 14.000, non sarebbe contento? In fondo in fondo, al mondo ci sono quasi 10 miliardi di abitanti e vogliamo dire che 200.000 Porsche non rappresentino comunque esclusività, così come 14.000 Ferrari?
Pagine