NEWS

Tutta l’Italia in zona bianca: le regole da rispettare

Pubblicato 27 giugno 2021

Lunedì 28 giugno 2021 segna il passaggio di tutta l’Italia in zona bianca (situazione che finora non si era mai verificata). All’aperto non è più obbligatorio indossare la mascherina.

Tutta l’Italia in zona bianca: le regole da rispettare

NIENTE PIÙ MASCHERINA ALL’APERTO - A partire da lunedì 28 giugno tutta l’Italia sarà in zona bianca, la situazione più vicina alla pre pandemia. A differenza di quanto accaduto qualche settimana fa per alcune regioni che avevano avuto modo di sperimentare questa misura, ora ci sono però alcune differenze sostanziali. Dallo stesso giorno, infatti, non sarà più necessario indossare la mascherina all’aperto, ad eccezione della Campania, che ha deciso di rendere obbligatorio l’utilizzo del dispositivo di protezione fino al 31 luglio, come annunciato dal presidente della Regione Vincenzo De Luca. 

NESSUNA LIMITAZIONE PER GLI SPOSTAMENTI - Il coprifuoco, che ci ha tenuto compagnia per diversi mesi sin dallo scorso inverno, è stato ormai abolito. Non sono inoltre previste limitazioni particolari agli spostamenti tra Regioni differenti. Su un aspetto, però, il Governo è stato chiaro: non indossare le mascherine all’aperto non significa un “liberi tutti”, ma anzi richiede di rispettare ancora le norme di sicurezza che abbiamo conosciuto in questi mesi. Anzi, è bene portarla con sé sempre in modo tale da poterla mettere quando non è possibile rispettare la distanza di sicurezza, come può accadere, ad esempio, se ci si ritrova in coda per prendere un gelato. Un avvertimento importante, che sono chiamati a rispettare tutti, vaccinati compresi. Questa resta ovviamente necessaria anche all’interno di negozi, bar, ristoranti, aerei, treni e tutti gli altri mezzi pubblici.

COME COMPORTARSI IN AUTO - È inoltre importante ricordare quali siano le regole da rispettare nei viaggi in auto in modo tale da non incorrere in sanzioni che possono essere anche piuttosto pesanti. In questo caso, infatti, il comportamento in zona bianca è assolutamente analogo a quello previsto in zona gialla, arancione e rossa proprio perché in una vettura diventa pressoché impossibile rispettare la distanza di sicurezza. La mascherina deve essere quindi obbligatoriamente sempre indossata, ma sono previste anche alcune limitazioni sul numero di persone che possono essere trasportate. Sul sedile anteriore, infatti, può esserci solo il guidatore, mentre sul retro non più di due passeggeri, che devono comunque posizionarsi dove si trovano i finestrini. Si può evitare di indossare la mascherina solo se nella vettura è presente un separatore fisico (il famoso plexiglas), posto tra la fila anteriore e posteriore della macchina. Questo però comporta la presenza di una sola persona sul sedile posteriore. Queste norme valgono però ovviamente solo se si tratta di persone non conviventi, mentre per chi normalmente abita sotto lo stesso tetto non ci sono problemi. 





Aggiungi un commento
Ritratto di Gasolone xv
27 giugno 2021 - 19:26
Non è cambiato nulla... Anche prima se garantivi la distanza non eri obbligato a metterla, ora devi averla dietro e metterla se non garantisci la distanza.... Siamo in mano a degli illusionisti (per non usare parolacce) , ora spaventa una terribile variante che causa raffreddore e naso, che cola. Casualmente è esplosa nei paesi che hanno vaccinato a tappeto. Va beh...
Ritratto di Oxygenerator
28 giugno 2021 - 00:18
@ Gasolone xv. Non è esplosa casualmente nei paesi che hanno vaccinato a tappeto. È esplosa nei paesi ( Inghilterra ) che hanno fatto la scelta di vaccinare con una iniezione la maggior parte delle persone, tralasciando il richiamo. Errore grave. Perchè la copertura normale e anche per tutte le varianti, passa dal 70 al 97- 98% a seconda del vaccino fatto. Non è una cosa difficile da comprendere. Sono sicuro che può farcela.
Ritratto di 19andrea81
28 giugno 2021 - 07:40
Hai sbagliato tutto,in Inghilterra ora sono 44mln con una dose e 32mln con due dosi. In Italia 50mln con una dose e 17.6mln con die dosi.
Ritratto di Gasolone xv
28 giugno 2021 - 08:56
Per violazione della policy del sito.
Ritratto di Oxygenerator
28 giugno 2021 - 11:59
Per violazione della policy del sito.
Ritratto di Er sentenza
28 giugno 2021 - 12:57
Per violazione della policy del sito.
Ritratto di Oxygenerator
28 giugno 2021 - 13:22
Per violazione della policy del sito.
Ritratto di Gasolone xv
28 giugno 2021 - 13:32
Perché prima non moriva nessuno nel tuo ospedale?
Ritratto di DigitalHunter
28 giugno 2021 - 13:39
Gasolone ed er sentenza, al di là dei toni della conversazione, se sono semplicemente queste le vostre risposte nei confronti di una testimonianza diretta, sappiate che spesso e volentieri il silenzio è un'ottima strada da perseguire.
Ritratto di Oxygenerator
28 giugno 2021 - 14:10
@ Gasolone x v. Certo che si. Si muore. Ma non in massa. E non solo in unico modo. Si muore in tante maniere, in terapia intensiva. Fa parte del lavoro. Ogni patologia, porta ad una morte “ tipica “ diciamo. Ma in 32 anni di lavoro, io non ho mai visto morire tutta questa gente, soffocata. Nello stesso modo. Con lo stesso iter. Chi più veloce, chi meno, a seconda delle precondizioni del paziente, ma tutti uguali.
Pagine