NEWS

Accolto il ricorso della Fiat contro il reintegro dei tre operai di Melfi

15 luglio 2011

Secondo il giudice del lavoro è legittimo il licenziamento di Barozzino, Lamorte e Pignatelli, perché durante lo sciopero del 6 e 7 luglio 2010 hanno bloccato per dieci minuti la produzione dello stabilimento, con relativo danno economico per l'azienda.

SÌ AL LICENZIAMENTO - Il giudice del lavoro Amerigo Palma ha accettato il ricorso del gruppo torinese confermando di fatto il licenziamento Giovanni Barozzino, Antonio Lamorte e Marco Pignatelli. I tre operai dello stabilimento Sata di Melfi (nella foto in alto), erano stati licenziati dall'azienda torinese, con l'accusa di aver bloccato con un carrello robotizzato la produzione durante uno sciopero nella notte tra il 6 e 7 luglio del 2010. Una decisione che scatenò forti polemiche, con gli operai che vennero reintegrati il 10 agosto perché il comportamento della Fiat venne giudicato dal tribunale come antisindacale.

C'È DANNO ECONOMICO - Come riporta l'agenzia di stampa Ansa, tra le motivazioni della sentenza depositate dal giudice Palma si legge il licenziamento deciso dalla Fiat non sarebbe antisindacale perché “il comportamento dei tre lavoratori non è riconducibile all'esercizio del diritto di sciopero: non si è limitato all'attività di persuasione, ma ha posto in essere atti concreti per impedire il funzionamento dell'organizzazione aziendale. Il tempo in cui si è avuto il blocco della produzione, riconducibile alla condotta esclusiva di Barozzino, Lamorte e Pignatelli è stato tutt'altro che trascurabile, circa dieci minuti, tale da cagionare la mancata produzione di circa 15 auto”.





Aggiungi un commento
Ritratto di LanciaRules
15 luglio 2011 - 18:17
Francamente non capisco come si possa difendere chi ha sabotato un'azienda.
Ritratto di IchLiebeCorsa84
15 luglio 2011 - 18:40
Secondo me il signor Lamorte non lo reintegrano perchè il suo cognome porta sfiga; e si sa, al sud sono notoriamente superstiziosi...
Ritratto di mustang89
15 luglio 2011 - 18:52
scusa ma che significa? io sono del sud e ateo per giunta. ti prego di smetterla con i lughi comuni, grazie ;-)
Ritratto di elvis86
15 luglio 2011 - 20:43
oh è una battuta e fattela una risata...
Ritratto di mustang89
18 luglio 2011 - 16:14
Mi spiace ma non ci trovo niente da ridere. E' come se io dicessi che al nord sono tutti razzisti e xenofobi solo perchè vedo bossi in tv. So bene che la maggior parte della gente delle regioni settentrionali non condivide certi ragionamenti e infatti non mi permetterei mai di categorizzare. Gradirei dunque che anche gli altri facessero altrettanto, evitando così di offendere qualcuno.
Ritratto di elvis86
18 luglio 2011 - 16:34
se ti offendi si vede che hai la coda di paglia...io sono del sud ma sinceramente m'ha fatto ridere...evidentemente sei una persona sensibile bhò..
Ritratto di mustang89
18 luglio 2011 - 17:12
si vede che ho la coda di paglia? perchè, ti sembro uno superstizioso? evidentemente non ti è mai capitato di andare all'estero e di sentire cosa ti dice la gente una volta sentito che sei italiano. Are you italian?? really? so you'rte mafious! penso che a nessuno faccia piacere essere etichettato per via di stupidi e insensati luoghi comuni.
Ritratto di elvis86
18 luglio 2011 - 17:35
bhà io all'estero ci sono andato molte volte ma nessuno m'ha mai dato del mafioso...evidentemente hai frequentato dei volponi...cmq vabbè io la finisco qui.
Ritratto di mustang89
18 luglio 2011 - 17:50
ma devi necessariamente fare delle insinuazioni? no, tranquillo, non ho frequentato dei "volponi". Su decine di persone che ho conosciuto, molte erano convinte che in italia fossimo tutti mafiosi e che il boss supremo fosse berlusconi. Nota che ho detto molte, non tutte, e preciso che era gente comune che si incontrava nei negozi o per le vie dei centri. comunque, lasciamo stare che è meglio. saluti.
Ritratto di elvis86
18 luglio 2011 - 18:12
bhè si mi permetto di insinuare che hai frequentato un sacco di cog.lioni dove sei andato...ma il più cojone sei tu perchè se mi dicevano:"Are you italian?? really? so you'rte mafious!" gli spaccavo la faccia...
Pagine