NEWS

Affidabilità delle auto: la classifica 2019

Pubblicato 11 febbraio 2020

La ricerca di Altroconsumo, condotta in cinque Paesi europei, stila una classifica di affidabilità delle marche e dei modelli.

Affidabilità delle auto: la classifica 2019

OLTRE 43.000 FEEDBACK - Altroconsumo, insieme alle associazioni analoghe di Belgio, Francia, Portogallo e Spagna, ha effettuato un’inchiesta fra aprile e maggio 2019 sull’affidabilità delle auto guidate dai rispettivi affiliati. Sono arrivati i riscontri di 43.756 automobilisti, dei quali circa 13.000 in Italia, che hanno elencato difetti e problemi di vetture con massimo 10 anni di età. In base alle loro segnalazioni, e tenendo conto dell'età dell’auto, del numero di chilometri percorsi e della gravità dei guasti subiti, è stato messo a punto un indice percentuale, dove il punteggio più alto è per le vetture più affidabili. 

GLI INDICI DI AFFIDABILITÀ DELLE MARCHE

BRILLANO LE GIAPPONESI - Le auto meno soggette a problemi di affidabilità sono risultate essere quelle del marchio Lexus, che ha ottenuto 97 punti, davanti alle Porsche (96 punti) e alle Toyota e Daihatsu, che occupano a pari merito il terzo posto: per entrambe i punti sono 95. Al quarto posto, con 94 punti, ci sono le Audi, Honda e Subaru, davanti alle BMW, Infiniti, Kia, Mitsubishi, SsangYong e Suzuki (93 punti). Hanno deluso invece le Alfa Romeo, Land Rover e Tesla, all’ultimo posto con 88 punti, davanti alle Chevrolet, Fiat, Lancia, Opel e Seat con 89 punti. Secondo Altroconsumo, l’affidabilità può essere considerata ottima con almeno 91 punti.

I MODELLI MIGLIORI - Fra le citycar svettano per affidabilità le Kia Picanto e Suzuki Celerio (98 punti), davanti alla Skoda Citigo (97 punti), mentre le Nissan Micra e Honda Jazz si dividono il primo posto fra le utilitarie: hanno ottenuto 97 punti su 100. Giapponesi anche le compatte più affidabili: sono le Toyota Prius e Lexus CT200h, entrambe con 97 punti. Fra le monovolume, con 98 punti, è prima la Toyota Prius+, che distanzia le Citroen C4 Spacetourer e Volkswagen Touran, ferme a 93, mentre la Volvo XC40 sfiora il punteggio massimo (ha ottenuto 99 punti) e si afferma fra le suv, davanti alle Lexus NX e Toyota RAV4, a 98 punti. 



Nelle tabelle qui sopra gli indici di affidabilità dei cinque migliori modelli di ciascun segmento di mercato.

L’IMPIANTO ELETTRICO - Dall’indagine è emerso inoltre che i più frequenti problemi di affidabilità sono da imputare all’impianto elettrico: ad esserne afflitte sono principalmente le auto delle Alfa Romeo, Chevrolet, Citroën, Fiat, Lancia, Opel, Renault e Seat. Al secondo posto, per numero di malfunzionamenti, ci sono i guasti all’impianto frenante, riscontrati soprattutto dai guidatori di Citroën, Fiat, Lancia, Opel e Volvo. La terza causa più frequente di malfunzionamenti sono le avarie alle parti elettriche collegate al motore, ossia il motorino d’avviamento, l’accensione e l’antifurto: ne sono vittima, più della media, le Alfa Romeo, Chevrolet, Opel e Seat. 

PRIMA NEL GRADIMENTO - La ricerca ha messo in luce anche il grado di soddisfazione degli automobilisti: il marchio ad avere il più alto livello di gradimento fra i suoi clienti è la Porsche, che precede la Tesla, seconda nonostante sia fra le case meno affidabili. Al terzo posto c’è Lexus, davanti a Honda e Jaguar.





Aggiungi un commento
Ritratto di voodoonet
14 febbraio 2020 - 11:57
1
No perchè? non è vero? ergo, cambio manuale. Ammetti che le BMW escono vecchie afronte di Mercedes e Audi
Ritratto di Dario 61
12 febbraio 2020 - 22:04
Proprio vero. Questi sondaggi valgono zero!
Ritratto di figus
13 febbraio 2020 - 09:42
Anche secondo me... sopratutto con un campione così basso di utenza... 40.000 se lo si divide per tutti i modelli valutati saranno sì e no 10 auto a modello e 400 per ogni marchio...
Ritratto di Roomy79
15 settembre 2020 - 11:03
1
Penso che dopo aver speso 50.000 € per una berlina con cui non riesci a fare avanti e indietro da Torino/Milano al mare senza doverti preoccupare di trovare un punto di ricarica, anche ti fossero capitati i peggio problemi diresti che va tutto a meraviglia. Per contro uno che compra una 500 l , si lamenterebbe magari alla prima lampadina bruciata. Un mio collega ha speso un anno di stipendio in una classe A che scricchiola 10 volte una skoda con 9 anni, se gli chiedi come va risponde “benissimo” . Trovo molto piu affidabile il rapporto dekra che prende spunto dai report delle officine
Ritratto di Al Volant
11 febbraio 2020 - 17:57
Curioso che l'unica con soddisfazione maggiore di affidabilità sia Tesla..In pratica l'importante è averla..
Ritratto di Ivan92
11 febbraio 2020 - 18:08
8
Ciao "Al Volant", come scritto sopra posso testimoniare che i vari problemi di Tesla sono spesso frutto di aggiornamenti e nuove funzionalità lanciate prima nelle versioni "beta" e poi corrette con nuovi aggiornamenti. Per fare un resoconto personale all'inizio i tergicristalli automatici non erano precisi, le luci abbaglianti automatiche sbagliavano frequentemente e i comandi vocali (tipo Siri x gli iPhone) faceva fatica a comprendere le indicazioni, tutte e tre le cose sono state aggiornate e corrette online in breve tempo ed è questa la ragione per la quale i proprietari hanno dato un punteggio elevato all'indice di soddisfazione. Saluti.
Ritratto di Al Volant
11 febbraio 2020 - 18:20
Non saprei, perchè parlano di punteggio in base a costi e gravità dell'intervento. Quindi se fossero state le inezie che dici, ci sarebbe stato un punteggio più alto sulla affidabilità. Poi il gradimento non è necessariamente collegato all'affidabilità. Evidentemente possedere una tesla, gratifica così tanto da perdonare qualsiasi cosa. Sul perchè ci sarebbe da discuterne mesi, però sembrerebbe così.
Ritratto di Ivan92
11 febbraio 2020 - 18:41
8
Ciao Al Volant, non credo ci siano stati dei modelli/motorizzazioni/pacchi batterie con costi e gravità dell'intervento elevati, anche perchè è dal lontano 2015 che tengo sott'occhio la Tesla Model S 85 D Performance (che nuova ahimè superava di parecchio il mio budget) e in questi anni non ho mai sentito parlare di nessun modello inaffidabile ( di tutta la produzione), se parliamo di finiture invece sono più che d'accordo che ci sono delle Tesla non perfette. Penso comunque che vista l'elevata garanzia sarebbe un suicidio produrre auto con una meccanica inaffidabile, per questo ritengo che i problemi di inaffidabilità siano imputabili alle funzionalità software lanciate "anticipatamente" e migliorate/corrette solo in un secondo momento. Poi, se questa indagine (o altre indagini) hanno delle informazioni più precise sul perchè di certi punteggi sono più che contento di poter leggere i dettagli. Perchè sapere in anticipi certi problemi che ti possono capitare (coperti da garanzia o meno) non può che essere un bene per noi utilizzatori :-)
Ritratto di lucios
12 febbraio 2020 - 06:24
4
Insomma, esiste inaffidabilità e inaffidabilità? Quella Tesla è del tipo lieve mentre quella delle altre come è? A me sembra che sia li in fondo alla classifica e basta!
Ritratto di Ivan92
12 febbraio 2020 - 17:58
8
Ciao lucios, non so come tu abbia interpretato il mio commento ma in realtà io non ho proprio parlato ne degli altri marchi ne della classifica. Ho solamente provato ad esprimere un parere personale sul perchè secondo me Tesla abbia ottenuto il punteggio di 88 nell'affidabilità e 93 nell'indice di gradimento dei clienti. Se invece vogliamo parlare puramente della classifica Tesla si trova in fondo, ma ad un solo punto da Opel (marchio che stimo parecchio e del quale sono stato anche cliente con una Astra OPC H 240 cv, con la quale mi sono separato soltanto dopo 190'000 km e centinaia di track day, senza mai avere nessun problema). Quindi se prendi il risultato della classifica per assoluto dovresti iniziare a preoccuparti per la tua Grandland X. Sempre parlando dei risultati della classifica Tesla la puoi vedere in fondo come la puoi vedere in cima (93 punti) e seconda solamente a Porsche per soddisfazione da parte dei possessori.
Pagine