NEWS

Affidabilità delle auto: la classifica 2019

Pubblicato 11 febbraio 2020

La ricerca di Altroconsumo, condotta in cinque Paesi europei, stila una classifica di affidabilità delle marche e dei modelli.

Affidabilità delle auto: la classifica 2019

OLTRE 43.000 FEEDBACK - Altroconsumo, insieme alle associazioni analoghe di Belgio, Francia, Portogallo e Spagna, ha effettuato un’inchiesta fra aprile e maggio 2019 sull’affidabilità delle auto guidate dai rispettivi affiliati. Sono arrivati i riscontri di 43.756 automobilisti, dei quali circa 13.000 in Italia, che hanno elencato difetti e problemi di vetture con massimo 10 anni di età. In base alle loro segnalazioni, e tenendo conto dell'età dell’auto, del numero di chilometri percorsi e della gravità dei guasti subiti, è stato messo a punto un indice percentuale, dove il punteggio più alto è per le vetture più affidabili. 

GLI INDICI DI AFFIDABILITÀ DELLE MARCHE

BRILLANO LE GIAPPONESI - Le auto meno soggette a problemi di affidabilità sono risultate essere quelle del marchio Lexus, che ha ottenuto 97 punti, davanti alle Porsche (96 punti) e alle Toyota e Daihatsu, che occupano a pari merito il terzo posto: per entrambe i punti sono 95. Al quarto posto, con 94 punti, ci sono le Audi, Honda e Subaru, davanti alle BMW, Infiniti, Kia, Mitsubishi, SsangYong e Suzuki (93 punti). Hanno deluso invece le Alfa Romeo, Land Rover e Tesla, all’ultimo posto con 88 punti, davanti alle Chevrolet, Fiat, Lancia, Opel e Seat con 89 punti. Secondo Altroconsumo, l’affidabilità può essere considerata ottima con almeno 91 punti.

I MODELLI MIGLIORI - Fra le citycar svettano per affidabilità le Kia Picanto e Suzuki Celerio (98 punti), davanti alla Skoda Citigo (97 punti), mentre le Nissan Micra e Honda Jazz si dividono il primo posto fra le utilitarie: hanno ottenuto 97 punti su 100. Giapponesi anche le compatte più affidabili: sono le Toyota Prius e Lexus CT200h, entrambe con 97 punti. Fra le monovolume, con 98 punti, è prima la Toyota Prius+, che distanzia le Citroen C4 Spacetourer e Volkswagen Touran, ferme a 93, mentre la Volvo XC40 sfiora il punteggio massimo (ha ottenuto 99 punti) e si afferma fra le suv, davanti alle Lexus NX e Toyota RAV4, a 98 punti. 



Nelle tabelle qui sopra gli indici di affidabilità dei cinque migliori modelli di ciascun segmento di mercato.

L’IMPIANTO ELETTRICO - Dall’indagine è emerso inoltre che i più frequenti problemi di affidabilità sono da imputare all’impianto elettrico: ad esserne afflitte sono principalmente le auto delle Alfa Romeo, Chevrolet, Citroën, Fiat, Lancia, Opel, Renault e Seat. Al secondo posto, per numero di malfunzionamenti, ci sono i guasti all’impianto frenante, riscontrati soprattutto dai guidatori di Citroën, Fiat, Lancia, Opel e Volvo. La terza causa più frequente di malfunzionamenti sono le avarie alle parti elettriche collegate al motore, ossia il motorino d’avviamento, l’accensione e l’antifurto: ne sono vittima, più della media, le Alfa Romeo, Chevrolet, Opel e Seat. 

PRIMA NEL GRADIMENTO - La ricerca ha messo in luce anche il grado di soddisfazione degli automobilisti: il marchio ad avere il più alto livello di gradimento fra i suoi clienti è la Porsche, che precede la Tesla, seconda nonostante sia fra le case meno affidabili. Al terzo posto c’è Lexus, davanti a Honda e Jaguar.





Aggiungi un commento
Ritratto di Andrea Zorzan
13 febbraio 2020 - 08:36
Ha pochi modelli rispetto a Renault, Fiat, Volkswagen, Audi, Mercedes, Toyota, BMW, Peugeot, ecc. Ovviamente c'è chi ne ha meno, come Tesla.
Ritratto di nsx
11 febbraio 2020 - 20:52
Lexus pur vendendo relativamente poco vende in europa ha superato come vendite l'Alfa.
Ritratto di Mtutu
12 febbraio 2020 - 02:21
Ah beh, se ha superato Alfa in Europa allora vende davvero tanto devo dire... pensa che Lexus ha superato pure Ferrari, Bentley, Aston Martin, Rolls-Royce... questi si che sono numeroni...
Ritratto di Andrea Ford
18 febbraio 2020 - 11:19
Superare Alfa in Europa per un marchio premium giapponese era un impresa tutt'altro che facile considerato il fatto che qui in Europa Alfa ha una rete di vendita ben più diffusa di Lexus e può già contare su un mercato di riferimento che è quello nazionale il quale le riserva molta attenzione anche se ha soli due modelli a listino. Non dimentichiamo poi che Alfa ha ancora parecchii estimatori in Germania e altri paesi europei in generale dove prima faceva numeri molto più elevati di oggi. Se Alfa Romeo è calata facendosi superare dalla Lexus, in costante ascesa sia di immagine che numeri, il motivo è da ricercare nel fatto che Lexus oggi è in grado di produrre auto più idonee alle attuali richieste del mercato. Questo naturalmente imho e con rispetto parlando. Un saluto. Il Gwent.
Ritratto di Ivan92
11 febbraio 2020 - 18:24
8
Ciao a tutti, volevo fare un appunto personale per quanto riguarda il particolare risultato di Tesla che ha un marcato divario fra problemi di affidabilità e grado di soddisfazione. Tutte le Tesla hanno certe funzionalità alla nascita che con il tempo aumentano sempre di più e vengono inviate all'auto via internet, spesso però queste nuove funzioni vengono dapprima rilasciate (a tutti) nella versione "beta" e solo in un secondo momento dopo vari adattamenti e migliorie viene aggiornata la versione beta alla versione definitiva. Spesso capita però che una funzione "beta" non sia fatta perfettamente e presenti alcune anomalie, perciò è più che giusto che queste cose vengano prese in considerazione nell'indice di "problemi di affidabilità" però è anche giusto che se l'utente Tesla sa già che la "inaffidabile" versione beta di una funzione poi diventerà una funzione affidabile allora anche il grado di soddisfazione sale. Come dice lo stesso articolo Tesla non compare in nessuna voce di "vera" inaffidabilità, come problemi all’impianto elettrico, guasti all’impianto frenante e avarie alle parti elettriche collegate al motore (cito quelle scritte nell'articolo), anche perchè una casa automobilistica che offre 8 anni di garanzia o 192'000 km (sulla mia) avrebbe dei grossi problemi se facesse vetture inaffidabili. Con questo non voglio certo difendere Tesla dai veri problemi che ha avuto, come gli assemblaggi non perfetti sui primi modelli e i danni alla carrozzeria fra il trasporto e la consegna ad alcuni clienti (spero pochi, perchè spendere dai 50'000 € ai 130'000 € e ritrovarsi l'auto già danneggiata è una cosa scandalosa) ma voglio semplicemente condividere con voi i "problemi di affidabilità" che hanno le Tesla. Spero di essere riuscito a spiegarvi un po' meglio del perchè di questa "anomalia" nella classifica. Saluti.
Ritratto di Andrea Ford
18 febbraio 2020 - 11:47
Ciao Ivan, penso che della Tesla non importi granché a nessuno in quanto si tratta di un marchio che in pochissimi prendono in considerazione, eccetto che in piccoli mercati del nord Europa e, ovviamente negli Usa. Soprattutto quando gli incentivi sfumano il crollo in termini di vendite è evidente e questo è un problema non di poco conto in quanto le altre case vendono a prescindere dagli incentivi. Forse è anche un problema a livello di estetica dal momento che,imho, i suoi modelli in alcuni casi sono molto anonimi e di scarso appeal, in altri casi, come in quello della Model X e Y riescono nella non facile impresa di risultare anche piuttosto orripilanti oltre che anonimi, di solito una caratteristica esclude l'altra, in quanto sia la X che la Y viste di profilo somigliano ad un ippopotamo e sembrano solo S ed X rialzate, prive di elementi di impatto.In realtà ricordano le maquette anni 90 utilizzate per le pubblicità dei cosmetici per l'auto come quelli Arexons. Il fatto che risulti essere costantemente in perdita al contrario della Lexus, sempre maledettamente in attivo, dovrebbe aiutare a farci capire come Lexus abbia trovato la chiave di volta, anche in senso produttivo per carità, per una espansione vantaggiosa sul mercato a livello globale dove infatti è risultata essere in crescita a doppia cifra nel 2019 su tutti i mercati più importanti esclusi Stati Uniti dov'è risultata in perfetta parità ma il +25% in Cina, circa 202.000 unità vendute, e il +15 in Europa, quasi 100.000, si commentano da soli. Il titolo LEXUS SETS NEW GLOBAL SALES RECORD IN 2019, apparso su testate specializzate USA e Asiatiche non lascia adito a dubbi. Questo naturalmente imho e con rispetto parlando. Un saluto. Il Gwent.
Ritratto di Mbutu
11 febbraio 2020 - 18:30
In linea di massima rispecchia quanto dicono altre classifiche. Più o meno i marchi in testa sono sempre quelli con gli orientali che la fanno da padroni. E' però una classifica molto corta quindi sarebbe bello riuscire a capire quanto "pesa" un singolo punto. Interessante poi il dato sulle spese di officina per farsi un'idea dei famosi "costi di gestione".
Ritratto di Mtutu
11 febbraio 2020 - 19:34
In linea di massima il miglior rapporto affidabilità/soddisfazione c'è l'ha la tedesca Porsche con un paio di spanne sopra tutte le altre! Le orientali invece hanno lo stesso indice di soddisfazione del conto in banca dei proprietari, un risultato risibile a voler usare un eufemismo. Del resto l'eventuale presunta affidabilità non risolve l'inquinamento acustico dei e-CVT ogni volta che si chiede un po' di brio da parte del sottodimensionato motore.
Ritratto di nsx
11 febbraio 2020 - 20:54
In termini calcistici (fuori casa, in europa) la cosa la sintetizzerei così Giappone 2 Germania 0
Ritratto di Mtutu
12 febbraio 2020 - 02:19
I tuoi ridicoli commenti sono appunto da tifoso ottuso di calcio perché solo un tontolone come te riesce a non vedere l'eccellente risultato di Porsche, inarrivabile per le giapponesi...
Pagine