NEWS

Alfa Romeo e Maserati: 230.000 unità nel 2017

27 aprile 2017

Durante una conferenza con gli investitori, il ceo della FCA ha parlato di alleanze, la vendita della Magneti Marelli e delle marche “premium”.

Alfa Romeo e Maserati: 230.000 unità nel 2017

ALFA E MASERATI SONO STRATEGICHE - I risultati del primo trimestre 2017 sono incoraggianti per il gruppo Fiat Chrysler Automobiles (qui per saperne di più) ma, stando a quanto ha dichiarato Sergio Marchionne (nella foto) in occasione di una conference call con gli analisti finanziari, il gruppo perde ancora soldi considerando nel loro complesso i conti di Alfa Romeo e Maserati. Per le due marche “premium” Marchionne ha promesso: “dateci tempo e nel 2018 vedrete risultati migliori”. L'obiettivo della FCA è quello di vendere nel 2017 complessivamente 230.000 Alfa Romeo e Maserati, aggiudicandosi così una quota pari al 2,5% del mercato globale delle vetture di prestigio. È questo un punto essenziale del piano industriale della FCA, dato che dalle vetture di maggiore pregio si possono ricavare guadagni interessanti, come ad esempio avviene per il gruppo Volkswagen, dove a generare la maggior parte degli utili sono Audi e Porsche.

ANCHE LA JEEP FUORI DAL GRUPPO? - Sergio Marchionne ha anche negato l'ipotesi di cessioni per migliorare la situazione economica della FCA (il debito è cresciuto fra dicembre e marzo) e smentito le ipotesi circolate sulla Magneti Marelli, la società che realizza componentistica all’interno del gruppo la cui vendita è stata più volte ipotizzata. “Non necessariamente si tratterà di una vendita” ha affermato “potremmo fare come con la Ferrari”. Il riferimento è a un possibile scorporo dell’azienda, operazione che avrebbe effetti positivi a livello economico e non farebbe perdere alla FCA il controllo della Magneti Marelli. A proposito di scorpori, alla domanda se i marchi Jeep e Ram si possano reggere sulle proprie gambe Marchionne ha risposto: “Sì”.

UN ACCORDO ENTRO L’ANNO - Il numero uno della FCA ha poi confermato che non ci sono ulteriori ricerche di accordi di alto livello con altri costruttori: “Eravamo troppo impegnati a realizzare il trimestre migliore della nostra storia” ha affermato con una battuta. Da qui al fine 2018, quando Marchionne lascerà la guida, la FCA si concentrerà sullo sviluppo delle varie marche del Gruppo e dei relativi nuovi modelli, e sulla riduzione dell'indebitamento.  Di altro tenore la risposta su possibili accordi di natura tecnologia, argomento che rimane caldo dopo la collaborazione instaurata con Google, rafforzata dopo l’acquisto di 500 monovolume Chrysler Pacifica per attività di sperimentazione sulla guida autonoma. Marchionne ha confermato che la FCA rimane aperta a nuovi accordi, avvalorando quanto detto negli scorsi giorni a proposito di una nuova intesa da annunciare entro fine 2017.





Aggiungi un commento
Ritratto di william_riker
27 aprile 2017 - 16:43
Tra 2 anni al max andremo tutti in elettrico ed ibrido, come darti torto; Tesla a 35mila euri (si, contaci), e tutti con le colonnine in casa da 3kw per ricaricare la propria macchina (ceeeeeeeeeerto). L'ibrido VERO e l'ELETTRICO full sono ancora in alto mare o per lo meno vanno per la maggiore per i marchi PREMIUM. Comunque resto dell'opinione che quando le cose vanno male è colpa di Marchionne e FCA fallira (così l'italia impara!!!), se le cose vanno bene (come adesso), FCA allora fallirà perchè l'italiani sono buoni solo a rubare. Ma invece di Alitalia ne vogliamo parlare?? O di Ansaldo-Breda?? o di Pirelli??? Tutti marchi che sono finiti ad essere completamente acquisiti (e diretti) dagli stranieri!!
Ritratto di ConteBerengario
27 aprile 2017 - 17:39
Guarda che anche La ducati e la Lamborghini e' straniera, cosi' come la Parmalat, la Galbani e piu che ha piu ne metta. La colpa non e' certo degli Italiani!. Comunque riguardo alle auto ibride non puoi prendere come parametro l'Italia che e' un mondo a parte. In Europa, USA, CINA, cioe' i mercati piu grandi le ibride ed elettriche sono gia tante oggi. Non c'e' bisogno di scomodare Tesla, la nuova Ampera vedrai che vendera bene.
Ritratto di ogiad
27 aprile 2017 - 17:28
chi ha investito sull'ibrido avrà speso un sacco per avere prima qualcosa che avranno tutti grazie ai fornitori esterni quali bosch e delpi... sicuramente hanno avuto un ottimo ritorno di immagine ed avranno dei risparmi costruttivi utilizzando tecnologia proprietaria ma per le quote di mercato le variabili da considerare sono ben altre.
Ritratto di Marco batta
27 aprile 2017 - 20:33
Sei convinto...
Ritratto di Sir Simon
28 aprile 2017 - 09:25
Accipicchia...tu dove eri quando gli hanno affidato l' incarico? Avresti potuto farti avanti, probabilmente adesso sarebbe tutto meglio.
Ritratto di mariofiore
28 aprile 2017 - 16:25
Per il.Conte, non condivido niente di quello che ha detto. La tecnologia per le macchine elettriche è molto molto semplice e la fiat la ha in casa. Per questo farà la formula e con la Ferrari. Inoltre una fra le prime elettriche viste in Europa come anche una delle prime auto a idrogeno che ho visto con i miei occhi fu addirittura nel 1990. Quindi molto prima di tanti altri. L'ufficio.ricerche continua a lavorarci sopra ma attualmente non conviene produrle in serie in quanto non si vendono. Quando saranno richieste la Fca ha già tutta la tecnologia in casa per fare da sola. Sugli accumulatori invece il problema è diverso. Chi li produrrà avrà il monopolio e le vendera ' a tutte le aziende automobilistiche del mondo, infattib solo Tesla se le produce da sola, con risultati discreti ma non risolutivi.
Ritratto di Andrea Di Romolo
28 aprile 2017 - 21:00
Che dire di affermazioni del genere, ogni volta resto allibito e sorpreso. Certo non si può paragonare Marchionne a Conte Berengario che sicuramente guiderà un'industria come capitano coraggioso e che sta sicuamente pensando ai prodotti che utilizzeremo dopodomani su marte. Io, povero possessore di una skoda yeti (che ho venduto dalla disperazione) con motore diesel volkswagen (di quelli incriminati) che quando non era rotto consumava come un tir, certo non posso esprimere un giudizio come il Conte. Conte, criticare è facile, ma tu che fai per poter esprimere un giiudizio così perentorio ? mi sfugge ! Per fare innovazione servono soldi da investire e quello che sarà nel 2020/25 sicuramente sarà il risultato da quanto oggi incassrà FCA dal meglio della sua produzione tradizionale. Ed i motori termici FIAT/ALFA/FERRARI non sono certo gli ultimi visti i risultati dei diesel germanici....
Ritratto di mariofiore
29 aprile 2017 - 07:58
Anche io ho avuto una Volkswagen golf 1.4 gl che consumava come una Ferrari e che si rompeva spesso con costi altissimi di ripristino. Mi sembra che la Fca da questo punto di vista sia come manutenzione una fra le migliori in assoluto come costi e durata dei pezzi. Quello che non mi piace sono il sistema di intrattenimento, pessimi sia il navigatore satellitare che i display. Come meccanica invece una spanna in piu rispetto a quasi tutti. Mai un motore Fca mi ha dato problemi prima dei 300.000 km, e poi soprattutto per risolvere ho speso poco rispetto a quanto avrei speso con altri.
Ritratto di VEIIDS
27 aprile 2017 - 16:54
Mi spiegate come possiate ritenere che un'azienda che fa utili dal 2005, con un fatturato di 120 miliardi, che vende auto di successo in tutto il mondo (manca ancora la Cina ma Jeep e Maserati lì vanno molto bene ) fallisca da un giorno all'altro? Siete veramente ridicoli e sciocchi.
Ritratto di ConteBerengario
27 aprile 2017 - 17:48
Io ho scritto altro. Ho detto che la strategia usata funziona solo nel breve periodo e prima di santificare sempre M. (come avviene su tutti i giornali Italiani) aspetterei. La Fiat ha acquisito la C. non perche' e' stata brava ma perche la Opel gli ha dato picche (opel che ha la tecnologia, vedi ampera). Ad oggi, se non facciamo i faziosi, la Fiat non va bene in CINA (mercato principale globale), ha perso il 25% in Latino america, regge in USA ed EU solo grazie Jeep con un mercato dell'auto in espansione dove tutti crescono. Guardati i dati di vendita FCA in USA dove avrebbe dovuto sfondare grazie a Crysler: vende a marzo 1,500 500; 400 Giulia; 400 spider 124; 700 500X e 100 500L! Cioe', in tutti gli USA!!!
Pagine