NEWS

Alfa Romeo e Maserati: 230.000 unità nel 2017

27 aprile 2017

Durante una conferenza con gli investitori, il ceo della FCA ha parlato di alleanze, la vendita della Magneti Marelli e delle marche “premium”.

Alfa Romeo e Maserati: 230.000 unità nel 2017

ALFA E MASERATI SONO STRATEGICHE - I risultati del primo trimestre 2017 sono incoraggianti per il gruppo Fiat Chrysler Automobiles (qui per saperne di più) ma, stando a quanto ha dichiarato Sergio Marchionne (nella foto) in occasione di una conference call con gli analisti finanziari, il gruppo perde ancora soldi considerando nel loro complesso i conti di Alfa Romeo e Maserati. Per le due marche “premium” Marchionne ha promesso: “dateci tempo e nel 2018 vedrete risultati migliori”. L'obiettivo della FCA è quello di vendere nel 2017 complessivamente 230.000 Alfa Romeo e Maserati, aggiudicandosi così una quota pari al 2,5% del mercato globale delle vetture di prestigio. È questo un punto essenziale del piano industriale della FCA, dato che dalle vetture di maggiore pregio si possono ricavare guadagni interessanti, come ad esempio avviene per il gruppo Volkswagen, dove a generare la maggior parte degli utili sono Audi e Porsche.

ANCHE LA JEEP FUORI DAL GRUPPO? - Sergio Marchionne ha anche negato l'ipotesi di cessioni per migliorare la situazione economica della FCA (il debito è cresciuto fra dicembre e marzo) e smentito le ipotesi circolate sulla Magneti Marelli, la società che realizza componentistica all’interno del gruppo la cui vendita è stata più volte ipotizzata. “Non necessariamente si tratterà di una vendita” ha affermato “potremmo fare come con la Ferrari”. Il riferimento è a un possibile scorporo dell’azienda, operazione che avrebbe effetti positivi a livello economico e non farebbe perdere alla FCA il controllo della Magneti Marelli. A proposito di scorpori, alla domanda se i marchi Jeep e Ram si possano reggere sulle proprie gambe Marchionne ha risposto: “Sì”.

UN ACCORDO ENTRO L’ANNO - Il numero uno della FCA ha poi confermato che non ci sono ulteriori ricerche di accordi di alto livello con altri costruttori: “Eravamo troppo impegnati a realizzare il trimestre migliore della nostra storia” ha affermato con una battuta. Da qui al fine 2018, quando Marchionne lascerà la guida, la FCA si concentrerà sullo sviluppo delle varie marche del Gruppo e dei relativi nuovi modelli, e sulla riduzione dell'indebitamento.  Di altro tenore la risposta su possibili accordi di natura tecnologia, argomento che rimane caldo dopo la collaborazione instaurata con Google, rafforzata dopo l’acquisto di 500 monovolume Chrysler Pacifica per attività di sperimentazione sulla guida autonoma. Marchionne ha confermato che la FCA rimane aperta a nuovi accordi, avvalorando quanto detto negli scorsi giorni a proposito di una nuova intesa da annunciare entro fine 2017.





Aggiungi un commento
Ritratto di Luzo
27 aprile 2017 - 19:10
certo che se esordisci con ' oltre che perdere soldi....' riferito ad una azienda che vende un prodotto appetibile da meno di un anno e che ha appena lanciato il secondo modello della sua lineup partendo da zero perdi ogni credibilità qualunque cosa tu aggiunga
Ritratto di Luzo
28 aprile 2017 - 18:51
ciao wesker!!
Ritratto di Eccomi
28 aprile 2017 - 19:33
...ma quando fallisce Alfa???
Ritratto di nicktwo
27 aprile 2017 - 19:47
il fatto e' che al giorno d' oggi volente o volendo fca ha un immagine troppo solida presso il pubblico... esempio: quale altro costruttore riuscirebbe a fare in modo che una propria segmento c partita con "aspettative" low cost poi vende nazionalmente piu' della celeberrima golf? ....penso che basta a sottolineare questo fatto... saluti
Ritratto di ConteBerengario
27 aprile 2017 - 20:56
Rispondo a te per rispondere un po a tutti visto che siete tutti tifosi e non commentatori seri. Nessuno dice che FCA fa schifo, alcune auto sono anche carine e fatte bene, ma ci sono troppe balle sui media Italiani rispetto a questa azienda. Io discuto su dati non su sensazioni ed euforie. Fiat nel 2004 vendeva 903.180 auto (5,59% share) in Europa, oggi (2016) 740.622, 4,93% share. E' stata finanziata da un governo (americano) per poter comprare Crysler perche aveva dei debiti. Produce fuori dall'europa e paga le tasse in Olanda. Se togli Jeep (machio AMERICANO), non vende niente. I "piu" rispetto all'anno precedente e' perche' prima era crollata. Hanno speso 5 mld per Alfa e questa vende all'anno quanto AUDI in un mese 2016 66.155 (0,44% share). Questi sono dati. Se poi vogliamo nascondere tutto e dire che tutto super bene, allora diciamolo.
Ritratto di nicktwo
27 aprile 2017 - 21:11
1) forse tu al tempo non conpravi ma nel 2004 il mercato europeo, italiano conpreso, viaggiava su volumi di vendita circa 1.5 se non 2 volte gli attuali, e per motivi che evito di spiegarti (che ahime' sono cose non alla portata di tutti)... altrimenti ti dico, per fare lo stesso giochetto, che fiat vende 10 volte quanto vendeva nel 1940... se hai tempo e voglia puoi introdurti all' argomento iniziando dal discorso delle "quote di mercato"... saluti 1
Ritratto di ConteBerengario
27 aprile 2017 - 21:49
Peggio ancora. La quota di mercato tanto decantata era del 5,59% nel 2004 e 4,93% oggi. Senza contare che nel 2001 era del 7,74% e potrei continuare...
Ritratto di nicktwo
27 aprile 2017 - 22:15
ma la quota di chi, che fca nel 2004 non esisteva? ...bha... saluti
Ritratto di nicktwo
27 aprile 2017 - 21:18
2) il prestito rivevuto dal governo americano e' stato, per quanto ne so', completamente restituito... rientrava (il prestito) fra i patti tali per cui il gruppo italiano si prendeva l' onere di rimettere in piedi dei marchi americani che qualcun altro aveva affossato... saluti 2
Ritratto di nicktwo
27 aprile 2017 - 21:23
3) produce fuori europa (che poi a me chemmefrega del fuori europa? a me-frega se e quanto produce in italia) ma almeno si limita alle auto per quei mercati o, se le porta qui, ai segmenti medio bassi... quelle di alto livello le fanno tutte ma tutte proprio tutte in italia,,, non c'e' (a differenza dei concorrenti) una quattroporte assemblata anche in cina o una stelvio assemblata solo a bratislava... saluti 3
Pagine