NEWS

Alfa Romeo e Maserati: 230.000 unità nel 2017

27 aprile 2017

Durante una conferenza con gli investitori, il ceo della FCA ha parlato di alleanze, la vendita della Magneti Marelli e delle marche “premium”.

Alfa Romeo e Maserati: 230.000 unità nel 2017

ALFA E MASERATI SONO STRATEGICHE - I risultati del primo trimestre 2017 sono incoraggianti per il gruppo Fiat Chrysler Automobiles (qui per saperne di più) ma, stando a quanto ha dichiarato Sergio Marchionne (nella foto) in occasione di una conference call con gli analisti finanziari, il gruppo perde ancora soldi considerando nel loro complesso i conti di Alfa Romeo e Maserati. Per le due marche “premium” Marchionne ha promesso: “dateci tempo e nel 2018 vedrete risultati migliori”. L'obiettivo della FCA è quello di vendere nel 2017 complessivamente 230.000 Alfa Romeo e Maserati, aggiudicandosi così una quota pari al 2,5% del mercato globale delle vetture di prestigio. È questo un punto essenziale del piano industriale della FCA, dato che dalle vetture di maggiore pregio si possono ricavare guadagni interessanti, come ad esempio avviene per il gruppo Volkswagen, dove a generare la maggior parte degli utili sono Audi e Porsche.

ANCHE LA JEEP FUORI DAL GRUPPO? - Sergio Marchionne ha anche negato l'ipotesi di cessioni per migliorare la situazione economica della FCA (il debito è cresciuto fra dicembre e marzo) e smentito le ipotesi circolate sulla Magneti Marelli, la società che realizza componentistica all’interno del gruppo la cui vendita è stata più volte ipotizzata. “Non necessariamente si tratterà di una vendita” ha affermato “potremmo fare come con la Ferrari”. Il riferimento è a un possibile scorporo dell’azienda, operazione che avrebbe effetti positivi a livello economico e non farebbe perdere alla FCA il controllo della Magneti Marelli. A proposito di scorpori, alla domanda se i marchi Jeep e Ram si possano reggere sulle proprie gambe Marchionne ha risposto: “Sì”.

UN ACCORDO ENTRO L’ANNO - Il numero uno della FCA ha poi confermato che non ci sono ulteriori ricerche di accordi di alto livello con altri costruttori: “Eravamo troppo impegnati a realizzare il trimestre migliore della nostra storia” ha affermato con una battuta. Da qui al fine 2018, quando Marchionne lascerà la guida, la FCA si concentrerà sullo sviluppo delle varie marche del Gruppo e dei relativi nuovi modelli, e sulla riduzione dell'indebitamento.  Di altro tenore la risposta su possibili accordi di natura tecnologia, argomento che rimane caldo dopo la collaborazione instaurata con Google, rafforzata dopo l’acquisto di 500 monovolume Chrysler Pacifica per attività di sperimentazione sulla guida autonoma. Marchionne ha confermato che la FCA rimane aperta a nuovi accordi, avvalorando quanto detto negli scorsi giorni a proposito di una nuova intesa da annunciare entro fine 2017.





Aggiungi un commento
Ritratto di nicktwo
27 aprile 2017 - 21:25
3bis) che paghe "certe" tasse in olanda da' fastidio anche a me... su questo versante non abbiamo i paraocchi e se dobbiamo muovere una critica lo facciamo... saluti 3bis
Ritratto di nicktwo
27 aprile 2017 - 21:30
4) "non vende niente" e' una affermazione coraggiosissima per un gruppo che e' nella top ten mondiale e per la quale di anno in anno c'e' o un mantenimento della posizione o un avanzamento in classifica... saluti 4
Ritratto di nicktwo
27 aprile 2017 - 21:45
5) scommetto che per come la vedi tu in un ambito industriale se investi 5 miliardi oggi, al max domani o dopodomani devi gia' averli fatti rientrare altrimenti hai fallito.. ... ... per la stessa logica sara' normale per te presumere che alfa dovrebbe vendere su una trenta-quarantina di versioni di auto spalmate su 4-5 modelli quanto audi che avra' un quantitativo di versioni x modelli a listino 10-15 volte piu' ampia... saluti 5 e stop
Ritratto di Luzo
27 aprile 2017 - 22:40
questi non sono dati sono stupidaggini...paragonare audi ( con nome e fama consolidati) che ha un listino di 30 modelli con uno che ne ha uno che vendono da 10 mesi, un altro che vendono da tre e due generaliste di quasi 10 anni di vita è una roba che non sta ne in cielo ne interra, altro che VOI tifosi e VOI non siete commentatori...ma ti rileggi prima di psotare? mi ricordi tanto un desaparecido che ad inventare ne sapeva una più di belzebù ( famosissima la iveco che ricarrozza i camion mercedes)
Ritratto di VEIIDS
28 aprile 2017 - 05:57
L'anno scorso FCA ha venduto in Europa 992.000 auto, quindi quelle 760.000 non so dove tu le abbia prese (saranno forse i dati 2013). Continui a sparare frottole pur di suffragare delle tesi palesemente sbagliate!
Ritratto di ConteBerengario
28 aprile 2017 - 14:12
Io ho detto Fiat, non FCA. FCA si regge su Jeep per le vendite in tutti i continenti (meno Latino america). Senza Jeep, ed in particolare Renegade, vende niente. Poi naturalmente c'e' il mercato italiano, ma quella e' un altra cosa, non a caso la Lancia Y la vendono SOLO in Italia.
Ritratto di Eccomi
28 aprile 2017 - 19:37
In particolare Renegade, che è base 500L\X, fatta in Italia, venduta bene in tuaaa Europa e venduta benissimo negli USA. Cherokee, su pianale della Giulietta, GrandCherokee con motori diesel FCA... Jeep che nel 2009 vendeva 360 mila pezzi e nel 2016 1 milione e 600 mila pezzi. Ma tu fossi stato zitto, non avresti evitato figurette?
Ritratto di Andrea Di Romolo
28 aprile 2017 - 21:15
Caro Conte, a parte le quote di mercato dopo essermi liberato dell'ultimo motore tedesco (diesel che consumava come un tir), mi sono comprato una 4c e una 124 spider.... sono semplicemente divine nella guida, hanno carattere nel design e ... non puoi capire, vai a provarle....
Ritratto di Alex3984
28 aprile 2017 - 10:34
1
il mio pensiero su fiat è che marchionne sta facendo molto bene si muove a piccoli passi, la Fiat fa vetture solide e di mercato certo non sono vetture all'ultimo grido ma per chi vuole una macchina senza troppi fronzoli li la trova anche a un buon prezzo Capisco anche lo scetticismo di molti per quanto riguarda le prospettive infatti Fiat non è che si stiamo muovendo molto da questo punto di vista, idrido ed elettrico saranno il futuro c'è poco da dire e forse questo arrivera presto e li sono dolori anche perche sono molto indietro Ecco che penso quindi che la partnership che stanno cercando sia con un marchio che gia ha conoscenze evolute su questo campo ma non sara un accordo facile e da questo accordo futuro dipendera la sopravvivenza nel futuro....sbaglio???
Ritratto di Gasswagen
28 aprile 2017 - 14:09
Si che sbagli. Vedrai il botto di mamma FIAT con le novità. Chi si aspettava ALFA a questi livelli? Nessuno tanto meno i tetteschi letteralmente scioccati dalle prestazioni della Quadrifoglio che ancora devono riprendersi tanto si sono trovati arretrarti. Ma a me questo non porta sorpresa conoscendo la loro arretratezza ingegneristica. Tanto è vero che devono barare in F1 se sono arrivati ad usare l'olio dopato per vincere. Poverini devono farsene una ragione.
Pagine