NEWS

Alfa Romeo Giulia: lo sviluppo prosegue al Ring

08 luglio 2015

La Giulia Quadrifoglio è approdata al Nürburgring per la messa a punto finale e per verificarne a fondo l’effettivo potenziale dinamico.

Alfa Romeo Giulia: lo sviluppo prosegue al Ring
SCENDE IN PISTA LA QUADRIFOGLIO - Fra le vetture camuffate che abbiamo visto di recente, è indiscutibilmente la più bella: filante, pulita e con prese d’aria e gruppi ottici lasciati liberamente in vista. D’altronde l'Alfa Romeo Giulia non ha nulla da nascondere, visto che è già stata presentata in forma statica lo scorso mese ad Arese, sede storica del marchio del Biscione. Dopo il vernissage per la stampa, dove l’ad Sergio Marchionne ha speso parole entusiastiche per la nuova ammiraglia Alfa Romeo, è arrivato il momento delle verifiche finali sul suo effettivo potenziale, per cui un manipolo di tecnici e collaudatori si è trasferito al Nürburgring per una sessione di prove di ben 14 giorni (guarda video più in basso). In buona sostanza è la fase delle verifiche finali delle qualità della versione supersportiva Quadrifoglio che già sull’anello di Nardò (LE) aveva fatto faville, spuntando una velocità effettiva di 321 km/h e uno zero-cento in appena 3”9: prestazioni che molte supercar a due posti non riescono a raggiungere, figuriamoci una berlina...
 
TESTIMONI PER CASO - Al Ring c’eravamo anche noi di alVolante per realizzare una prova a confronto che verrà pubblicata sul numero di settembre, ma siamo stati oltremodo sorpresi di scoprire che una sera al ristorante, proprio nel tavolo dietro il nostro c’era il manipolo di tecnici dell’Alfa Romeo inviati al Nürburgring. Manco a dirlo, non ci siamo lasciati scappare la ghiotta occasione e, aguzzando le orecchie, a dispetto del Galateo, abbiamo ascoltato tutto quello che si raccontavano. Ci sembra doveroso sottolineare che, prima di tutto, abbiamo percepito l’incontenibile entusiasmo che lega i ragazzi del team che lavora sull'Alfa Romeo Giulia: sembrava di ascoltare degli amici che parlavano con passione delle loro vetture.
 
A CACCIA DEL RECORD - È emerso è che dopo essere arrivati in Germania, prima di mettere la vettura su strada hanno lavorato a “testa bassa” in modo da essere pronti per entrare a “testa alta” nel banco prova dinamico più severo del mondo. Dopo avere effettuato la “messa a punto fine” di tutti gli organi di telaio e sospensioni, delle ali mobili e dell’impianto frenante, hanno fatto solo un giro di pista secco, la mattina, quando ancora c’erano pochissime auto in pista, per poi dedicarsi alla più minuziosa fase della messa a punto fuori, sulle splendide strade nei dintorni del Ring, altrettanto tortuose e piene di saliscendi. Il motivo? Da quel che si dicevano i tecnici dell’Alfa Romeo, era loro intenzione iniziare la sessione di prove più approfondita sulla Nordschleife solo dopo avere verificato in loco ogni più piccolo componente della vettura: sapevano benissimo che l’agguerrita concorrenza tedesca avrebbe avuto tutti gli occhi puntati su di loro. In buona sostanza volevano dimostrare subito la competitività dell'Alfa Romeo Giulia, puntando a staccare tempi record.
 
LA MACCHINA C’È - Questa è la frase che ribattevano con uno sguardo di intesa i tecnici della casa italiana: “la macchina c’è”. Soprattutto parlavano con entusiasmo della straordinaria coppia del motore e delle alette anteriori mobili, che - lavorando in maniera indipendente e asimmetrica - sembrano portare a un netto miglioramento nell’handling e soprattutto negli inserimenti in curva: dunque, una soluzione destinata a essere copiata dalla concorrenza. I punti di forza dell'Alfa Romeo Giulia sarebbero specialmente il motore e i freni, ma potrà confermarlo solo la pista. Quello che possiamo dire per il momento è che il suono del motore è assolutamente inebriante: cupo ai bassi regimi e altamente gasante quando entra in coppia.
VIDEO
Alfa Romeo Giulia
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
1233
212
100
113
204
VOTO MEDIO
4,2
4.15843
1862




Aggiungi un commento
Ritratto di follypharma
14 luglio 2015 - 10:30
2
oddio... che vergogna... :-( mi son sbagliato di brutto... pardon ....
Ritratto di M93
8 luglio 2015 - 14:51
Alfa Romeo Giulia - Se le emozioni sono la "benzina" del cuore, sotto questo aspetto, stando a quanto riportato, la futura Giulia (berlina medio-grande, non ammiraglia) non deluderà, ma sarà un punto di riferimento per la categoria, specie nella versione di punta Quadrifoglio.
Ritratto di Mattia Bertero
8 luglio 2015 - 14:51
3
GIULIA. Alfa Romeo sei proprio tornata... Aspetto con ansia di vederla dal vivo questa macchina.
Ritratto di salvospak
8 luglio 2015 - 14:52
Un grazie ad AlVolante che ha avuto questa splendida possibilità di stare seduti vicino i tecnici della Giulia; c hanno fatto vivere quei momenti! Per la prima Alfa che apprezzo profondamente, spero che sia un successo: ha tutte le carte in regola!
Ritratto di NeroneLanzi
8 luglio 2015 - 17:17
Tendenzialmente i muletti li si lasciano sempre camuffati, qualsiasi sia lo stadio del muletto stesso, per svariate ragioni. A volte perchè sono macchine che hanno già girato camuffate e non vale la spesa ripristinarle (le camuffature possono ad esempio rovinare la superficie e non vale la spesa stare a ripristinarla). Altre volte perchè proprio non si vogliono far girare le macchine con aspetto prossimo a quello definitivo, in prossimità temporale col reveal (perchè magari in quei casi non sono molte le foto in circolazione, per cui non serve farla fotografare, magari male, con un aspetto quasi definitivo). Altre volte ancora non si ha a disposizione la stessa vernicie utilizzata per il reveal e non si vuole utilizzare un colore non ancora approvato. Come si diceva, le ragioni possono essere innumerevoli
Ritratto di lucios
8 luglio 2015 - 15:28
4
Anche se i fari anteriori non mi hanno fatto dire WAAAA, spero che sul piano dinamico le dia di brutto alle tedesche!
Ritratto di Helio
8 luglio 2015 - 15:51
Scusate ma "a caccia del record" DE CHE? Non si era detto http://www.alvolante.it/news/nurburgring-niente-piu-giri-record-limiti-velocita-341843 ? Muah...
Ritratto di NeroneLanzi
8 luglio 2015 - 17:21
Me lo stavo chiedendo in effetti. Magari il modo per poter effettuare giri senza limiti esiste. D'altra parte il provvedimento stesso è più demagogico che altro (oltre a rappresentare un danno di immagine per il circuito stesso)
Ritratto di PongoII
8 luglio 2015 - 16:09
7
GIULIA. Leggo "suono del motore è assolutamente inebriante: cupo ai bassi regimi e altamente gasante quando entra in coppia" e mi inebrio: (sarebbe stata) musica per le mie orecchie (se fossi stato li). Noto anche con piacere che il gruppo di lavoro vive l'evoluzione dell'auto come se fossero degli amici appassionati di motori e non dei freddi tecnici (un po' il cliché del progettista e del venditore di auto teutoniche che la pubblicità ci propina). Aspettiamo di vederla dal vivo, toccarla, ascoltarla, magari guidarla... (Si, lo so' sembro eccessivamente mieloso... ma in certi casi ci vuole!)
Ritratto di MatteFonta92
8 luglio 2015 - 16:26
3
L'ora della svolta sembra proprio essere arrivata. Questa nuova Giulia è un'Alfa coi fiocchi, sia dal punto di vista estetico che (soprattutto) da quello tecnico, in cui la versione Quadrifoglio eccelle particolarmente. Bene così quindi, però un solo modello, per quanto riuscito, non basta... aspettiamo con ansia di vedere il resto della nuova gamma Alfa (l'erede della 166 e la Spider, tanto per fare due nomi).
Pagine