NEWS

Alfa Romeo Giulia: i prezzi dell’edizione 2020

Pubblicato 24 dicembre 2019

Piccoli interventi migliorativi per la Giulia, soprattutto negli interni e nelle dotazioni tecnologiche. Il listino parte da 40.000 euro.

Alfa Romeo Giulia: i prezzi dell’edizione 2020

DI SERIE IL CAMBIO AUTOMATICO - L’Alfa Romeo Giulia edizione 2020 (leggi qui il primo contatto) è già ordinabile e sarà in consegna a partire da gennaio. Il listino parte da 40.000 euro, un prezzo riferito alla turbodiesel con motore 2.2 da 136 CV e l’allestimento base. A parità di motore, l’allestimento Super costa 43.000 euro, mentre servono 46.500 euro per il Business con il turbo 2.0 da 200 CV, il più economico fra quelli con motore a benzina. Per tutte le Giulia è di serie il cambio automatico a 8 marce e la trazione posteriore, mentre quella integrale Q4 è disponibile solo con l’allestimento Veloce, il più ricco: costa 57.700 euro con il motore 2.2 da 210 CV e 58.900 euro con il 2.0 da 280 CV. 

GLI ALLESTIMENTI - L’Alfa Romeo Giulia ha di serie i cerchi in lega di 16”, i sedili in tessuto, il “clima” automatico bizona, lo schermo touch di 8,8” del sistema multimediale e alcuni aiuti alla guida, come la frenata automatica con funzione anti-investimento dei pedoni e il sistema di contro l’involontario del cambio di corsia. A parità di motore, l’allestimento Super costa 3.000 euro in più, per i quali offre i cerchi di 17”, i fari allo xeno, la soglia d’accesso in alluminio, i sensori di distanza posteriori e la compatibilità con Android Auto ed Apple Car per gli smartphone. Per 1.000 euro in più c’è il Business, privo della soglia d’accesso in alluminio e dei cerchi di 17” (ha quelli di 16”), ma nell’equipaggiamento di serie ci sono il regolatore di velocità adattativo, le bocchette del “clima” per i passeggeri posteriori, la presa usb posteriore e il sistema d’accesso a bordo senza chiave.

LA SPRINT È PER GLI SPORTIVI - L’allestimento Sprint dell’Alfa Romeo Giulia ha un prezzo di listino superiore di 3.000 euro rispetto al Super, però aggiunge la pedaliera in alluminio, il volante sportivo in pelle, i cerchi di 18”, le pinze dei freni neri, due scarichi, il regolatore di velocità adattativo, i sensori di distanza anteriori e la telecamera posteriore di parcheggio. A impreziosire il Executive, di 3.000 euro più caro del Business, sono i cerchi di 18”, le soglie d’accesso in alluminio, i sensori di prossimità anteriori, la telecamera posteriore di parcheggio, il monitoraggio dell’angolo cieco negli specchietti, il sistema contro l’involontario cambio di corsia, il sistema che riproduce i cartelli stradali nel cruscotto e quello che monitora lo stato di affaticamento del guidatore, consigliandosi di effettuare una sosta se percepisce segni di assopimento.

TI E VELOCE, LE PIÙ RICCHE - I sedili in pelle, il volante riscaldato, gli inserti in legno, i cerchi di 18” e la ricarica senza filo per gli smartphone compatibili sono fra le dotazioni presenti per il più ricco allestimento Ti, in vendita a 4.500 euro in più del Executive, ma in più ci sono anche il regolatore di velocità con funzione di arresto e ripartenza nel traffico a “singhiozzo”, il sistema che monitora il livello di attenzione nel conducente e quello che riproduce i cartelli stradali nel cruscotto. L’allestimento più ricco è il Veloce, che costa 4.500 euro in più dello Sprint: ha i sedili sportivi in pelle (quello di guida regolabile elettricamente), il volante riscaldato, i cerchi di 19”, i freni maggiorati e il pacchetto completo di aiuti alla guida.

I PREZZI

  PREZZI IN EURO
MOTORE BASE SUPER BUSINESS SPRINT EXECUTIVE TI VELOCE
2.0 AT8 RWD 200 CV     46.500  48.500 49.500    
2.0 AT8 Q4 280 CV             58.900
2.2 AT8 RWD 136 CV 40.000 43.000 44.000        
2.2 AT8 RWD 160 CV     45.000 47.000 48.000    
2.2 AT8 RWD 190 CV       49.500   55.000  
2.2 AT8 Q4 210 CV             57.700
Alfa Romeo Giulia
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
1132
185
94
98
183
VOTO MEDIO
4,2
4.17317
1692


Aggiungi un commento
Ritratto di remor
26 dicembre 2019 - 14:45
Mai vista una comparativa fra una Giulia o una Stelvio con una qualsiasi Seat. Viceversa Stelvio vs Macan è il più classico dei classici fra i confronti. In qualche caso addirittura anche Stelvio vs Cayenne e Urus (club dei 4 sec, sulla rivista concorrente qualche numero fa), analogamente come a contendersi certi record Giulia Q se l'è giocata con Panamera. Dopo di che se invece per VW (cosa di cui dubito fortemente), e soprattutto per chi ci crede a questa eventuale ipotesi, una Giulia o una Stelvio o una 4C se la dovrebbero giocare con una Mii, o una Ibiza e magari l'italiana perderebbe il confronto perché a differenza dell'altra non ha ad esempio il fondamentale e essenziale cockpit, allora Ok; se lo dicono loro... Solo, poi, magari non meravigliamoci se la gente, visti i nuovi valori che si vorrebbero far passare come importanti per un'auto, mandano tutti a xxx e si comprano in massa la Panda
Ritratto di remor
26 dicembre 2019 - 15:00
Comunque neanche Chevrolet o Nissan, giusto per dirne alcune, hanno una gamma pari alle suddette Audi. Tuttavia Audi che vadano forti come una Corvette (ma anche come una semplice Camaro ZL1) o una Gt-R lo stesso non ce ne sono. E questo, in verità, nel fare un confronto marchi generalisti vs marchi premium personalmente lo vedrei più come un demerito che come un merito; ma come già dicevo, nell'era del marketing magari tutto può essere ribaltato e quindi giammai un'Audi che si ribassa ad andare forte come una Camaro; per la Camaro il gruppo tedesco ci vede più indicata come antagonista (in base a cosa poi non si sa) la Seat o magari perché no la Skoda
Ritratto di remor
26 dicembre 2019 - 18:51
Attenzione che qui si rischia di darsi la zappa sui piedi da soli. Mi sembra altamente improbabile una comparativa a 3 Insignia-508-Giulia. Viceversa basta scrivere sul canale Insignia-508-A4 e qualcosa viene fuori (com'è giusto che sia, essendo tutte a trazione anteriore)
Ritratto di remor
26 dicembre 2019 - 21:37
Sì ma poi quelle 4x4 chi le compra? I pochi che lo fanno si prenderanno le AllTrackRoad (esiste ancora?). Già buona parte dei Q2, Q3 e Q5 che si vedono sono in buona porzione trazione anteriore, immaginiamoci a maggior ragione le A4. D'altronde se le fanno le comparative a 3 Insignia-508-A4 un motivo ce l'avranno; altrimenti avrebbero fatto 508-3er-Giulia oppure Insignia-XE-ClasseC
Ritratto di remor
26 dicembre 2019 - 21:39
Comunque anche la Insignia ha la Country Tourer e la 508 la Allroad in linea con la A4. Cioè se non sono dirette concorrenti loro 3, veramente non saprei chi
Ritratto di remor
26 dicembre 2019 - 22:25
"""che si VEDONO", e per vedersi vuol dire che deve essere esistita https://www.alvolante.it/news/audi-q5-20-tdi-150-cv-349943
Ritratto di ELAN
27 dicembre 2019 - 12:27
1
Trazione integrale non più permanente, ovvero quattro ultra.
Ritratto di remor
26 dicembre 2019 - 22:28
Anche tutti quelli che hanno comprato, in alternativa alla A4 4x4, la Insignia Country Tourer e la 508 Allroad alla fine hanno comprato 4x4, comunque
Ritratto di ardo
26 dicembre 2019 - 18:51
mammamia che commenti... è tutto molto relativo. a vairano dove i piloti sono più o meno gli stessi, la r8 je da più de tre secondi alla giulia qv. poi bisognerebbe vedere gomme e condizioni asfalto. al nurb ha fatto lo stesso tempo della giulia, ma nse sa chi l'ha guidata, quando, condizioni atmosferiche, gomme. parliamo di una sportiva con un v10 centrale/posteriore volutamente ingentilita rispetto alla gemella diversa huracan. una scelta di vag, commerciale, non certo perchè non sono capaci di mettergli lo stesso assetto della lambo, se avessero voluto l'avrebbero fatto. sono la 'stessa' auto... in definitiva paragonare una supecar come la r8 alla giulia ha veramente poco senso. saluti.
Ritratto di ardo
26 dicembre 2019 - 18:53
https://fastestlaps.com/tracks/vairano-handling-course
Pagine