NEWS

Alfa Romeo Giulia: i prezzi dell’edizione 2020

Pubblicato 24 dicembre 2019

Piccoli interventi migliorativi per la Giulia, soprattutto negli interni e nelle dotazioni tecnologiche. Il listino parte da 40.000 euro.

Alfa Romeo Giulia: i prezzi dell’edizione 2020

DI SERIE IL CAMBIO AUTOMATICO - L’Alfa Romeo Giulia edizione 2020 (leggi qui il primo contatto) è già ordinabile e sarà in consegna a partire da gennaio. Il listino parte da 40.000 euro, un prezzo riferito alla turbodiesel con motore 2.2 da 136 CV e l’allestimento base. A parità di motore, l’allestimento Super costa 43.000 euro, mentre servono 46.500 euro per il Business con il turbo 2.0 da 200 CV, il più economico fra quelli con motore a benzina. Per tutte le Giulia è di serie il cambio automatico a 8 marce e la trazione posteriore, mentre quella integrale Q4 è disponibile solo con l’allestimento Veloce, il più ricco: costa 57.700 euro con il motore 2.2 da 210 CV e 58.900 euro con il 2.0 da 280 CV. 

GLI ALLESTIMENTI - L’Alfa Romeo Giulia ha di serie i cerchi in lega di 16”, i sedili in tessuto, il “clima” automatico bizona, lo schermo touch di 8,8” del sistema multimediale e alcuni aiuti alla guida, come la frenata automatica con funzione anti-investimento dei pedoni e il sistema di contro l’involontario del cambio di corsia. A parità di motore, l’allestimento Super costa 3.000 euro in più, per i quali offre i cerchi di 17”, i fari allo xeno, la soglia d’accesso in alluminio, i sensori di distanza posteriori e la compatibilità con Android Auto ed Apple Car per gli smartphone. Per 1.000 euro in più c’è il Business, privo della soglia d’accesso in alluminio e dei cerchi di 17” (ha quelli di 16”), ma nell’equipaggiamento di serie ci sono il regolatore di velocità adattativo, le bocchette del “clima” per i passeggeri posteriori, la presa usb posteriore e il sistema d’accesso a bordo senza chiave.

LA SPRINT È PER GLI SPORTIVI - L’allestimento Sprint dell’Alfa Romeo Giulia ha un prezzo di listino superiore di 3.000 euro rispetto al Super, però aggiunge la pedaliera in alluminio, il volante sportivo in pelle, i cerchi di 18”, le pinze dei freni neri, due scarichi, il regolatore di velocità adattativo, i sensori di distanza anteriori e la telecamera posteriore di parcheggio. A impreziosire il Executive, di 3.000 euro più caro del Business, sono i cerchi di 18”, le soglie d’accesso in alluminio, i sensori di prossimità anteriori, la telecamera posteriore di parcheggio, il monitoraggio dell’angolo cieco negli specchietti, il sistema contro l’involontario cambio di corsia, il sistema che riproduce i cartelli stradali nel cruscotto e quello che monitora lo stato di affaticamento del guidatore, consigliandosi di effettuare una sosta se percepisce segni di assopimento.

TI E VELOCE, LE PIÙ RICCHE - I sedili in pelle, il volante riscaldato, gli inserti in legno, i cerchi di 18” e la ricarica senza filo per gli smartphone compatibili sono fra le dotazioni presenti per il più ricco allestimento Ti, in vendita a 4.500 euro in più del Executive, ma in più ci sono anche il regolatore di velocità con funzione di arresto e ripartenza nel traffico a “singhiozzo”, il sistema che monitora il livello di attenzione nel conducente e quello che riproduce i cartelli stradali nel cruscotto. L’allestimento più ricco è il Veloce, che costa 4.500 euro in più dello Sprint: ha i sedili sportivi in pelle (quello di guida regolabile elettricamente), il volante riscaldato, i cerchi di 19”, i freni maggiorati e il pacchetto completo di aiuti alla guida.

I PREZZI

  PREZZI IN EURO
MOTORE BASE SUPER BUSINESS SPRINT EXECUTIVE TI VELOCE
2.0 AT8 RWD 200 CV     46.500  48.500 49.500    
2.0 AT8 Q4 280 CV             58.900
2.2 AT8 RWD 136 CV 40.000 43.000 44.000        
2.2 AT8 RWD 160 CV     45.000 47.000 48.000    
2.2 AT8 RWD 190 CV       49.500   55.000  
2.2 AT8 Q4 210 CV             57.700
Alfa Romeo Giulia
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
1164
185
98
106
197
VOTO MEDIO
4,2
4.150285
1750


Aggiungi un commento
Ritratto di Giulio Menzo
25 dicembre 2019 - 10:35
2
Bene l'aggiornamento,la migliore della categoria per linea prestazioni e motore
Ritratto di Giulio Menzo
25 dicembre 2019 - 10:36
2
La 3 è più brutta e,a mio parere, macchinosa
Ritratto di Alfa1967
25 dicembre 2019 - 18:51
Avendo avuto tre 159sw jtdm e ora ho la Giulia da tre anni posso dire che tra i due modelli c'e' un abisso. Purtroppo a mio parere hanno sbagliato a non produrre la sw con cui avrebbero venduto molto. Quante berline vendono gli altri marchi? Se ti occorre una sw devi comperare auto straniere. Pazzesco. Un suv per chi fa molti km come il sottoscritto ha costi nettamente superiori rispetto alla station. In ogni caso la Giulia è una gran bella auto.
Ritratto di Alfa1967
25 dicembre 2019 - 18:55
Comunque anche la.prossima sarà una Alfa Romeo . Giulia 160cv. Devo vedere quanto mi danno della mia Giulia 150cv atm8 km160mila
Ritratto di tonno83
25 dicembre 2019 - 21:17
Perché non prendi la 190cv magari ti da quel brio in piu
Ritratto di Alfa1967
26 dicembre 2019 - 17:10
Perché percorro tanti km e i consumi incidono. Con l'attuale 150cv quando seleziono Dynamic sono già contento.
Ritratto di IloveDR
27 dicembre 2019 - 09:19
4
Alfa1967 devi affrettarti ad acquistare una Nuova AlfaRomeo perché finito il ciclo di vita di Stelvio del marchio resterà solo un mesto ricordo...Voi alfisti dovreste avere molto più senso critico e capire che con l'annullamento di 6C e GTV si è detto fine al futuro del Marchio milanese...non abboccate sempre alle falsità della stampa automobilistica italiana...senza rancore. Ciao
Ritratto di tonno83
25 dicembre 2019 - 21:16
Sinceramente mi aspettavo un restyling più corposo la macchina è validissima io ho avuto il piacere di guidarla e non ha Nulla da invidiare alle tedesche.... In tutta franchezza nn riesco a capire il perché non è stata prodotta una sportwagon, perché il suv medio arriverà solo nel 2021 e infine perché la Giulietta non avrà un erede è stata una macchina di successo come lo è stata la 147 nn vedo il motivo di abbandonare il segmento...
Ritratto di probus78
26 dicembre 2019 - 00:09
La linea mi è sempre piaciuta e mi piace tutt ora. Secondo me la versione sw hanno fatto bene a non farla perché le sw sono in continuo calo a vantaggio dei SUV. Piuttosto mi sarebbe piaciuta la versione coupé, che in un marchio sportivo come Alfa non può assolutamente mancare.
Ritratto di Alfa1967
26 dicembre 2019 - 17:13
Non fare la sw è stato un errore. Le vendite BMW Audi sono soprattutto nelle sw. Chi fa tanti km x lavoro non compera i suv.
Pagine