NEWS

Alfa Romeo Giulia: i prezzi dell’edizione 2020

Pubblicato 24 dicembre 2019

Piccoli interventi migliorativi per la Giulia, soprattutto negli interni e nelle dotazioni tecnologiche. Il listino parte da 40.000 euro.

Alfa Romeo Giulia: i prezzi dell’edizione 2020

DI SERIE IL CAMBIO AUTOMATICO - L’Alfa Romeo Giulia edizione 2020 (leggi qui il primo contatto) è già ordinabile e sarà in consegna a partire da gennaio. Il listino parte da 40.000 euro, un prezzo riferito alla turbodiesel con motore 2.2 da 136 CV e l’allestimento base. A parità di motore, l’allestimento Super costa 43.000 euro, mentre servono 46.500 euro per il Business con il turbo 2.0 da 200 CV, il più economico fra quelli con motore a benzina. Per tutte le Giulia è di serie il cambio automatico a 8 marce e la trazione posteriore, mentre quella integrale Q4 è disponibile solo con l’allestimento Veloce, il più ricco: costa 57.700 euro con il motore 2.2 da 210 CV e 58.900 euro con il 2.0 da 280 CV. 

GLI ALLESTIMENTI - L’Alfa Romeo Giulia ha di serie i cerchi in lega di 16”, i sedili in tessuto, il “clima” automatico bizona, lo schermo touch di 8,8” del sistema multimediale e alcuni aiuti alla guida, come la frenata automatica con funzione anti-investimento dei pedoni e il sistema di contro l’involontario del cambio di corsia. A parità di motore, l’allestimento Super costa 3.000 euro in più, per i quali offre i cerchi di 17”, i fari allo xeno, la soglia d’accesso in alluminio, i sensori di distanza posteriori e la compatibilità con Android Auto ed Apple Car per gli smartphone. Per 1.000 euro in più c’è il Business, privo della soglia d’accesso in alluminio e dei cerchi di 17” (ha quelli di 16”), ma nell’equipaggiamento di serie ci sono il regolatore di velocità adattativo, le bocchette del “clima” per i passeggeri posteriori, la presa usb posteriore e il sistema d’accesso a bordo senza chiave.

LA SPRINT È PER GLI SPORTIVI - L’allestimento Sprint dell’Alfa Romeo Giulia ha un prezzo di listino superiore di 3.000 euro rispetto al Super, però aggiunge la pedaliera in alluminio, il volante sportivo in pelle, i cerchi di 18”, le pinze dei freni neri, due scarichi, il regolatore di velocità adattativo, i sensori di distanza anteriori e la telecamera posteriore di parcheggio. A impreziosire il Executive, di 3.000 euro più caro del Business, sono i cerchi di 18”, le soglie d’accesso in alluminio, i sensori di prossimità anteriori, la telecamera posteriore di parcheggio, il monitoraggio dell’angolo cieco negli specchietti, il sistema contro l’involontario cambio di corsia, il sistema che riproduce i cartelli stradali nel cruscotto e quello che monitora lo stato di affaticamento del guidatore, consigliandosi di effettuare una sosta se percepisce segni di assopimento.

TI E VELOCE, LE PIÙ RICCHE - I sedili in pelle, il volante riscaldato, gli inserti in legno, i cerchi di 18” e la ricarica senza filo per gli smartphone compatibili sono fra le dotazioni presenti per il più ricco allestimento Ti, in vendita a 4.500 euro in più del Executive, ma in più ci sono anche il regolatore di velocità con funzione di arresto e ripartenza nel traffico a “singhiozzo”, il sistema che monitora il livello di attenzione nel conducente e quello che riproduce i cartelli stradali nel cruscotto. L’allestimento più ricco è il Veloce, che costa 4.500 euro in più dello Sprint: ha i sedili sportivi in pelle (quello di guida regolabile elettricamente), il volante riscaldato, i cerchi di 19”, i freni maggiorati e il pacchetto completo di aiuti alla guida.

I PREZZI

  PREZZI IN EURO
MOTORE BASE SUPER BUSINESS SPRINT EXECUTIVE TI VELOCE
2.0 AT8 RWD 200 CV     46.500  48.500 49.500    
2.0 AT8 Q4 280 CV             58.900
2.2 AT8 RWD 136 CV 40.000 43.000 44.000        
2.2 AT8 RWD 160 CV     45.000 47.000 48.000    
2.2 AT8 RWD 190 CV       49.500   55.000  
2.2 AT8 Q4 210 CV             57.700
Alfa Romeo Giulia
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
1131
184
93
97
182
VOTO MEDIO
4,2
4.176645
1687


Aggiungi un commento
Ritratto di remor
26 dicembre 2019 - 22:09
Giulietta terminata produzione già da Ottobre. Tonale non si sa nemmeno se poi intanto che la fine la fanno, figuriamoci il resto quali eventuali b-suv o a-suv. Dopo di che Terraco boh, si ferma a 190CV, direi che nel neogruppo italofrancese più che vedersela con la 5008 o la C5 aircross. E resta comunque da abbinare un'Alfa alla Mii, c'è rimasta solo la Giulia (avessero almeno mantenuto in vita la Exeo/A4)
Ritratto di marcoveneto
26 dicembre 2019 - 23:20
Quando si amplia l offerta non fa clamore, è quando si riduce che fa più notizia... Soprattutto se togli due auto popolari come Giulietta e mito..poi sul cambio manuale sono dell'idea che potevano tenerlo, ma sulla bontà del progetto Giulia non si discute.
Ritratto di Alfa1967
26 dicembre 2019 - 17:05
E l'automatico della Giulio è favoloso. Altra categoria rispetto a quello che avevo sulla 159.
Ritratto di Flavio8484
25 dicembre 2019 - 14:26
Ma non fate gli ipocriti, se ormai il manuale non lo vuole piu nessuno, xche nessuno vuole piu guidare, ma guarda agli adas, adidas o ashish come si chiamano neanche lo so, xche metterlo?un colpo al cuore x i tradizionalisti come me, ma questo è il mercato
Ritratto di Pavogear
25 dicembre 2019 - 18:59
Certamente Flavio. Ogni marchio punta a fare i suoi interessi. Ma Alfa Romeo ha dichiarato di puntare molto sul piacere di guida, e la mancanza del cambio manuale non è cosa da poco e proporlo non costerebbe nulla
Ritratto di marcoveneto
25 dicembre 2019 - 23:44
Il bello è che un sacco di gente che ha gli adas, o non sa usarli o li disattiva. Ps concordo con pavogear, era più giusto proporre entrambi, soprattutto per un marchio sportivo come alfa.
Ritratto di Alfa1967
26 dicembre 2019 - 17:07
Prova a guidare tutti i.giorni in coda o tra semafori e rotonde. Ti assicuro che il.cambio automatico lo vorrai sempre.
Ritratto di Flavio8484
26 dicembre 2019 - 20:43
È cio che faccio tutti i santi giorni, ma quando la strada è in montagna, con continue curve, falla con l automatico e vedi che gran rottura di...
Ritratto di Andre_a
27 dicembre 2019 - 10:20
@Flavio8484 io non estremizzerei il concetto: un buon automatico ti permette di divertirti anche tra le curve, puoi tenere entrambe le mani sul volante e concentrarti sulla guida, oppure cambiare in stile F1. Mi sembra legittimo che alcune persone preferiscano il manuale e altre l'automatico, e sarebbe bello se ci lasciassero la scelta. Cosí é come se dicessero: siccome l'80% dei clienti la compra bianca o grigia, in altri colori non la vendiamo piú.
Ritratto di Flavio8484
27 dicembre 2019 - 23:15
Ma è verissimo cio che dici, ma il mio commento era x focalizzarsi su un aspetto:se tolgono il manuale è xche purtroppo questo chiede la gente! Sono il primo a non considerare l automatico, xche non mi diverte tutto qui, giusto sarebbe proporre entrambe
Pagine