NEWS

Alfa Romeo Giulia e Stelvio Quadrifoglio 2020: stessa potenza più connettività

Pubblicato 07 maggio 2020

Anche le versioni Quadrifoglio dell’Alfa Romeo Giulia e Stelvio si rinnovano. Arrivano la guida semiautonoma di livello 2, un nuovo impianto multimediale touchscreen e alcune migliorie agli interni.

Alfa Romeo Giulia e Stelvio Quadrifoglio 2020: stessa potenza più connettività

COSA CAMBIA - Dopo aver svelato lo scorso autunno le rinnovate Alfa Romeo Giulia e Stelvio, arrivano anche per le Quadrifoglio tutte le novità del “Model Year 2020”. Se sotto al cofano della berlina e della Suv sportive pulsa sempre il 2.9 V6 da 510 CV e 600 Nm, le nuove Quadrifoglio si arricchiscono delle ultime tecnologie di assistenza alla guida semiautonoma di livello 2, di un moderno sistema multimediale con schermo touchscreen da 8,8” e di nuove possibilità di personalizzazione per gli interni e la carrozzeria. 

SEGUE IL TRAFFICO E LE CORSIE - Il cruise control adattativo delle Alfa Romeo Giulia e Stelvio Quadrifoglio 2020 è ora dotato della funzione di arresto e ripartenza nel traffico a “singhiozzo” mentre attraverso il riconoscimento dei cartelli stradali può regolare la velocità in base ai limiti della strada percorsa. A questo sono poi abbinati il sistema di mantenimento di corsia attivo e il monitoraggio dell’angolo cieco.

HANNO IL TOUCHSCREEN - L’impianto multimediale delle Alfa Romeo Giulia e Stelvio Quadrifoglio 2020 è stato rivisto da cima a fondo. Anche se la diagonale rimane la stessa (8,8”), il display ha una grafica più raffinata ed è a sfioramento, sebbene sia sempre possibile controllarlo anche con la manopola sul tunnel centrale. Le “schermate” sono composte da icone che si possono spostare a piacimento per porre in evidenza le funzioni preferite, come si fa con gli smartphone. Inoltre, il sistema è arricchito dell’hot spot Wi-Fi, che può supportare fino a otto telefoni, e della gestione a distanza di alcune funzionalità tramite il telefonino. Per esempio, l’apertura e la chiusura delle porte, l’invio al navigatore dell’itinerario del prossimo viaggio e il collegamento con assistenti vocali di casa come Alexa e Google home. 

NUOVI COLORI E SCARICO - A distinguere esteticamente le nuove Alfa Romeo Giulia e Stelvio Quadrifoglio 2020 ci pensano la nuova finitura brunita dei fanali, dei loghi e della mascherina e le inedite verniciature ispirate alle Alfa Romeo del passato: sono il Verde “Montreal”, il Rosso “Villa d’Este”, l’Ocra “GTJunior”. Sulla Stelvio Quadrifoglio sono inoltre disponibili nuovi cerchi in lega maggiorati da 21”, mentre per entrambe le vetture è previsto un nuovo impianto di scarico sportivo (optional) firmato Akrapovič e caratterizzato dai terminali di scarico in carbonio. All’interno dell’abitacolo, oltre alle novità distintive del “Model Year 2020” come il tunnel centrale ridisegnato e la nuova leva del cambio automatico le Quadrifoglio possono ora contare su una maggiore personalizzazione delle finiture con rivestimenti in pelle o Alcantara e cuciture a contrasto di diversi colori. 

PIÙ AVANTI IL LISTINO - Non cambia la meccanica delle nuove Alfa Romeo Giulia e Stelvio Quadrifoglio 2020, sebbene i tecnici del Biscione siano intervenuti su alcuni dettagli come il miglioramento dell’isolamento acustico dal manto stradale. Le Alfa Romeo Giulia e Stelvio Quadrifoglio 2020 saranno ordinabili dai prossimi mesi; al momento non si conosce ancora il listino delle due vetture ma si ipotizza un prezzo in linea o appena superiore alle versioni disponibili fino a questo momento. 

VIDEO
Alfa Romeo Giulia
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
1195
210
102
110
197
VOTO MEDIO
4,2
4.15546
1814




Aggiungi un commento
Ritratto di rollotommasi
9 maggio 2020 - 06:38
Certo una macchina è valida in base al dispositivo wireless che dispone.
Ritratto di Pavogear
7 maggio 2020 - 14:20
Avevano detto che avrebbero portato i fari led in occasione del restyling che ci sarà con l'uscita della Tonale. La trovo una scelta un po' discutibile, ma potrebbe servire per fare della Tonale un modello più innovativo
Ritratto di katayama
7 maggio 2020 - 14:28
A 'sto punto sarebbe stato meglio che col restyling avessero lasciato il vecchio infotainment (già superato appena uscito). Con la Tonale poi, sai che figurone!
Ritratto di troy bayliss
8 maggio 2020 - 08:13
1
per me questo MY 20 è una c@g@t@ pazzesca..come diceva Fantozzi, nel senso che gli aggiornamenti sono "finti" . I led li porteranno con la Tonale in modo da darle più risonanza è un affermazione che annovera in sè un masochismo assurdo di Alfa..della serie lo sviluppo dei fari a led è partita da almeno 15 anni e presentati da Audi 10 anni fa circa...e ce li hanno tutti, anche la clio e captur..di serie...Fa effettivamente ridere.Aggiungo una cosa sul colore del servizio: molto bello mi piace molto..ma su queste Alfa fa schifo...nn le si addice per nulla..nn è un colore Alfa
Ritratto di Hypercar_
8 maggio 2020 - 15:01
Concordo Troy, fa veramente ridere come facciano passare il fatto che renderanno i LED disponibili. Triste pensare che la prima auto a montarli fu la Maserati 3200, bei tempi in cui esisteva una Fiat ed FCA che faceva vere auto
Ritratto di rollotommasi
9 maggio 2020 - 06:42
A me dei fari Led non me ne fregherebbe nulla e mi fate sorridere quando mischiate discorsi da pistaioli a fanatismi tecnologici. Ma almeno sulla Quadrifoglio i fari di ultima generazione sarebbero stati doverosi per via del prezzo di listino.
Ritratto di troy bayliss
10 maggio 2020 - 12:08
1
per rollotommasi: qui non è una questione tecnologica o da fighetti.E' un dato di fatto che il led consuma meno dura di più e soprattutto ha una luminosità migliore, a dir poco, degli alogeni. A meno che tu non abbia un radar da panfilo, cosa preferisci vedere ed essere visto...o andare a naso? sarà uno degli optional indispensabili che vorrò nella mi aprossima auto. PS: la giulietta è stata la prima a portare stop e luci di posizione di serie a led...e poi? fermati basta x i prossimi 50 anni...eee troppa fatica continuare lo sviluppo.Infatti adesso si stanno "riposando"
Ritratto di rollotommasi
11 maggio 2020 - 03:07
Invece con i fari allo xeno non si vede nulla...
Ritratto di troy bayliss
11 maggio 2020 - 07:53
1
se metti il braccio fuori dal finestrino per segnalare la svolta...funziona.Anche se canti in macchina per 3 ore per farti 300 km..funziona.Anche se apri i finestrini ad agosto funziona.E' un netto passo avanti della tecnologia e bisogna accettarla.Se vuoi entrare nel segmento premium non ne puoi fare a meno.E poi è risaputo che alfa è in perenne ritardo....se arriva
Ritratto di Magnificus
7 maggio 2020 - 15:24
In effetti marchio che viene ricordato dalle vecchie generazioni antecedente agli anni 80 ...forse 70 dove probabilmente erano grandi macchine ...ora mi sembrano tombini ,generaraliste come quasi tutti i marchi presenti sul mercato.Forse sarebbe il caso di creare una linea AR un po' più limitata e più grezza ...diciamo tipo Lotus per rivalutare il marchio e lasciarlo un po' di nicchia per rivalutarlo...so che è una strada difficile ma ...per vederlo cosi
Pagine