NEWS

Alfa Romeo Giulia e Stelvio Quadrifoglio 2020: stessa potenza più connettività

Pubblicato 07 maggio 2020

Anche le versioni Quadrifoglio dell’Alfa Romeo Giulia e Stelvio si rinnovano. Arrivano la guida semiautonoma di livello 2, un nuovo impianto multimediale touchscreen e alcune migliorie agli interni.

Alfa Romeo Giulia e Stelvio Quadrifoglio 2020: stessa potenza più connettività

COSA CAMBIA - Dopo aver svelato lo scorso autunno le rinnovate Alfa Romeo Giulia e Stelvio, arrivano anche per le Quadrifoglio tutte le novità del “Model Year 2020”. Se sotto al cofano della berlina e della Suv sportive pulsa sempre il 2.9 V6 da 510 CV e 600 Nm, le nuove Quadrifoglio si arricchiscono delle ultime tecnologie di assistenza alla guida semiautonoma di livello 2, di un moderno sistema multimediale con schermo touchscreen da 8,8” e di nuove possibilità di personalizzazione per gli interni e la carrozzeria. 

SEGUE IL TRAFFICO E LE CORSIE - Il cruise control adattativo delle Alfa Romeo Giulia e Stelvio Quadrifoglio 2020 è ora dotato della funzione di arresto e ripartenza nel traffico a “singhiozzo” mentre attraverso il riconoscimento dei cartelli stradali può regolare la velocità in base ai limiti della strada percorsa. A questo sono poi abbinati il sistema di mantenimento di corsia attivo e il monitoraggio dell’angolo cieco.

HANNO IL TOUCHSCREEN - L’impianto multimediale delle Alfa Romeo Giulia e Stelvio Quadrifoglio 2020 è stato rivisto da cima a fondo. Anche se la diagonale rimane la stessa (8,8”), il display ha una grafica più raffinata ed è a sfioramento, sebbene sia sempre possibile controllarlo anche con la manopola sul tunnel centrale. Le “schermate” sono composte da icone che si possono spostare a piacimento per porre in evidenza le funzioni preferite, come si fa con gli smartphone. Inoltre, il sistema è arricchito dell’hot spot Wi-Fi, che può supportare fino a otto telefoni, e della gestione a distanza di alcune funzionalità tramite il telefonino. Per esempio, l’apertura e la chiusura delle porte, l’invio al navigatore dell’itinerario del prossimo viaggio e il collegamento con assistenti vocali di casa come Alexa e Google home. 

NUOVI COLORI E SCARICO - A distinguere esteticamente le nuove Alfa Romeo Giulia e Stelvio Quadrifoglio 2020 ci pensano la nuova finitura brunita dei fanali, dei loghi e della mascherina e le inedite verniciature ispirate alle Alfa Romeo del passato: sono il Verde “Montreal”, il Rosso “Villa d’Este”, l’Ocra “GTJunior”. Sulla Stelvio Quadrifoglio sono inoltre disponibili nuovi cerchi in lega maggiorati da 21”, mentre per entrambe le vetture è previsto un nuovo impianto di scarico sportivo (optional) firmato Akrapovič e caratterizzato dai terminali di scarico in carbonio. All’interno dell’abitacolo, oltre alle novità distintive del “Model Year 2020” come il tunnel centrale ridisegnato e la nuova leva del cambio automatico le Quadrifoglio possono ora contare su una maggiore personalizzazione delle finiture con rivestimenti in pelle o Alcantara e cuciture a contrasto di diversi colori. 

PIÙ AVANTI IL LISTINO - Non cambia la meccanica delle nuove Alfa Romeo Giulia e Stelvio Quadrifoglio 2020, sebbene i tecnici del Biscione siano intervenuti su alcuni dettagli come il miglioramento dell’isolamento acustico dal manto stradale. Le Alfa Romeo Giulia e Stelvio Quadrifoglio 2020 saranno ordinabili dai prossimi mesi; al momento non si conosce ancora il listino delle due vetture ma si ipotizza un prezzo in linea o appena superiore alle versioni disponibili fino a questo momento. 

VIDEO
Alfa Romeo Giulia
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
1194
210
102
110
197
VOTO MEDIO
4,2
4.15499
1813




Aggiungi un commento
Ritratto di lybram
8 maggio 2020 - 15:44
queste auto hanno un frontale NON ALFA ROMEO, non hanno anima, sono anonime, quasi cinocoreane. girano render su future alfa ancora così connotate ma saranno sicuri flop. un'ALFA deve avere QUALITÀ e CARATTERE. per resyling e novità io vedrei bene solo QUESTO: https://www.money.it/Nuova-Alfa-Romeo-Alfetta-in-arrivo
Ritratto di ELAN
8 maggio 2020 - 17:44
1
Hanno anni luce più carattere di certe mostruosità premium tedesche, soprattutto bavaresi, partorite recentemente.
Ritratto di 82BOB
8 maggio 2020 - 18:08
Veramente bello il frontale che hai linkato... se non sbaglio l'avevi già postato in altro articolo su AR... magari, sarebbe bello vederla in strada una vettura così, a differenza di questa Giulia che, per quanto intrinsecamente più bella di MB e BMW (molto dovuto allo stemma che porta), non fa certo girare la testa, a differenza della progenitrice 159 e della "nonna" 156 che fanno ancora rimanere a bocca aperta! Comunque il lavoro fatto sulla Tonale, come design, è veramente interessante, sia nel frontale che al posteriore (un po' meno nel corpo vettura che è troppo "vaso di fiori")!
Ritratto di lybram
9 maggio 2020 - 08:30
bravo! ottima memoria ;))))
Ritratto di katayama
9 maggio 2020 - 14:20
Bello quel frontale, che riporta al cipiglio arrogante e severo tipico delle Alfa anni 70 e 80 (uniche eccezioni: 156 restyling Giugiaro e 159). La Tonale mi pare, comunque, sia già perfettamente "in bolla" (tipologia d'auto a parte).
Ritratto di PETROLHEAD_08
8 maggio 2020 - 17:46
Ridatele il manuale per essere perfetta signori fca. Grazie molte...
Ritratto di stelvioqv
8 maggio 2020 - 18:28
ciao a tutti sono un felice possessore di Stelvio qv MY19. Scendo da un Q7 e sono felice della mia scelta, la dinamicità e le prestazioni di quest'auto valgono 10 touch screen e altrettanti fari led di cui , io , non sento assolutamente la mancanza. Alcuni dettagli migliorabili ma nel complesso un vero gioiello italiano!!!
Ritratto di jmfa
21 maggio 2020 - 21:07
Stelvioqv Né più né meno, ecco i "pappagalli" delle auto tedesche che non sanno cosa sia un'Alfa Romeo.
Ritratto di ziobell0
8 maggio 2020 - 23:02
alfa si perde in un bicchier d'acqua, nonostante le difficoltà riesce a tira re fuori due modelli più che buoni e tralascia le due cose più stupide ma che il cliente di oggi considera imprescindibili: luci led e sistema multimediale. Che arrivano con ritardi imbarazzanti. E via ad inseguire... p.s. ti ra re secondo alvolante è da censurare??
Ritratto di Lorenz99
9 maggio 2020 - 17:42
CHE TRISTEZZA VEDERE UN MARCHIO COSÌ IMPORTANTE IN STATO COMATOSO. CAPISCO CHE FARE NUOVI E PIÙ MODELLI RICHIEDA GRANDE LIQUIDITÀ. MA LASCIARE MORIRE DI VECCHIAIA LA GAMMA A COSA PORTA? LA CONCORRENZA È AGGUERRITISSIMA. SE NON SI VENDE NON SI FANNO UTILI E NON SI PUÒ FINANZIARE LA NASCITA DINUOVI MODELLI. ALLORA RESTANO 2 SCELTE O CEDO IL MARCHIO A CHI PUÒ INVESTIRCI O LO RIPOSIZIONO(OGGI ALFA VENDE MENO ANCHE DI PORSCHE) SE NON SI PUÒ SOSTENERE IL MERCATO MEDIO ALTO, ALLORA MEGLIO FARLA DIVENTARE UNA "FERRARI 2" CON SOLO SPORTIVE SERIE LIMITATE, ED EVENTUALMENTE SUPERSUV. MA VOLER SFIDARE I TEDESCHI CHE HANNO GAMME TRA I 20 E 30 MODELLI , CON 2/3 MODELLI NON HA SENSO. SE PENSIAMO CHE AUDI IN 25 ANNI, SENZA HERITAGE E REPUTAZIONE ,OGGI PUÒ SFIDARE MB E BMW, CHE POTENZIALITÀ AVREBBE UNA CASA DI 110 ANNI CHE HA CORSO IN F1 E HA FORMATO UN CERTO COMMENDATORE.
Pagine