NEWS

Alfa Romeo Giulia e Stelvio Quadrifoglio Nring: tornano… a casa loro

15 giugno 2018

Le serie limitate Quadrifoglio Nring puntano su un look ancora più grintoso.

Alfa Romeo Giulia e Stelvio Quadrifoglio Nring: tornano… a casa loro

GRINTA DA PISTA - L’Alfa Romeo ha puntato sul fascino del circuito tedesco Nürburgring per mettere in luce l’anima sportiva delle Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio e Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio, che hanno il loro pezzo forte nel motore V6 2.9 da 510 CV: grazie ad esso scattano da 0 a 100 km/h in meno di 4,0 secondi e superano i 300 km/h di velocità massima. Le Giulia Quadrifoglio e Stelvio Quadrifoglio hanno fatto segnare tempi di riferimento sulla pista tedesca (la Stelvio detiene il record assoluto per le suv) e il costruttore ha voluto rendervi omaggio, lanciando due versioni in edizione numerata più grintose delle “normali” Quadrifoglio: si chiamano Nring (nelle foto) ed sono ordinabili in Europa e Medio Oriente, anche se gli esemplari disponibili sono 108 per modello (un riferimento ai 108 anni di “vita” dell’Alfa Romeo). I prezzi sono 127.000 euro per la Giulia e 133.000 euro per la Stelvio.

TANTO CARBONIO - Le Alfa Romeo Giulia e Stelvio Quadrifoglio Nring sono molto ben equipaggiate e e si riconoscono per la vernice esclusiva grigio Circuito, ma l’equipaggiamento di serie comprende anche i dischi freno in materiale composito, i sedili sportivi della Sparco con cuciture rosse e guscio in fibra di carbonio, lo stesso materiale presente sull’impugnatura del cambio automatico a 8 marce, sul volante (rivestito anche in pelle e Alcantara) e sulla consolle. Qui è presente anche una targhetta con indicato il numero dell’esemplare. Sono in fibra di carbonio anche la mascherina anteriore, le minigonne laterali e i gusci degli specchietti. Su entrambe non sono previste novità alla meccanica, che rimane a trazione posteriore per la Giulia Quadrifoglio e a trazione integrale per la Stelvio Quadrifoglio, entrambe dotate del potente motore V6 e del cambio automatico EAT8.

LOOK GRIFFATO - Le versioni Nring sono da collezione e per questo motivo l’Alfa Romeo non sembra aver lasciato nulla al caso, offrendo nel prezzo una riproduzione dell’auto in scala 1:18 e una serie di accessori per far sentire chi la acquista un vero pilota: sono compresi i guanti da guida e un giubbotto “griffati” dallo specialista Sparco, un borsone, gemelli e scarpe in pelle e tessuto con il logo dell’Alfa Romeo. Tutti gli acquirenti inoltre avranno diritto a un corso di guida proprio al Nürburgring.

VIDEO
loading.......
Alfa Romeo Giulia
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
1054
176
67
42
83
VOTO MEDIO
4,5
4.459915
1422
Aggiungi un commento
Ritratto di gijigg
15 giugno 2018 - 17:01
1
AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA
Ritratto di Leonal1980
15 giugno 2018 - 21:31
3
Ma sei alfa dipendente... help!
Ritratto di Alfa1967
15 giugno 2018 - 14:52
Marchionne sbaglia a non considerare la Giulia station. Dopo tre 159sw ho comprato la Giulia ma per chi e' agente di commercio come me e' molto meglio la station. Purtroppo con tale scelta,indirizzano i clienti su macchine straniere. Marchionne vieni sulle autostrade italiane e forse cambi idea.
Ritratto di puccipaolo
15 giugno 2018 - 22:25
5
Da agente di commercio non posso che darti ragione. Chi fa tanti km per lavoro e non ha eccessive esigenze di carico, ma comunque superiori a quelle offerte da una berlina non può che indirizzarsi verso una stranota Audi A4 avant o Mercedes C SW...per rimanere nella categoria. Basti prendere l'autostrada per rendersene conto. Non credo che alla Alfa abbiano difficoltà a disegnare una Giulia SW bella come la berlina.
Ritratto di neuro
15 giugno 2018 - 16:26
quel colore sta proprio bene sulla Giulia!
Ritratto di Ercole1994
15 giugno 2018 - 19:16
Adoro queste Alfa del nuovo corso, che seguo con molta curiosità dall'ormai lontano 24 Giugno 2015, giorno della presentazione dell'attuale Giulia. Questo bel grigio, dona moltissimo ad ambedue le auto. Peccato non potermele permettere...:(
Ritratto di Strige
15 giugno 2018 - 23:53
Ma sapete che qui a Londra non ne ho visto manco una fino ad ora? Sono un fan BMW ma vorrei vederne una dal vivo per sapere come e', niente, proprio zero. Poi per carita', pure quando torno in Italia, in veneto, anche li, nemmeno una. Saro' sfortunato io. Da quando e' uscita non ne ho vista nemmeno una. E dire che a Londra, per chi e' appassionato di auto, vede il mondo....una citta' concessionario a cielo aperto.
Ritratto di Gordo88
16 giugno 2018 - 00:14
Fantastica la giulia l unica degna di poter fregiarsi del marchio qv
Ritratto di luperk
16 giugno 2018 - 03:21
Comunque la realtà come al solito va al di là di ogni discorso da tifosi del marchio: alfa con stelvio Q ha fatto il miglior suv performante medio in circolazione; la stelvio con motori più normali, come la 210 e la 280 cv, è invece un suv nella media del segmento come le varie X3, GLC, Q5, XC60 e velar (questa è più ricercata nei dettagli e negli interni, ma meccanicamente è al livello delle altre) la giulia Q è anch'essa impressionante ma non così dominante quanto la stelvio nei confronti dei rivali: la nuova RS5 sportback è, in toto (spazio, fruibilità, dettagli stilistici, tecnologie meccaniche, hitech, comfort) superiore alla giulia Q, dal fronte opposto, la jaguar XE project, che non necessariamente deve essere ordinata con i soli 2 posti e rollbar, è una berlina sportivissima e con molte altre carenze, ma più estrema e sportiva della giulia Q. Va comunque sempre dato laudo ad alfa romeo per essere passata in 10 anni dall'avere in gamma utilitarie mediocri come MiTo e 147 all'avere due tra i migliori prodotti medi in circolazione.
Ritratto di gjgg
16 giugno 2018 - 08:05
1
In completo accordo per le parti iniziale e parzialmente finale del discorso (la 147 mi è sempre piaciuta). Nutro invece dei dubbi sul discorso comfort Rs5 > comfort Giulia Q, nel senso che da un lato non penso di aver letto in merito a confronti diretti in cui emergesse o venisse affermato ciò. Oltretutto nelle versioni "lisce" dalla comparativa a quattro risultò, dati strumentali alla mano (e non i classici discorsi di opinione e poco empiricamente determinabili come l' ergonomia dei comandi perfetta, o la sublime aria che si respira all'interno) Giulia con Classe C più confortevole di 3er e A4 (che penso sia equivalente a A5), ripeto dati strumentali alla mano. Idem sul fatto delle tecnologie meccaniche: la scelta della trazione posteriore mi sembra su una sportiva di questo rango ben più nobile dell'integrale (che pure in Alfa hanno e sanno fare, tant'è che lo adotta la Veloce, ma anche la Stelvio Q); ma anche il motore alla fine sono pari cilindrata ma quello Alfa dà ben più cavalli (e anche per questo poi in pusta...). E che dire dei freni wireless, la Rs5 è uscita dopo e nemmeno lo ha, mentre Giulia sì. Che poi già per logica, non sembra pratici che quella delle 2 che adotta le soluzioni tecniche -motoristiche migliori in chiave prestazionale, poi prestazionalmente stia indietro. Tutto ciò, lo devo sottolineare, col max rispetto per le performance della nuova Rs5 che comunque rispetto alla precedente ha fatto un bel salto prestazionale avvicinandosi tale da praticamente affiancare la M4 (in vista che arrivi la nuova nei prossimi anni); ma fra l' altro avversarie di entrambe non sarebbe nemmeno la Giulia (che è una berlina) ma bensì la prossima imminente GTV
Pagine