NEWS

Alfa Romeo Giulia e Stelvio: arrivano le Web Edition

Pubblicato 14 giugno 2021

LAlfa Romeo propone due allestimenti speciali di Giulia e Stelvio dedicati a coloro che acquisteranno le vetture sulla piattaforma online della casa.

Alfa Romeo Giulia e Stelvio: arrivano le Web Edition

SI COMPRANO ONLINE - Ordinare la Alfa Romeo Giulia e Alfa Romeo Stelvio Web Edition è molto semplice: basterà collegarsi alla piattaforma dedicata https://www.alfaromeo.it/e-shop, scegliere la vettura desiderata tra quelle disponibili in pronta consegna, prenotarle e, infine, concludere l’acquisto direttamente in concessionaria. L’offerta prevede cinque anni di garanzia e i primi due tagliandi.
 
LA GIULIA - Le Alfa Romeo Giulia e Stelvio Web Edition, possono contare su un ricco allestimento. La Giulia nasce sulla base dell’allestimento Executive, aggiungendo in più i cristalli posteriori oscurati, il sedile posteriore abbattibile, le pinze freno rosse, le palette cambio al volante, il caricatore wireless per gli smartphone e i sistemi avanzati di sicurezza alla guida. La Giulia Web Edition viene proposta con il motore 2.2 turbodiesel da 190 CV abbinato al cambio automatico a 8 marce e alla trazione posteriore.

LA STELVIO - La Stelvio Web Edition è invece basata sull’allestimento Veloce, a cui aggiunge diversi sistemi di assistenza alla guida, il caricatore Wireless per gli smarthpone, l’apertura del portellone elettroattuata e i cristalli posteriori oscurati. Sono poi previsti le pinze freno gialle e il Pack Performance, che comprende le palette cambio al volante in alluminio, il bloccaggio differenziale posteriore e le sospensioni attive Alfa Active Suspension. È abbinabile al propulsore 2.0 turbo benzina da 280 CV o al 2.2 turbo diesel da 210 CV, entrambi proposti con il cambio automatico a 8 marce e la trazione integrale Q4. 

Alfa Romeo Stelvio
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
559
163
105
117
165
VOTO MEDIO
3,8
3.75203
1109




Aggiungi un commento
Ritratto di katayama
15 giugno 2021 - 13:11
@mondoka "...perché una Giulia 2.2 150-160CV aziendale con qualche anno di vita attorno ai 20.000€, e se ne trovano, mi cattura l'attenzione..." Ma lo capisco benissimo. Ti prendi un'auto "esclusiva" (ce ne sono poche in giro, almeno rispetto agli altri modelli citati) a meno di un'utilitaria, e fai l'affare della vita. Tu, non l'azienda che l'ha prodotta, però. E capisco benissimo il tuo punto, vivi pure in Italia con la rete d'assistenza sotto casa... Su quest'altro tuo punto: "...l'eventuale nostra propensione a sentirci sempre noi Italiani quelli che scelgono male se un'auto che altrove non fa grandi numeri qui invece ha un certo gradimento." Ok, ma chi compra Alfa in Italia è soddisfatto esattamente come chi compra Skoda in Repubblica Ceca, solo che Skoda fa volumi significativi anche in altre nazioni ed è all'avanguardia, veramente. Certo, è un marchio di VAG, ma tant'è, dà lavoro a tantissime persone in quel paese, ne sostiene l'economia nazionale, ecc. D'altro canto, anche Alfa Romeo poteva "farsi comprare" da Ford, e a condizioni molto migliori di quelle offerte da Fiat (soprattutto in termini di occupazione e fabbriche). Ford, del resto, con Fiat ci provò anche ai tempi di Mussolini, in un contesto "autarchico-monopolistico" per certi versi analogo. Oggi, in logica "sliding doors", ad Arese ci potrebbe essere una fabbrica invece d'un centro commerciale, e una specie di pollaio di precari in batteria, con la data di scadenza stampigliata sul braccialetto. Peccato che Cuccia allora pose il veto, la notte prima della firma praticamente, e che poi il suo fido Romiti abbia completato l'opera, non prima d'aver messo alla porta l'ottimo Ghidella. Che se ne sarebbe andato comunque, capita l'antifona. Perdi gli uomini, quindi le fabbriche, e poi un pezzo significativo della tua economia nazionale. Infine, perdi e basta.
Ritratto di mika69
15 giugno 2021 - 09:31
Ma WOOOOWWWWWW !!!!!!
Ritratto di mika69
15 giugno 2021 - 09:36
Mi rivolgo ai possessori di Giulia. Mi sono seduto in concessionario su di Una Giulia, non so il modello, ma credo fosse un Veloce, e ho notato che il sedile guida non è regolabile basculante. Potrebbe essere poco male se questo fosse già regolato un po inclinato per contenere gli spostamenti del corpo in avanti nelle frenate decise...invece è anche piuttosto orizzontale e mi ha data abbastanza fastidio non sentire il supporto in quella zona... Mi sembra una carenza non da poco per un'auto così.
Ritratto di Sepp0
15 giugno 2021 - 09:53
Giulia basterebbe che aggiornassero la fanaleria e facessero pochi ritocchi multimediali dentro per farle fare altri 5 anni "tranquilla".
Ritratto di Check_mate
15 giugno 2021 - 09:55
Non dirlo, altrimenti ci prendono gusto e dopo la lasciano per altri 10 anni
Ritratto di mika69
15 giugno 2021 - 10:13
Spero di vedere il nuovo modello nel 2023 e sarebbe già tardi.
Ritratto di Sepp0
15 giugno 2021 - 10:27
Dubito fortemente, se non ricordo male l'anno prossimo è previsto il "restyling di metà carriera" (ovviamente in ritardissimo as usual come da tradizione FCA), secondo me se mai ci sarà una Giulia MK2 se ne parla MINIMO nel 2025.
Ritratto di mika69
15 giugno 2021 - 10:38
Dipenderà anche un po' dal restyling...se sarà bello pesantino e andranno a sistemare anche le lacune più importanti potrebbe anche essere che riescano a vendere ancora qualcosa, perchè di per sè l'auto è ancora effettivamente bella.
Ritratto di Sepp0
15 giugno 2021 - 10:41
Mah, io francamente tolti i fari e l'assenza dentro di schermi touch\virtual-cockpit di grosse mancanze non ne vedo, ad ADAS sta messa così male?
Ritratto di mika69
15 giugno 2021 - 14:11
Sepp0 : Siamo nel 2021... 2025 è lontano e gli altri non stanno fermi. Se devi farla durare 4 anni non puoi dire "sì nel 2021 è ancora bella", ma devi guadare un po' più in là per non andare poi a ritoccare ogni 10 minuti. Meglio fare un qualcosa di importante che ti porti lontano piuttosto che metterci mano più volte. Comunque sì, non serve tanto, ma nemmeno giusto una pennellata.. Non sò rivedere fascioni, fanalerie, passaruota non so, fare qualcosa, e interni da rendere più tecnologici.
Pagine