NEWS

Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio da record al Nürburgring

08 settembre 2016

Dotata di cambio automatico a 8 rapporti la Giulia Quadrifoglio fa segnare 7:32 minuti, record per la sua categoria.

Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio da record al Nürburgring

GRAZIE ALL'AUTOMATICO - Quando fu svelata l'Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio esattamente un anno fa la casa annunciò che, durante lo sviluppo, aveva girato sul circuito del vecchio Nürburgring in 7:39 minuti. Oggi, secondo quanto comunica l'Alfa Romeo, la Quadrifoglio dotata del cambio automatico a 8 rapporti, recentemente reso disponibile come optional (qui per saperne di più), fa ancora meglio staccando un tempo record di 7:32 min.

UN TEMPO NOTEVOLE - Si tratta di un crono di assoluto rilievo che, non solo batte di ben 7 secondi quello precedente, ma stabilisce anche un primato di categoria. Per fare dei paragoni basti pensare che la Ferrari 458 Italia e la McLaren MP4-12C nel 2010 girarono in 7:28 minuti e la Porsche 911 (997) Turbo S in 7:32 min nello stesso anno. Ricordiamo che l'Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio è equipaggiata con il potente 6 cilindri a V dotato di turbo, 2.9 litri di cilindrata, capace di erogare 510 CV e una coppia massima di 600 Nm attraverso le ruote posteriori. Le prestazioni sono notevolissime: velocità massima di 307 km/h, accelerazione da 0 a 100 km/h in appena 3,9 secondi.

IL GIRO DI PISTA - Ma lasciamo spazio alla pista e gustiamoci il giro dell'Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio con alla guida il pilota-collaudatore Fabio Francia.

VIDEO
Alfa Romeo Giulia
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
1260
214
105
114
205
VOTO MEDIO
4,2
4.164385
1898




Aggiungi un commento
Ritratto di druido83
10 settembre 2016 - 18:29
grande pilota e grande mezzo!! però per essere pignoli il tempo parte da quando stacca e viene fermato appena uscito dall'ultima curva..ora non è che hanno imbrogliato tanto,solo qualche secondo in più..
Ritratto di EZIO 42
10 settembre 2016 - 19:04
Buona sera, non volevo più intervenire in queste discussioni, ma, l'argomento è troppo interessante, vorrei ricordare che noi ITALIANI abbiamo insegnato a tutto il mondo come si costruiscono le auto, dalle più lussuose alle più sportive, Lancia era il lusso e anche sportivo, andate a leggere cosa combinava ai suoi tempi, non dimenticate che il sig.Ferrari, (mente eccelsa) ereditò dalla Lancia tutto il pacco per la F1 dei tempi, vorrei ricordare ai più giovani la Fulvia Coupè la Stratos, la Fiat stessa conle utilitarie trsformate da Carlo Abarth in missili, ecc ecc quindi vuol dire che sapevamo fare, scelta sbagliata fu di far morire la Lancia quella vera, ricordo che il ns capo dello stato si sposta ancora oggi con l'Aurelia decapotabile che ha più di 50 anni, l'Alfa con i 1900 Pantera della polizia, le GTA la facevano da padrane, dove erano i tedeschi? Oggi grazie ad un uomo che si chiama Marchionne, tutti gli uffici tecnici della FCA hanno preso nuovi impulsi e siamo in grado di battere la concorrenza, sperando che non si faccia la vecchia corsa al risparmio sui costi (cosa che ci ha fregato sempre) ma correre dietro all'efficienza. Concluderei nel dire agli amici che scrivono su queste rubriche di essere più nazionalisti,e di fare attenzione quando si è alla guida, lo dice uno che il piede lo ha avuto sempre pesante, non è difficile andare a 300 Km/h, è difficile fermarsi! Ne approfitto per dirvi, lo sanno in tanti ma lo scrivo ugualmente, in 1SECONDO SI PERCORRONO 83,3 METRI- 1Km in 12" quindiun'ostacolo è chiaramente visibile a 500mt. cioè 6" prima delleventuale impatto, tempo di reazione circa 1" rimangono 417mt. poi per fermare l'auto...... dipende da tanti fattori, quindi se volete fare queste prove...... imparate anche le preghiere!!!!! Scusate se mi sono permesso.
Ritratto di palazzello
12 settembre 2016 - 09:12
Condivido e sottoscrivo quanto detto da te, nulla da aggiungere!!!
Ritratto di francu
13 settembre 2016 - 07:04
tutto quello che dici e' vero ma la storia racconta anche altro,cosa ofriva la germania anni 60 maggiolino in varie declinazioni per vw la prinz per audi-la ginetta su licenza iso rivolta per bmw e poi mercedes,il gruppo vw- audi e bmw sul baratro fallimento cambiarono direzione e si risollevarono da noi lancia incorporata alla fiat ,alfa dissanguata dalla operazione alfa sud poi anni 80 anche alfa in fiat,la mancanza di concorrenza in un periodo dove i mercati nazionali facevano da padrone e una sconsiderata politica di romiti che interessava a fare soldi con la finanza,con un sussulto nel era ghidella che quando ha cercato di var investire piu sull'auto lo hanno messo fuori,il tutto ha portato ad avere delle fiat un po piu lussuose per lancia e delle fiat piu sportive per alfa . pur riconoscendo che fiat ha sempre fatto ottimi motori,negli ultimi 30-35 anni non ha mai rispettato i programmi cambiandoli ogni 2 anni senza avere una visione chiara di cosa volesse fare ed andare,mi sembra che il maglioncino ora abbia intrapreso una direzione chiara,purtroppo non avendo individuato o forse costa troppo dove o come posizionare la lancia ha preferito farla morire
Ritratto di palazzello
12 settembre 2016 - 08:23
Fantastico video!!! correre così senza guanti e tuta ma solo con casco maglietta e jeans e una grande dote di coraggio!!! incredibile come stava composta a oltre 200 orari anche se era naturale che il pilota ogni tanto correggesse col volante la traiettoria. ho guardato tutto il video senza stancarmi...quasi quasi sembrava che guidassi io!!! in Alfa Romeo hanno fatto un grande lavoro. Inoltre non c'è bisogno di paragonarli ai prodotti tedeschi perché sono tutti validi e poi la differenza sta nelle caratteristiche di ogni marchio che poi le valorizza. Mancava da tanto una berlina italiana che ci facesse emozionare, ora aspetto che sul Ring giri il prossimo suv Alfa Romeo con lo stesso motore e chissà se strapperà un altro record!!!
Ritratto di Igor80
12 settembre 2016 - 09:11
Abbiamo sempre e da sempre pensato che i tedeschi sapessero fare le auto ma bisognerebbe andare indietro di 20 anni e vedere che i motori italiani erano decisamente meglio dei Tedeschi. Quale é stata la prima auto con lo start and stop una Fiat Regata ES quale la prima ad iniezione diretta diesel una Fiat Croma chi ha inventato in diesel common rail la Fiat e ci fanno credere che le auto teutoniche siano migliori. Chi produce le auto sportive di lusso più conosciute al mondo la Ferrari se vai per il mondo e chiedi che auto du lussi compreresti ti dicono Ferrari e se devono realuzzare un parco tematico lo realizzano a nome della Ferrari e sr chiedi una marca di cioccolata ti rispondono Nutella. Perché ogni tanto noi italiani non dobbiamo essere orgogliosi dei nostri prodotti
Ritratto di francu
13 settembre 2016 - 06:43
sulla 156 nel 1998
Ritratto di francu
13 settembre 2016 - 06:44
sulla regata E il primo star e stop fiat
Ritratto di francu
13 settembre 2016 - 06:45
piu importante il primo diesel a iniezione diretta per auto sulla croma 20 turbo diesel
Ritratto di nicktwo
13 settembre 2016 - 08:37
vediamola come una cosa filantropica... se non passavano il brevetto passando anche agli altri costruttori la possibilita' oggi il diesel non esisterebbe piu'... certo col senno di un poi visti gli sviluppi qualcuno potrebbe dire decisione sciellerata ma al tempo nessuno lo avrebbe pensato... saluti
Pagine