NEWS

Alfa Romeo Giulietta Carbon Edition: punta su look e dotazione

Pubblicato 06 giugno 2019

Nuova serie speciale per la compatta Alfa Giulietta, ordinabile in due versioni full optional.

Alfa Romeo Giulietta Carbon Edition: punta su look e dotazione

OPTIONAL A “BUON” PREZZO - Ricca dotazione e look sportivo. Sono queste le “armi” della nuova Alfa Romeo Giulietta Carbon Edition, una serie speciale disponibile per gli allestimenti  Sport e Veloce. Rispetto a questi ultimi costa 1500 euro in più, ma secondo i calcoli dell’Alfa Romeo ha di serie accessori che costerebbero il doppio se scelti singolarmente. 

DETTAGLI GIALLI - La Giulietta Sport Carbon Edition ad esempio parte da 28.300 euro, ma in più rispetto alla Giulietta Sport offre i fari bixeno (da soli costano 1300 euro per la Sport), i cerchi di 18” verniciati di nero e due pacchetti: quello Carbon Look, che comprende mascherina, bandelle sottoporta e gusci dagli specchietti dal look specifico, e il Pack Veloce - Giallo Corsa, in cui rientrano dettagli gialli per i sedili sportivi (rivestiti in tessuto e Alcantara), il volante, il pomello del cambio e la leva del freno di stazionamento. Sono gialli anche alcuni profili sui fascioni e le pinze dei freni. La Giulietta Sport Carbon Edition è ordinabile con i motori benzina 1.4 turbo e diesel 1.6, entrambi da 120 CV. 

SOLO DIESEL - La Giulietta Veloce Carbon Edition parte invece da 33.950 euro, 1500 euro in più della Veloce, ma sono di serie lo schermo tattile di 7” nella consolle, la retrocamera di parcheggio e gli equipaggiamenti della Sport Carbon Edition. L’unico motore è il diesel 2.0 da 170 CV.

Alfa Romeo Giulietta
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
530
266
173
153
218
VOTO MEDIO
3,6
3.55
1340




Aggiungi un commento
Ritratto di Michiflanoalila
6 giugno 2019 - 22:51
9 anni fa era la migliore compatta, ora si può comprare solo a km0 al 50% di più non gli si può chiedere
Ritratto di Pellich
7 giugno 2019 - 12:08
Non lo è mai stata la migliore compatta.. figuriamoci ora..
Ritratto di Ale94
6 giugno 2019 - 23:06
La situazione per Alfa Romeo sta diventando pesante, inutile commentare questa Giulietta che ormai non fa nemmeno più parte nemmeno nella TOP 50 in Italia ormai il mercato l ha messa fuori produzione, con le 4C che generano solo perdite ed è rimasta solo cabrio e le Giulia che non ha versioni come la SW e coupe che non vende e la Stelvio che non ha il successo sperato. La situazione è preoccupante -51% in Italia non si è mai visto prima!
Ritratto di zero
6 giugno 2019 - 23:22
L'auto è di per sé molto valida: sta benissimo in strada (cosa che non passa mai di moda!) e non si può dire che sia brutta a vedersi. Ma ha 10 anni e ha fatto la fine di 147, quando ormai da almeno vent'anni il ciclo di vita di un modello è mediamente 6 anni con una ristilizzazione importante a metà percorso (3 anni). Il problema sono sempre i denari: un marchio come quello Alfa Romeo richiede investimenti ingenti e costanti nel tempo... Il suo problema non è stato mai il lancio di modelli sbagliati, quanto il fatto di non averli (negli ultimi venti anni) seguiti e aggiornati nel corso degli anni. Anche Giulia e Stelvio sono arrivati al loro giro di boa e aspetterebbero già adesso la ristilizzazione pesante di metà carriera... Invece, si parla forse del 2021, quando invece per quell'anno dovrebbero essere quasi sul punto di essere sostituite da un modello completamente nuovo. Nel 2020 è prevista la Tonale e forse la GTV, ma secondo me è imperativo anche tornare a presidiare il segmento B come ai tempi della Mito, a limite con una crossover che faccia volumi di vendita. Giulietta è ormai il fantasma di sé stessa, senza più motori: un'Alfa di segmento C a benzina che non va più su dei 120 cv non si è mai vista! La sorte di questo segmento è ad oggi veramente incerta: credo che la sua sopravvivenza, così come quella dei progetti E-SUV e supercar, dipenderà molto dalle mosse nei segmenti B, C-SUV, D e D-SUV... Se anche questa volta non si avrà la capacità di inanellare la presentazione di vere novità e di veri aggiornamenti in modo costante, tempo cinque anni l'Alfa Romeo passa di mano a qualche costruttore estero. Spero proprio non accada mai. nel 2020 la versione di serie della Tonale e sempre nel medesimo anno dovrebbe presentare la sportiva GTV, forse al prossimo salone di Ginevra, mentre più tardi al Salone di Los Angeles o al più tari nel 2021 potrebbe arriva il concept del B-SUV e i restyling di Giulia e Stelvio. Il 2022 dovrebbe invece vedere l’arrivo dell’ammiraglia a ruote alte, ovvero l’E-SUV, mentre nel 2023 arriverà il turno, o almeno si spera, della supercar da 700 CV.
Ritratto di Blueyes
10 giugno 2019 - 09:58
1
Sottoscrivo tutto. Ho acquistato una Giulietta l'anno scorso ed è un'ottima auto, ma la gestione prodotto FCA è proprio deludente.
Ritratto di 1995
6 giugno 2019 - 23:30
Mi censuro da solo!
Ritratto di Giulk
7 giugno 2019 - 09:25
Ehhhh ho avuto per due anni la 2.0 jtdm 170cv, gran macchina, molto divertente da guidare ma diamine sono dieci anni che continuano a venderla cambiando cerchi o poco altro, per carità per me è ancora bellissima ma sarebbe ora di produrre qualcosa di nuovo, o no?
Ritratto di Illuca
7 giugno 2019 - 09:43
Basta... Si stanno accanendo su una malata terminale. Che lancino una "final edition" e mettano la parola fine a questa agonia
Ritratto di troy bayliss
7 giugno 2019 - 12:48
1
dopo averne avute 2 x vari motivi (nn mi dilungo). la mia ultima ha passato i 4 anni e la macchina è valida ma sinceramente basta.Se fosse uscita una nuova giulietta così come i rendering che girano in rete, molti come me l'avrebbero già cambiata.Mi dispiace che l'abbiano ridotta cosi perchè appena uscita la linea era giovane e piacevole, aveva il dna che allora nessuno aveva, i fari a led posteriori di serie (mentre quelli anteriori nn si vedono manco sulle ultime giulia e stelvio). Una nuova versione avrebbe aumentato la voglia di premium di Alfa Romeo che invece è ripetutamente caduta sulle pratiche di enne versioni della medesima auto.Forza Alfa svegliati la tonale uscirà nel 3000 d.c. tempi preistorici di reazione alle esigenze del mercato. Così nn andrai da nessuna parte e nn lamentarti se poi la gente compra made in germany
Ritratto di Giuliopedrali
7 giugno 2019 - 17:37
Carbon Look... Carbonifero superiore...
Pagine