NEWS

Per l'Alfa Romeo Giulietta una gamma meno ricca

23 dicembre 2015

La Giulietta non si può più ordinare con i motori di potenza più elevata, che dovrebbero tornare in occasione del restyling.

Per l'Alfa Romeo Giulietta una gamma meno ricca
OFFERTA PIÙ RAZIONALE - La casa del Biscione ha diffuso il nuovo listino dell'Alfa Romeo Giulietta, che risulta decisamente più scarno rispetto al passato. La berlina conta al momento su quattro motori e tre allestimenti, a composizione di un’offerta meno ricca ed articolata rispetto a quanto non fosse nei mesi scorsi. Il motivo? L'ipotesi è che la razionalizzazione della gamma stia preparando il terreno per la versione rinnovata dell'Alfa Romeo Giulietta che dovrebbe arrivare prima dell'estate 2016. Rinnovamento lieve a quanto si dice, che dovrebbe comprendere interventi estetici alla carrozzeria, con uno scudetto più simile a quello della Giulia, e all'abitacolo. La gamma della Giulietta dovrebbe tornare completa non appena sarà lanciato l’aggiornamento, il cui debutto potrebbe coincidere con il salone di Ginevra (3-13 marzo).
 
SPARISCE ANCHE LA QV - Da venerdì 17 dicembre l'Alfa Romeo Giulietta è ordinabile con il benzina 1.4 turbo (105 o 120 CV) e con i diesel 1.6 e 2.0, accreditati rispettivamente di 120 CV e 150 CV. L’offerta è completata dal 1.4 a Gpl (120 CV). Nel listino non sono più presenti i motori dal carattere più sportivo, come i benzina 1.4 turbo (150 CV e 170 CV) e 1.8 turbo (240 CV) ed il 2.0 a gasolio da 175 CV. La stessa politica è applicata alle versioni: l’Alfa Romeo Giulietta può essere ordinata negli allestimenti Progression, Distinctive e Business, quando fino a poche settimane fa erano a listino anche le versioni Sprint (nelle foto la Sprint Speciale), Exclusive e Quadrifoglio Verde. Che, però, saranno certamente ancora dispinibili per un po' negli stock delle concessionarie del Biscione.
Alfa Romeo Giulietta
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
530
266
173
153
218
VOTO MEDIO
3,6
3.55
1340




Aggiungi un commento
Ritratto di BUBBAilFiorentino
4 gennaio 2016 - 10:29
...per tutti i tedescofili: è stato reso noto che anche la BMW in America è stata multata per 40 milioni di dollari perche l'rgano competente in materia di sicurezza ha stabilito gravi carenze degli autoveicoli nei crash test ad urto laterale...COMPRATE COMPRATE LE BMW.... son 50.000 euri spesi bene!!!! :D :D :D
Ritratto di Greycar
4 gennaio 2016 - 19:30
Ma infatti. Ribadisco che a mio avviso è una cosa incredibile ed inspiegabile vedere che la Golf continua ad essere la più venduta, nonostante sia uguale a se stessa da sempre e con la stessa personalità, la VW sia in uno scandalo senza precedenti nella storia dell'auto, l'attenzione alla clientela sia quella testimoniata dalla rubrica di AlVolante, le testimonianze critiche sull'affidabilità siano ormai numerose (compresa la mia esperienza diretta)... Possibile che l'immaginario collettivo non si scomponga neanche di fronte a tutte queste cose? Qui si parla di Giulietta, ebbene secondo me neanche paragonabile alla Golf in termini di design ed impatto emozionale. Inoltre il modello attuale è molto migliorato rispetto alla mia versione, con interni di pregio nella fattura e gradevoli alla vista. Concludo dicendo che quando torno dal lavoro e incrocio in superstrada una Golf 6 (anche per l'attuale 7 il discorso non cambia), come quella che avevo io prima di doverla cambiare, rimango ancora di più esterrefatto nel paragonare le due vetture e i loro diversi destini...
Ritratto di BUBBAilFiorentino
5 gennaio 2016 - 09:58
Concordo con Greycar....e soprattutto...per fare in modo che i motori fossero piu brillanti hanno pagato ingegneri per studiare una truffa tecnologica in modo da taroccare i dati sull'emissione di Co2...una bufala che nella storia non avevamo mai sentito...anche le Giulietta se le "DeFAppi"I o le "Scatalizzi" vanno ancora dipiu!!! allora Sì che non ci sarebbe storia per le WV in termini di prestazioni..in ogni caso vedo una tedesca e mi fa entrare la depressione per l'austerià con cui sono state concepite....vedo un'Alfa e mi emoziona...E' una scelta...che puo essere non condivisibile...ma certamente non criticabile!
Pagine