NEWS

Alfa Romeo Giulietta, Giulia e Stelvio: più grinta per le B-Tech

7 settembre 2018

Dotazione ricca e dettagli neri: sono questi gli assi nella manica di Giuletta, Giulia e Stelvio B-Tech, in vendita da settembre 2018.

Alfa Romeo Giulietta, Giulia e Stelvio: più grinta per le B-Tech

CARATTERE FORTE - Sono i particolari esterni neri a dare un tocco di grinta in più alle Alfa Romeo Giulietta, Alfa Romeo Giulia e Alfa Romeo Stelvio in versione B-Tech, un allestimento ordinabile da metà settembre (da fine mese per la Giulietta) che punta sul look e la dotazione. A spiccare sulle Alfa Romeo Giulia B-Tech e Stelvio B-Tech sono i gusci degli specchietti e il profilo della mascherina in nero lucido, oltre ai cerchi specifici ad effetto brunito di 19” sulla Giulia e 20” sulla Stelvio (optional su entrambe) e ad alcuni dettagli specifici: la Giulia ha i fascioni sportivi riservati alla versione Veloce e gli scarichi e la scritta Giulia posteriore ad effetto brunito, mentre sulla Stelvio lo scivolo per l'aria nel paraurti posteriore, le barre al tetto, gli scarichi e la scritta Stelvio sul portellone sono in nero lucido.

CONCESSIONARI SEMPRE APERTI - Compresi nel prezzo delle Alfa Giulia B-Tech e Stelvio B-Tech ci sono il regolatore di velocità adattativo, i fari anteriori bixeno, il display di 8,8” del sistema  multimediale che è dotato delle funzionalità Apple CarPlay e Android Auto. L'Alfa Romeo Giulietta B-Tech è dotata dei vetri laterali posteriori oscurati, delle minigonne e dei paraurti sportivi, ma specifici per questo allestimento sono la finitura a V nella mascherina, lo scarico, i gusci degli specchietti, le maniglie laterali e le cornici dei fendinebbia in nero lucido. Optional i cerchi di 18”. Sulla Giulietta B-Tech sono nel prezzo lo schermo di 7” nella consolle, i sensori di prossimità posteriori e le funzionalità Apple CarPlay e Android Auto. In concomitanza con l'arrivo delle versioni B-Tech, a settembre 2018 gli autosaloni dell'Alfa Romeo saranno aperti anche nei fine settimana.

Alfa Romeo Giulia
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
1059
176
65
43
87
VOTO MEDIO
4,5
4.45245
1430
Aggiungi un commento
Ritratto di dottorstrange
8 settembre 2018 - 10:54
Eccone un altro del nutrito numero di troll (o doppioni dei troll) che viene a dare manforte.
Ritratto di Agl75
9 settembre 2018 - 21:36
Saranno padrone dove esattamente?
Ritratto di bridge
7 settembre 2018 - 18:47
1
La Giulietta rispetto alle più recenti Giulia e Stelvio appare obsoleta...
Ritratto di ardo
7 settembre 2018 - 19:15
un pugno nell'occhio! tra l'altro nella prima foto pare un suv. il frontale poi, no comment.
Ritratto di Asburgico
7 settembre 2018 - 20:14
Hai ragione, purtroppo sono passati un po' di anni e si vede. E non sono uscite news di una nuova versione. Spero non faccia la fine della Mito.
Ritratto di dottorstrange
7 settembre 2018 - 22:05
Certo che sn uscite news. Subirà un pesante restyling tra un anno o due, ma nessun nuovo modello su piattaforma Giorgio.
Ritratto di dottorstrange
7 settembre 2018 - 22:11
Privilegiano il SUV di fascia C, la berlina la mettono in secondo piano. D'altra parte, ormai la gente vuole solo quelli....
Ritratto di Cosworth141090
7 settembre 2018 - 19:06
Questo accanimento terapeutico nei confronti della Giulietta è snervante. 8 anni sono troppi per QUALUNQUE modello rivolto al grande pubblico. Non sono un hater alfa, ma tutti questi anni possono passare su modelli di nicchia, su auto così particolari da imprimersi nella storia proprio per la loro immagine unica (penso a Lotus, caterham, ma anche la stessa 4C tanto per rimanere in casa Alfa). Sui modelli che devono contendere clientela agli altri marchi, queste scelte rappresentano un suicidio commerciale, e "riscaldare la minestra" con questi pacchetti estetici spacciati come inno alla sportività è solo un modo per tentare (goffamente) di nascondere la propria inadeguatezza a competere con le altre case automobilistiche. Manco fosse la 911........ed il problema sono pure quelli che se la comprano ed alimentano questa malsana politica di presa per i fondelli verso il consumatore.
Ritratto di dottorstrange
7 settembre 2018 - 22:15
Scusa sai, ma a te che t'importa se a qualcuno piace e la compra? Ha un rapporto qualità prezzo equilibrato, mica costa come le auto premium. Costa meno di una Golf... quindi non ci trovo nulla di male se vende. Mi sembra molto più scorretto il listino prezzi di una Classe A con motore Renault e trazione anteriore, se proprio vogliamo parlare di presa per i fondelli in questo segmento. Sempre tutti pronti a scandalizzarsi per le auto di casa nostra e poi i bidoni teutonici non lo vede nessuno, ce li beviamo tutti senza colpo ferire.
Ritratto di nickthree
7 settembre 2018 - 22:55
1
La differenza e che quel cesso della giulietta la puoi comprare solo in versioni scrause (prestazionalmente parlando) e con degli interni talmente schifosi da essere peggio delle Hyundai di 10 anni fa, il tutto spacciato x eccellenza italiota. Mentre la Mercedes A a trazione anteriore ha degli interni eccellenti e a parte la versione entry level con motore Renault ma tarato da Mercedes (che fa oltre i 200 km/h rilevati e consumi record) le altre sono delle vere premium, prendi una Mercedes A 45 AMG e poi paragonala alla giulietta, capirai quando quel cessò di giuliettà e un bidone arretrato con dei contenuti imbarazzanti.
Pagine