NEWS

Alfa Romeo Giulietta restyling: le ipotesi sulla gamma

10 febbraio 2016

Quattro motori, tre allestimenti e due pacchetti: dovrebbe essere questo il listino della rinnovata Giulietta.

Alfa Romeo Giulietta restyling: le ipotesi sulla gamma
TEMPO DI RESTYLING - L'Alfa Romeo Giulietta verrà presto sottoposta ad un leggero aggiornamento estetico (nelle foto spia un esemplare camuffato). Sarà un restyling d'impronta contenuta, introdotto per svecchiare il frontale e per introdurre alcune novità in tema di allestimenti. Il modello verrà annunciato il 17 febbraio e dovrebbe arrivare in concessionaria da marzo, dopo la passerella al salone dell'automobile di Ginevra (3-13 marzo). Le principali novità della Giulietta per il 2016 vengono anticipate da alcune indiscrezioni che circolano sulla rete. La berlina dovrebbe essere disponibile in tre allestimenti e con quattro motori (tutti Euro 6), ricevere nuovi cerchi in lega e costare un minimo di 22.200 euro.
 
NON CI SARANNO I MOTORI DA 105 CV - Nella gamma dei motori a benzina si parte con il 1.4 TB, declinato nelle varianti da 120 CV, 150 CV e 170 CV. Al vertice dell'offerta è previsto il 1.750 TBi, da 240 CV, mentre sono alimentati a gasolio il 1.6 JTDm ed il 2.0 JTDm: il primo è offerto solamente nel “taglio” da 120 CV, mentre il secondo può essere ordinato nelle varianti da 150 CV e 175 CV. Dovrebbero sparire le varianti da 105 CV dei motori 1.4 TB e 1.6 JTDm, ma lo stesso 1.4 TB verrà proposto nell'inedita variante da 150 CV (che sostituisce quella da 140 CV). Rimarrà disponibile l'opzione del Gpl per il 1.4 TB da 120 CV. Il cambio a doppia frizione TCT verrà offerto di serie sulle Giulietta da 170 CV, 175 CV e 240 CV, ma sarà in opzione sulle 120 CV a gasolio.
 
LE DOTAZIONI - Nel listino dell'Alfa Romeo Giulietta vi saranno gli allestimenti base, Super e Veloce. Fra i contenuti più significativi del primo citiamo soltanto il volante multifunzionale in pelle, lo Start&Stop, gli specchietti laterali riscaldabili, lo Start&Stop, il divano posteriore frazionato e l'impianto multimediale Uconnect 5, che integra di serie la connettività Bluetooth ed il servizio Uconnect Live. Quest’ultimo fornisce dettagli sul traffico o l’accesso a sistemi per la fruizione in streaming di contenuti musicali. La Super aggiunge il climatizzatore bizona, i cerchi in lega da 17 pollici, lo spoiler posteriore, il regolatore di velocità, i fendinebbia e le calotte satinate degli specchietti laterali, mentre la più ricca Veloce integra i cerchi in lega da 18 pollici, l’assetto sportivo, la soglia d’accesso in alluminio, l’impianto frenante maggiorato, i sedili sportivi (in pelle e Alcantara), i cristalli posteriori oscurati ed i sensori di parcheggio (anteriori e posteriori). La Veloce sostituisce di fatto la Quadrifoglio Verde e si abbina soltanto al 1.750 TBi. Optional per tutte lo Uconnect, dotato di schermo maggiorato e funzioni più evolute.
 
DA 22.200 EURO - Sono poi previste novità in termini di vernici esterne e cerchi in lega, mentre non conosciamo ad ora la dotazione dei pacchetti Visibility e Comfort. La rinnovata Alfa Romeo Giulietta dovrebbe essere in vendita a partire da 22.200 euro (1.4 TB) e raggiungerà un prezzo massimo di 34.900 euro, relativo alla 1750 TBi TCT Veloce. La più economica fra le varianti a gasolio (1.6 JTDm) costerà un minimo di 24.800 euro, cifra che aumenta a 26.700 euro scegliendo il cambio automatico TCT. La Giulietta più economica con motore 2.0 JTDm partirà da 26.500 euro. L’allestimento Super prevede un supplemento di 1.500 euro rispetto alla versione base, mentre il TCT costa 1.900 euro. La Giulietta 1.4 TB Gpl parte da 24.800 euro.
Alfa Romeo Giulietta
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
478
234
135
60
116
VOTO MEDIO
3,9
3.87781
1023
Aggiungi un commento
Ritratto di Sir Simon
10 febbraio 2016 - 13:54
Tra l'altro viene bene perché se per caso fossero in ritardo col muletto del restyling potrebbero usare una Giulietta vecchia di un paio d'anni di qualche dipendente da mettere sul palco che nessuno se ne accorgerebbe.
Ritratto di Pellich
10 febbraio 2016 - 12:55
.. ma basta, che la finiscano con questi restyling e tentativi di allungare il brodo dando nomi "corsaioli" (li hanno finiti ormai..) a nuovi allestimenti! La sostanza, purtroppo, non cambia. Questo è un modello del 2010 e dopo 6 anni arriva un restyling?? Le altre Case questa operazione la fanno in media a 3 anni dal lancio e al compimento del 7° normalmente presentano un modello totalmente nuovo. Pertanto, se tanto mi da tanto, per quanti anni ancora dovremo aspettarci di vederla a listino? E' "obsoleta" rispetto alla miglior concorrenza anche generalista, inutile che si sforzino. Aggiungo che, fra ritardi sulla Giulia e questa "eutanasia controllata", l'Alfa non sta facendo proprio una bella figura..
Ritratto di steff69
10 febbraio 2016 - 13:11
Concordo in pieno.
Ritratto di Vincenzo1973
10 febbraio 2016 - 13:31
ma obsoleta cosa? e' del 2010?
Ritratto di william_riker
10 febbraio 2016 - 14:53
Non posso che essere d'accordo con te, non si può fare il primo "restyling serio" dopo 6 anni, vogliono farli fare la fine della 147 che ha campato ben 9 anni prima di uscire di scena.
Ritratto di autolog
11 febbraio 2016 - 12:03
Cicci la macchina vende perché piace (almeno in Italia, ormai di gran lunga il mercato principale per AR...ma aspettiamo la Giulia), i restyling si fanno quando le vendite languono o quando proprio son passati tanti anni. La linea della Giulietta è ancora molto attuale, sta invecchiando bene. E' un pregio, non un difetto!
Ritratto di Pellich
11 febbraio 2016 - 16:00
.. o quando non si hanno soldi da destinare a nuovi progetti, a differenza di altri. Io credo più che questo intervento da parte di AR non nasca dal fatto che la macchina sia particolarmente "virtuosa" nel non invecchiare e che pertanto non fosse necessario anticiparlo (.. parli di linea? i pareri possono essere discordanti) quanto dalla disperata necessità, vista la concorrenza, di provare ad inverdire un prodotto ormai "vecchio" facendo "quel che si può" (tecnologicamente parlando - motori a parte - .. e questo è oggettivo invece).
Ritratto di Pellich
11 febbraio 2016 - 16:00
.. o quando non si hanno soldi da destinare a nuovi progetti, a differenza di altri. Io credo più che questo intervento da parte di AR non nasca dal fatto che la macchina sia particolarmente "virtuosa" nel non invecchiare e che pertanto non fosse necessario anticiparlo (.. parli di linea? i pareri possono essere discordanti) quanto dalla disperata necessità, vista la concorrenza, di provare ad inverdire un prodotto ormai "vecchio" facendo "quel che si può" (tecnologicamente parlando - motori a parte - .. e questo è oggettivo invece).
Ritratto di Dorian
10 febbraio 2016 - 12:56
Da quando fca ha deciso di darsi una svegliata e rilanciare alfa, ho sempre difeso l'operato di Marchionne, ma sinceramente sono molto deluso dalla direzione che sta prendendo la cosa. Trovo al limite del ridicolo un ritardo simile per l'uscita della Giulia e l'indecisione se proporla sw o no. Ma la cosa che più di tutte mi infastidisce è che fanno questo inutile restiling della giulietta invece di aspettare ancora un attimo e produrre quella nuova a trazione posteriore su base Giulia accorciata! Possibile che non si pensi ad affiancare alla Giulia una delle poche auto che ancora vendono bene? Secondo me si ritroveranno i piazzali pieni di questo restiling senza che si vendano. Io ho una giulietta, ma se l'anno prox volessi cambiarla, vorrei avere a disposizione quella del nuovo corso, ma non essendo così, magari mi rivolgerò altrove. Grazie alfa
Ritratto di cris25
10 febbraio 2016 - 13:03
1
Non sembra così tanto cambiata, credevo si ispirasse di più alla Giulia... vedremo quando sarà presentata!
Pagine