NEWS

Alfa Romeo Giulietta restyling: le ipotesi sulla gamma

10 febbraio 2016

Quattro motori, tre allestimenti e due pacchetti: dovrebbe essere questo il listino della rinnovata Giulietta.

Alfa Romeo Giulietta restyling: le ipotesi sulla gamma
TEMPO DI RESTYLING - L'Alfa Romeo Giulietta verrà presto sottoposta ad un leggero aggiornamento estetico (nelle foto spia un esemplare camuffato). Sarà un restyling d'impronta contenuta, introdotto per svecchiare il frontale e per introdurre alcune novità in tema di allestimenti. Il modello verrà annunciato il 17 febbraio e dovrebbe arrivare in concessionaria da marzo, dopo la passerella al salone dell'automobile di Ginevra (3-13 marzo). Le principali novità della Giulietta per il 2016 vengono anticipate da alcune indiscrezioni che circolano sulla rete. La berlina dovrebbe essere disponibile in tre allestimenti e con quattro motori (tutti Euro 6), ricevere nuovi cerchi in lega e costare un minimo di 22.200 euro.
 
NON CI SARANNO I MOTORI DA 105 CV - Nella gamma dei motori a benzina si parte con il 1.4 TB, declinato nelle varianti da 120 CV, 150 CV e 170 CV. Al vertice dell'offerta è previsto il 1.750 TBi, da 240 CV, mentre sono alimentati a gasolio il 1.6 JTDm ed il 2.0 JTDm: il primo è offerto solamente nel “taglio” da 120 CV, mentre il secondo può essere ordinato nelle varianti da 150 CV e 175 CV. Dovrebbero sparire le varianti da 105 CV dei motori 1.4 TB e 1.6 JTDm, ma lo stesso 1.4 TB verrà proposto nell'inedita variante da 150 CV (che sostituisce quella da 140 CV). Rimarrà disponibile l'opzione del Gpl per il 1.4 TB da 120 CV. Il cambio a doppia frizione TCT verrà offerto di serie sulle Giulietta da 170 CV, 175 CV e 240 CV, ma sarà in opzione sulle 120 CV a gasolio.
 
LE DOTAZIONI - Nel listino dell'Alfa Romeo Giulietta vi saranno gli allestimenti base, Super e Veloce. Fra i contenuti più significativi del primo citiamo soltanto il volante multifunzionale in pelle, lo Start&Stop, gli specchietti laterali riscaldabili, lo Start&Stop, il divano posteriore frazionato e l'impianto multimediale Uconnect 5, che integra di serie la connettività Bluetooth ed il servizio Uconnect Live. Quest’ultimo fornisce dettagli sul traffico o l’accesso a sistemi per la fruizione in streaming di contenuti musicali. La Super aggiunge il climatizzatore bizona, i cerchi in lega da 17 pollici, lo spoiler posteriore, il regolatore di velocità, i fendinebbia e le calotte satinate degli specchietti laterali, mentre la più ricca Veloce integra i cerchi in lega da 18 pollici, l’assetto sportivo, la soglia d’accesso in alluminio, l’impianto frenante maggiorato, i sedili sportivi (in pelle e Alcantara), i cristalli posteriori oscurati ed i sensori di parcheggio (anteriori e posteriori). La Veloce sostituisce di fatto la Quadrifoglio Verde e si abbina soltanto al 1.750 TBi. Optional per tutte lo Uconnect, dotato di schermo maggiorato e funzioni più evolute.
 
DA 22.200 EURO - Sono poi previste novità in termini di vernici esterne e cerchi in lega, mentre non conosciamo ad ora la dotazione dei pacchetti Visibility e Comfort. La rinnovata Alfa Romeo Giulietta dovrebbe essere in vendita a partire da 22.200 euro (1.4 TB) e raggiungerà un prezzo massimo di 34.900 euro, relativo alla 1750 TBi TCT Veloce. La più economica fra le varianti a gasolio (1.6 JTDm) costerà un minimo di 24.800 euro, cifra che aumenta a 26.700 euro scegliendo il cambio automatico TCT. La Giulietta più economica con motore 2.0 JTDm partirà da 26.500 euro. L’allestimento Super prevede un supplemento di 1.500 euro rispetto alla versione base, mentre il TCT costa 1.900 euro. La Giulietta 1.4 TB Gpl parte da 24.800 euro.
Alfa Romeo Giulietta
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
533
267
173
153
218
VOTO MEDIO
3,6
3.55357
1344




Aggiungi un commento
Ritratto di Ale94
11 febbraio 2016 - 22:09
Leva un perchè scusa ahah
Ritratto di Gianlupo
12 febbraio 2016 - 12:24
Ma perché? Ah ah. Cmq quando visitai Cassino, ed ancora si produceva la Bravo, quello che dici era evidente. Sulla stessa linea, l'altra che fu della Croma era ormai dismessa, s'assemblavano Giulietta, Delta, e Bravo appunto. Procedevano lungo la linea in ordine sparso, in sequenza casuale. Diciamo che, indicativamente, per ogni 6 Giulietta c'erano 3 Delta e una Bravo. Per me, ad ogni modo, quella macchina era ancora attuale, molto spaziosa, comoda nei lunghi viaggi, ben rifinita (c'ho viaggiato diverse volte con un collega: auto aziendale jtd da 190 cv!). Il mercato non l'ha gradita il giusto forse perché era a cavallo tra il segmento C e il D. Una SW avrebbe rotto gli indugi e sarebbe stata ancora più elegante e slanciata, oltre a colmare una lacuna che fu disastrosa per le casse dela Fiat. Il de profundis del marchio ha poi ovviamente contribuito a comprometterne irreparabilmente le sorti commerciali. La Y, che vendeva anche a marchio Autobianchi, costituendo una sorta di marchio nel marchio, ne è rimasta fuori. Infine: il solo fatto di marchiare un'auto Alfa la fa vendere, questo è certo, ma mi pare che ora si stia tirando un po' troppo la corda. La Giulia è splendida (anche se tra un po' si tornerà ai teaser), ma la Giulietta e la Mito forse le si apprezzerà a titolo di "freaks of nature" tra qualche decennio, e proprio per questo potranno anche vantare degli appassionati. Sugli interni, peraltro, niente da eccepire (anche Giulietta è tra le aziendali ed ho avuto modo di provarla). Comunque è nata male ed infatti non ha ottenuto riscontri commerciali di rilievo, nonostante potesse esprimere un potenziale notevolissimo.
Ritratto di Ale94
11 febbraio 2016 - 22:05
Perchè pubblicare la prova adesso ? Comunque è ancora un auto valida ma in Alfa Romeo dovrebbero rivedere di sistemare quella maniglia interna della Giulietta lato guidatore che si rompe! Ci sono uomini che escono dalla Giulietta tirando giú il finestrino e aprendo con la maniglia esterna perchè quella interna si rompe! Sta cosa è ridicola da film comico!
Ritratto di LucaLuongo86
11 febbraio 2016 - 22:09
1
Non ci siamo,spero migliorno gli interni... in generale preferisco la mia vecchia 147 restyling
Ritratto di PUNTOGT
12 febbraio 2016 - 09:14
In medicina si tratterebbe di ACCANIMENTO TERAPEUTICO! Ma c'è qualcuno ancora che si compra la Giulietta?
Ritratto di domenicofevi
12 febbraio 2016 - 09:19
sinceramente potevano fare un profondo restyling nel frontale visto che la nuova versione uscirà nel 2018/2020.... bastava un piccolo investimento per cambiare i lamierati parafanghi, cofano motore e fari simil-Giulia per vivacchiare ancora.... a quanto pare Marchionne e fam Agnelli sono molto tirchi... se avessero fatto come il rendering del link qui sotto avrebbe stra-venduto oltre le scialbe golfettine.... Marchionne Marchionne mannaggia a te!! http://2.bp.blogspot.com/-aYfSZvHolMk/VciF0R58JvI/AAAAAAAATvc/dzK5QgPLrlI/s1600/11816221_916191355093934_5306022998750388037_o.jpg
Ritratto di Gasswagen
12 febbraio 2016 - 13:50
Troppo simile alla GIULIA, troppo.
Ritratto di Enrico1975
12 febbraio 2016 - 13:51
Golf VII tutta la vita. Non c'è paragone per eleganza con questa Giulietta. Sono linee che dopo poco stancano
Ritratto di domenicofevi
12 febbraio 2016 - 17:34
linee che stancano?? chi?? l'Alfa??? beh onestamente le 145, 147, 155, 156, 159, 164, gta junior del 1968 sono - tuttora - ancora belle nonostante gli anni sulle spalle... E le vecchie golf, pollo, passat, a4, a6, a3 non se ne vedono più in circolazione........ hai ragione, linee che "stancano"....
Ritratto di FANTAMAN
12 febbraio 2016 - 18:16
Aggiungo altre istant classic .. Alfasud, alfasud sprint, 33,75,GTV,Spider,Montreal..
Pagine