NEWS

Alfa Romeo Giulietta restyling: le ipotesi sulla gamma

10 febbraio 2016

Quattro motori, tre allestimenti e due pacchetti: dovrebbe essere questo il listino della rinnovata Giulietta.

Alfa Romeo Giulietta restyling: le ipotesi sulla gamma
TEMPO DI RESTYLING - L'Alfa Romeo Giulietta verrà presto sottoposta ad un leggero aggiornamento estetico (nelle foto spia un esemplare camuffato). Sarà un restyling d'impronta contenuta, introdotto per svecchiare il frontale e per introdurre alcune novità in tema di allestimenti. Il modello verrà annunciato il 17 febbraio e dovrebbe arrivare in concessionaria da marzo, dopo la passerella al salone dell'automobile di Ginevra (3-13 marzo). Le principali novità della Giulietta per il 2016 vengono anticipate da alcune indiscrezioni che circolano sulla rete. La berlina dovrebbe essere disponibile in tre allestimenti e con quattro motori (tutti Euro 6), ricevere nuovi cerchi in lega e costare un minimo di 22.200 euro.
 
NON CI SARANNO I MOTORI DA 105 CV - Nella gamma dei motori a benzina si parte con il 1.4 TB, declinato nelle varianti da 120 CV, 150 CV e 170 CV. Al vertice dell'offerta è previsto il 1.750 TBi, da 240 CV, mentre sono alimentati a gasolio il 1.6 JTDm ed il 2.0 JTDm: il primo è offerto solamente nel “taglio” da 120 CV, mentre il secondo può essere ordinato nelle varianti da 150 CV e 175 CV. Dovrebbero sparire le varianti da 105 CV dei motori 1.4 TB e 1.6 JTDm, ma lo stesso 1.4 TB verrà proposto nell'inedita variante da 150 CV (che sostituisce quella da 140 CV). Rimarrà disponibile l'opzione del Gpl per il 1.4 TB da 120 CV. Il cambio a doppia frizione TCT verrà offerto di serie sulle Giulietta da 170 CV, 175 CV e 240 CV, ma sarà in opzione sulle 120 CV a gasolio.
 
LE DOTAZIONI - Nel listino dell'Alfa Romeo Giulietta vi saranno gli allestimenti base, Super e Veloce. Fra i contenuti più significativi del primo citiamo soltanto il volante multifunzionale in pelle, lo Start&Stop, gli specchietti laterali riscaldabili, lo Start&Stop, il divano posteriore frazionato e l'impianto multimediale Uconnect 5, che integra di serie la connettività Bluetooth ed il servizio Uconnect Live. Quest’ultimo fornisce dettagli sul traffico o l’accesso a sistemi per la fruizione in streaming di contenuti musicali. La Super aggiunge il climatizzatore bizona, i cerchi in lega da 17 pollici, lo spoiler posteriore, il regolatore di velocità, i fendinebbia e le calotte satinate degli specchietti laterali, mentre la più ricca Veloce integra i cerchi in lega da 18 pollici, l’assetto sportivo, la soglia d’accesso in alluminio, l’impianto frenante maggiorato, i sedili sportivi (in pelle e Alcantara), i cristalli posteriori oscurati ed i sensori di parcheggio (anteriori e posteriori). La Veloce sostituisce di fatto la Quadrifoglio Verde e si abbina soltanto al 1.750 TBi. Optional per tutte lo Uconnect, dotato di schermo maggiorato e funzioni più evolute.
 
DA 22.200 EURO - Sono poi previste novità in termini di vernici esterne e cerchi in lega, mentre non conosciamo ad ora la dotazione dei pacchetti Visibility e Comfort. La rinnovata Alfa Romeo Giulietta dovrebbe essere in vendita a partire da 22.200 euro (1.4 TB) e raggiungerà un prezzo massimo di 34.900 euro, relativo alla 1750 TBi TCT Veloce. La più economica fra le varianti a gasolio (1.6 JTDm) costerà un minimo di 24.800 euro, cifra che aumenta a 26.700 euro scegliendo il cambio automatico TCT. La Giulietta più economica con motore 2.0 JTDm partirà da 26.500 euro. L’allestimento Super prevede un supplemento di 1.500 euro rispetto alla versione base, mentre il TCT costa 1.900 euro. La Giulietta 1.4 TB Gpl parte da 24.800 euro.
Alfa Romeo Giulietta
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
477
233
134
60
113
VOTO MEDIO
3,9
3.88594
1017
Aggiungi un commento
Ritratto di FRANCESCO31
10 febbraio 2016 - 21:08
in rete si trovano tante a km0 col tdeasel 2000cc da 150 cavalli a 20.000€, secondo voi ci rimettono in fiat con questi prezzi ? se fosse sempre con un prezzo cosi' sarebbe supercompetitiva
Ritratto di Ale94
10 febbraio 2016 - 21:35
No ci guadagnano meno ma non ci perdono... Cercano di venderne qualcuna in piú con le km0 . Certo che a quel prezzo è ottima, io non sono convinto della sua affidabilità però.
Ritratto di robix
10 febbraio 2016 - 21:10
ci vuole un nuovo modello orami, e forse anzi sicuramente un nuovo direttore alla guida dell'alfa, ora come ora e una fiat piu costosa
Ritratto di FRANCESCO31
11 febbraio 2016 - 01:17
sterebbe meglio con i fari della 4C
Ritratto di troy bayliss
11 febbraio 2016 - 08:31
1
fidati di uno "stupido" che di giulietta ne ha avuto 2(l'ultima ha un anno di vita)...dalle foto vi posso assicurare che, dal punto di vista esterno, è perfettamente uguale alla mia.Per gli allestimenti l'unica cosa che cambia è il nome(base,super e veloce) contro progression distinctive ed esclusive con in più la versione a sè stante la sprint...inoltre la dotazione è esattamente quella attuale. In merito ai fari sono identici...io li avrei preferiti del tipo "allungato" stile giulia o simili...danno un altro aspetto al frontale...che poi è la cosa che spicca x prima nella scelta di un auto.In definitiva...è un bluff
Ritratto di Sir Simon
11 febbraio 2016 - 10:42
Ma cosa manca a quelli del Centro Stile Alfa Romeo? Oramai anche i sassi sanno che per rinfrescare un'auto devi cambiare i fanali, lo fanno TUTTI, come e possibile che da ANNI in AR restyling significa solo nuovi colori e nuovi rivestimenti? Cambiate i fanali!
Ritratto di troy bayliss
11 febbraio 2016 - 13:33
1
scusami ma nn sono d'accordo con te. Cambiare i fari significa spendere soldi per un modello che tra breve andrà in pensione.Inoltre questo significa ridisegnare tutta la parte anteriore dell'auto: per un restyling nn ne vale la pena.Poi mettiamoci nei panni degli acquirenti che devono comprare i ricambi..sarebbe un salasso. A proposito di fari e restyling, mi ricordo che analogo caso capitò proprio in AR con la 156 restyling: cambiarono sia quelli anteriori(abbastanza diversi) sia quelli posteriori che risultavano identici ma differivano solo x una piccola "cosuccia"..la parte interna del gruppo ottico finiva "a punta"; nel vecchio modello era verso il basso nel nuovo verso l'alto..in modo che i pezzi erano diversi tra i due modelli e dovevi per forza comprare quello con prezzi ovviamente altissimi
Ritratto di bonco
11 febbraio 2016 - 11:44
Credo che abbia poco senso lasciare il marchio Quadrifoglio Verde solo su vetture top di gamma come la 4C e la Giulia, se mai usciranno... Sostituendo il marchio Quadrifoglio nelle stesse identiche versioni aggiornate con sigle come "veloce" e "super"... Pura operazione di marketing, le auto restano le stesse. Preferivo di gran lunga una Mito Quadrifoglio di una Mito Veloce... Ma si sa' il Marketing Alfa è fatto dai marziani!
Ritratto di freaklondon
11 febbraio 2016 - 14:44
Allora dobbiamo aspettarci una Giulia in allestimento 'Omino Verde'!
Ritratto di wall75
11 febbraio 2016 - 15:58
nel corposo restyling di fine carriera anche nuove targhe ....
Pagine