NEWS

L'Alfa Romeo Giulietta diventa Sprint Speciale

21 settembre 2015

Il nuovo allestimento richiama il nome di una Giulietta che, più di cinquant’anni fa, raggiungeva i 200 km/h.

L'Alfa Romeo Giulietta diventa Sprint Speciale
UN NOME CHE OMAGGIA LA STORIA - Dopo l'Alfa Romeo Giulietta in allestimento Sprint, non poteva mancare la SS: Sprint Speciale, omaggio nel nome a quella che, frutto della matita di Scaglione, entrò in (limitata) produzione nel 1959. Con un muso a fusoliera (non a caso, vista la formazione aeronautica del designer), raggiungeva i 200 km/h, forte anche di un bialbero 1.3 potenziato all’allora iperbolica cifra di 100 CV. 
 
PUNTA SULLO SPORT - L'Alfa Romeo Giulietta Sprint Speciale del 2015 è una versione con allestimento specifico, che lascia immutata la carrozzeria – esattamente come la Sprint: prevede le sospensioni con taratura specifica, l'inserto paraurti posteriore sportivo, le minigonne, i terminali di scarico maggiorati e i cerchi dedicati da 17'' con trattamento brunito, che celano le pinze freno Brembo a 4 pistoncini. La caratterizzazione estetica si completa con il badge esterno dedicato, i cristalli posteriori oscurati e le finiture lucide, in tinta antracite, su calandra, maniglie, calotte degli specchi retrovisori e cornici dei fendinebbia.
 
TRA TESSUTO E ALCANTARA - All’interno i sedili sono in tessuto e alcantara, con impunture rosse a contrasto, poggiatesta integrato e regolazione lombare; il volante ha la corona schiacciata e le cuciture rosse; la pedaliera è sportiva, realizzata in alluminio al pari dei battitacco. Le finiture interne sono color argento, a imitazione dell’alluminio. Il pomello del cambio può essere scelto con una vistosa finitura rossa. Di serie anche il “clima” bizona e i fendinebbia; il sistema multimediale Uconnect prevede uno schermo di 5” o 6,5”.
 
DA 27.500 EURO - La meccanica è quella, consolidata, delle altre Giulietta: sotto il cofano ci sono il 1.4 MultiAir a benzina da 150 CV o i turbodiesel 1.6 JTD-M da 120 CV, 2.0 JTD-M da 150 CV o 175 CV (quest’ultimo con il cambio automatico TCT). Già definiti i listini, con prezzi che variano da 27.500 a 32.950 euro.
Alfa Romeo Giulietta
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
530
266
173
153
218
VOTO MEDIO
3,6
3.55
1340




Aggiungi un commento
Ritratto di NelSeprio
21 settembre 2015 - 19:52
A furia di raschiare il barile stanno arrivando al centro della terra
Ritratto di AMG
21 settembre 2015 - 21:41
Ahahahah
Ritratto di domi2204
21 settembre 2015 - 20:37
Ma tutto sto casino per un pacchetto accessori, non una nuova versione ma il pack sprint speciale che si puo' aggiungere se uno acquista una giulietta sprint, come chi prende una distinctive puo' aggiungere lo style pack, quindi non capisco tutte stè polemiche.
Ritratto di Dorian
21 settembre 2015 - 23:30
Ciao a tutti, io sono: (incredibile a dirsi di questi tempi e in certi forum) un felice possessore di una Giulietta 2.0 jtdm-2 dal 2011. Tuttora trovo quest'auto probabilmente la più bella del suo segmento, ma questo è un giudizio puramente personale. Mi trovo comunque d'accordo con voi nell' affermare che la dirigenza Fiat/alfa non sta avendo molta cura dell'immagine di un modello che per le sue possibilità ha venduto parecchio. Per non parlare della mito, che sinceramente non se ne può più di vederla in questa veste che ormai ha dato tutto quello che poteva e nonostante ciò continuano a proporre la stessa cosa aggiungendo una virgola di volta in volta. Stucchevole e noioso a dir poco. Spero tanto che con la Giulia si volti pagina davvero una volta per tutte e che si diventi più meticolosi sia nella costruzione che nella promozione di un modello, che non è solo una scatola di metallo, ma è il frutto di lavoro e passione se ben fatto e perciò bisogna averne cura, così anche il portafoglio nel trarrà benefici.
Ritratto di andrea120374
22 settembre 2015 - 00:23
2
BASTAAAAAAAAA !!!!!!!! con sto paracarro hanno proprio rotto non mi piaceva prima mi nausea adesso
Ritratto di IloveDR
22 settembre 2015 - 09:17
4
quest'auto è cotta, ma l'ottusità dei dirigenti AlfaRomeo la riproporrà anche l'anno prossimo con un frontale ristilizzato in stile Giulia, cosa che, si legge, sarà anche riproposta sulla MiTo. Il rilancio di un marchio storico e prestigioso come AlfaRomeo non si ottiene spremendo all'infinito un limone oramai secco.
Ritratto di Dorian
22 settembre 2015 - 10:20
Beh, che il nuovo family feeling sarà improntato sullo stile Giulia è praticamente certo, ma è una cosa che fanno tutte le case automobilistiche! Certo personalmente dato che siamo il paese del design, mi piacerebbe che ogni modello avesse una forma e una personalità proprie e non la proposta della stessa auto prima allungata e poi schiacciata sotto una pressa. Ma questo è un discorso che lascia il tempo che trova, perché non tiene conto dei costi di industrializzazione. Comunque rimanendo nel discorso mi sembra che il mmodello che sostituirà Giulietta, sarà un prodotto ex novo anche se sì, basato sulla piattaforma Giorgio della Giulia
Ritratto di RIOC
22 settembre 2015 - 09:32
Ma basta, ormai anche se bella come auto non ha più nulla da dire. Inutile cambiare vestito, sotto è sempre quella musica. Poi 27000 euro ? Va la' che se la vendete a non più di 15000 euro, allora so che smaltite le scorte. Cambiare politica dei prezzi.
Ritratto di Migno
22 settembre 2015 - 10:37
hanno rotto, e la sprint, la veloce la sprint speciale, la sprint veloce speciale, e la speciale veloce sprint. Cambia nome ed è sempre la stessa roba.
Ritratto di Dorian
22 settembre 2015 - 10:44
Non dimenticare la sportiva e forse anche la qv line!
Pagine