Le Alfa Romeo di ieri e di oggi in passerella a Goodwood

La casa del Biscione partecipa al Festival of Speed 2018 con gli ultimi modelli e con alcuni esemplari di grande spicco della sua storia.

25a EDIZIONE - Gare in salita, mostre a tema, esposizioni di vetture storiche e dei "bolidi" di più recente produzione: il Goodwood Festival of Speed è una delle date di maggior richiamo nel calendario internazionale degli eventi automobilistici. Quasi 200.000 gli appassionati e i collezionisti che ogni anno, da tutto il mondo, si ritrovano nella tenuta del Duca di Richmond per vivere le emozioni di un evento unico. L'evento automobilistico inglese più famoso al mondo raggiunge quest'anno un traguardo importante: la sua 25° edizione. Alla festa non potevano mancare FCA Heritage e Alfa Romeo. La casa del Biscione regala a tutti gli appassionati due serie speciali che fanno il loro debutto nazionale proprio al Festival of Speed. Sullo stand Alfa Romeo è possibile vedere dal vivo le nuovissime Giulia Quadrifoglio "NRING" e Stelvio Quadrifoglio "NRING". Due edizioni speciali prodotte in soli 108 esemplari ciascuna, che celebrano il legame tra il marchio milanese e il Nordschleife, il più celebre dei circuiti del complesso del Nürburgring. La rassegna inglese segnerà anche il debutto dinamico nel Regno Unito di Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio. Il SUV sarà protagonista giovedì nell'ambito dell'iconica Goodwood Hillclimb.

OMAGGIO AL GLORIOSO PASSATO - Ma non solo novità di gamma e modelli contemporanei, perché Goodwood Festival Of Speed è soprattutto sinonimo di vetture d'epoca da competizione. Gli appassionati delle auto storiche potranno vedere dal vivo due prestigiosi esemplari di Alfa Romeo, messi a disposizione da FCA Heritage e normalmente esposte presso il Museo Storico Alfa Romeo di Arese. Classe 1970, 210 CV per 230 km/h di velocità massima: l'Alfa Romeo 1750 GT Am è una versione ulteriormente elaborata per le competizioni della Giulia Sprint GTA. Questo modello fece parlare di sé grazie agli indimenticabili successi conquistati nel Campionato Europeo Turismo. Le vittorie di Toine Hezemans a Monza, Budapest e Jarama, quelle di Andrea de Adamich e Gian Luigi Picchi al Nürburgring e quella ottenuta da Picchi a Zandvoort hanno proiettato quest'auto nella Hall of Fame Alfa Romeo.

LA CRONOSCALATA - Sulla linea di partenza della cronoscalata ci sarà anche la rarissima Alfa Romeo 1900 Sport Spider, inestimabile versione aperta del modello prodotto dalla Carrozzeria Bertone in soli quattro esemplari: due coupé e due spider. Realizzato nel 1954 sotto la direzione di Orazio Satta Puliga e con la squadra di Giuseppe Busso, questo modello può contare su un motore capace di erogare fino a 138 CV e può raggiungere i 220 km/h. La vettura è stata recentemente protagonista della Mille Miglia, con al volante un driver britannico d'eccezione: Guy Berryman, il celebre bassista della band Coldplay.



Leggi l'articolo su alVolante.it