NEWS

Alfa Romeo Stelvio: altre immagini della versione normale

30 novembre 2016

In attesa del debutto dell'intera gamma Stelvio, previsto per l'inizio di marzo 2017, appaiono in rete altre immagini delle “non Quadrifoglio”.

Alfa Romeo Stelvio: altre immagini della versione normale

SI MOSTRA A CASSINO - L'Alfa Romeo Stelvio è appena stata presentata negli Stati Uniti al Salone di Los Angeles dove abbiamo visto e toccato con mano la poderosa versione Quadrifoglio con il suo motore 2.9 V6 da 510 CV sviluppato in collaborazione con la Ferrari. Ma la visita del presidente del consiglio Renzi alla fabbrica di Cassino, dove viene assemblata (qui la news), è stata l'occasione per scoprire una prima immagine anche della versione normale, che è poi quella che vedremo sulle strade nella maggior parte dei casi.

UNA GAMMA COMPLETA - Ora arrivano altre immagini delle Alfa Romeo Stelvio normali grazie alla pagina Facebook Project 950, che pubblica altre foto scattate a Cassino, la fabbrica di Stelvio e Giulia. Queste ultime condividono gran parte delle componenti di base, come piattaforma, motori e cambi, ma la Stelvio ha le sue specificità. I motori dovrebbero essere quindi il 4 cilindri 2.0 turbo a benzina con 200 o 280 CV e il 4 cilindri 2.2 turbodiesel da 180 e 210 CV con trazione posteriore o integrale. Ne sapremo di più quando verrà annunciata la gamma completa, cosa che dovrebbe avvenire al Salone di Ginevra a fine febbraio 2017, con l'arrivo nelle concessionarie previsto per aprile-maggio.

Alfa Romeo Stelvio
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
436
110
56
34
55
VOTO MEDIO
4,2
4.212735
691
Aggiungi un commento
Ritratto di gjgg
30 novembre 2016 - 09:22
1
IN tema di suv lascerei perdere un'Alfa come una qualsiasi altra eruopea e punterei a oriente dove c'è una grandissima tradizione di fuoristrada e suv che badano più al vero sodo che effettivamente viene richiesto a una macchina di queste fasce e tipologia. ALfa ha più dna per berline e coupè sportive e su queste dovrebbe concentrarsi come poi ha anche fatto anche relativamente bene con Giulia e 4C. LO stesso per i vari tedeschi che cercano di applicare invano il discorso lusso e esclusività a una fascia a cui però ambiscono tutti compresi la casalinga che porta la figlia all'asilo. Ecco perchè in particolare i coreani finiscono per stravendere, offrono suv alla portata di tutti e a cui a conti fatti se messi a paragone con la concorrenza non manca nulla ma anzi spesso offrono qualcosa in più come i 7 anni di garanzia che nemmeno più le Giapponesi osano o modelli ibridi sia performanti che economi perchè usano nuove soluzioni che superano quelle fino ad ora adottate, facendole nel confronto risultare oramai datate
Ritratto di lucios
30 novembre 2016 - 10:37
4
Il problema è apparire non essere, soprattutto in questo provincialotto di Paese in cui ci ritroviamo. Girare con una suv tedesca è la regola, per l'atteggiamento schickkoso che i più hanno. Speriamo che almeno la Stelvio soddisfi un purista padre di famiglia più che una mamma che porta i bambini a scuola la mattina e intasa il traffico col macchinone. Essere giap qui in Italia è essere quasi marziano; te lo dice uno che 10 anni fa comprò una Mazda3 e spese il primo mese a far capire, prima di tutto a famigliari e amici, che le giap viaggiavano e andavano pure bene. Ancora oggi mio fratello (Mercedes cabrio comprata usata e utilizzata pochissimo), mi chiede come va la tua Hyundai? Ti ho detto tutto.
Ritratto di gjgg
30 novembre 2016 - 13:49
1
È giusto. CHe poi le giapponesi al tempo erano quello che sono i coreani oggi e quindi uno si turba a sentire, come ogni tanto capita, che uno che è stato una volta pro Giapponesi ora non tifa per le Coreane. Per dirne una, la Mazda al tempo aveva il coraggio di promuovere una garanzia di 5 anni. OGgi quale costruttore avrebbe mai la sicurezza del suo prodotto per offrire 7 anni come Kia? Nemmeno Roll's
Ritratto di cicciosalciccio
30 novembre 2016 - 17:28
3
offriranno anche 7 anni di garanzia, ma hai mai provato nella realtà ??? Si attaccano a tutto e te PAGHI.
Ritratto di lucios
30 novembre 2016 - 17:36
4
Sinceramente, io con la garanzia quinquennale della mia Mazda3 mi son trovato bene. Eccetto il fap, che era di quelli che si sostituivano (e se non lo cambiavi in concessionaria, perdevi la garanzia), per il resto, altri problemi avuti (come la valvola di ricircolo, dopo 3 anni e mezzo) me li hanno risolti sempre gratis.
Ritratto di cicciosalciccio
30 novembre 2016 - 17:40
3
mi riferivo alle koreane, sulle jap non ho niente da dire.
Ritratto di lucios
30 novembre 2016 - 19:33
4
Beh, sarà pur vero che sul piano telaistico e dinamico i coreani devono crescere ancora, però dalla vecchia Hyundai Pony all'attuale Tucson, ne hanno fatta di strada! Ho trovato ad esempio molte Hyundai rifinite negli interni meglio di molte europee!
Ritratto di slvrkt
30 novembre 2016 - 18:59
2
non del tutto vero, i jap erano outsider ma non si sono mai posti come alternativa cheap e povera, come fanno i koreani. anzi, quasi sin da subito han creato dal nulla marchi luxury (Acura, Eunos, Lexus, Infinity); i jap sin dal principio hanno sempre avuto particolarita' tecniche (dai v-tech ai wankel, dalle trazioni 4x4 evolute ai telai avanzati) o tecnologiche e unicita' (piu' o meno piacevole) di design; i koreani non han mai avuto nulla di tutto cio', sono solo prodotti il cui unico scopo e' costare meno e, nella quasi totalita' dei casi, valere meno dei corrispettivi europei e japponesi ed americani.
Ritratto di gjgg
30 novembre 2016 - 20:29
1
I giapponesi sono solo stati più fortunati a proporsi in un'era in cui il motore termico era la parte basilare della macchina. OGgi però lo è sempre meno e in Europa Meridionale non tanto, ma altrove vengono molto considerati i nuovi powertrain misto termico-elettrico, e in ciò il gruppo coreano ha fatto un ingresso in bella presenza con l'accoppiata Ioniq \ Niro. Lette diverse prove in giro e Ioniq finisce per offrire le stesse prestazioni, se non meglio, della Prius ma con una linea più umana e interni gradevoli. Niro nvece non ha proprio contendenti, vantando un ottimo e moderno cambio doppia frizione, consumi che nessun altro suv ibrido riesce, assetto e prestazioni per niente sacrificati ma viceversa, interni ovunque lodati per la piacevolezza unita alla solidità senza abbandonarsi al bizzarro come spesso si vede altrove. Poi se si preferisce ancora l'italiana o la tedesca con l'antiquato e fumoso diesel va bene, lo capisco, siamo in italia, ma prima o poi anche qui dovremo aggionarci su come si viaggia nei paesi più avanzati e solo allora mi si saprà dire se la tecnologia coreana è o meno all'avanguardia. Ovviamente parlo di tecnologia auto, perchè cellulari e tv oramai già li fanni solo là
Ritratto di slvrkt
30 novembre 2016 - 21:03
2
in realta' vivo in USA e non guido un diesel da ere, grazieadio, ho due auto a benzina, una sportiva, una crossover, una jap ed un tedesca, e spero di essere costretto all'ibrido ed all'elettrico solo in prossimita' della morte. qui le ibride sono abbastanza diffuse, ma non sono affatto la norma, e nessuno le cerca effettivamente: se te la vendono (ed i koreani te la vendono facile, con sconti immensi e rate leasing irraggiungibilmente basse per la concorrenza) le prendi, ma non e' un discrimine per la scelta - saprai che la benzina costa nulla, l'efficenza non e' una priorita' ed a NY, dove vivo, dell'ecologia non frega nulla a nessuno.
Pagine