NEWS

Alfa Romeo Tonale: il motivo del ritardo è un altro?

Pubblicato 14 aprile 2021

Emergono nuove indiscrezioni sulla fase finale del progetto 965, ovvero l’Alfa Romeo Tonale, e il relativo spostamento ai primi mesi del 2022.

Alfa Romeo Tonale: il motivo del ritardo è un altro?

LE DATE DI LANCIO - L’Alfa Romeo Tonale è quasi realtà, ma nella fase finale del suo sviluppo arriva una revisione del progetto. Come riporta la pagina Facebook Alfa Romeo Project, normalmente ben informata (presumibilmente da qualcuno all’interno dell’azienda), il ritardo di cui avevamo accennato qui è dovuto ad un contenimento dei costi voluto dai vertici del gruppo Stellantis. La gola profonda svela anche ulteriori dettagli, come la presentazione della Tonale (qui sopra in una foto spia risalente al 2019, qui per saperne di più) che dovrebbe avvenire a settembre 2021, con l’apertura dei preordini a novembre e la consegna dei primi esemplari in allestimento “launch edition” a febbraio 2022. Alla fine dello stesso mese inizieranno le consegne delle versioni di serie con motore termico, il 30 marzo quelle della versione ibrida ricaricabile e il 1 aprile 2022 quelle delle versioni ibride leggere. 

PIANALE MODIFICATO - Novità anche per quel che riguarda l'avvantaggiamento del progetto 965, ovvero l’Alfa Romeo Tonale, dal punto di vista produttivo: la linea di montaggio pilota nello stabilimento di Pomigliano d’Arco sarebbe già completata e i primi muletti dovrebbero essere pronti entro maggio. La Tonale sarà sviluppata sulla versione modificata del pianale Small US Wide utilizzato dalla Compass, opportunamente alleggerito, allargato e irrigidito. Le sospensioni anteriori e posteriori saranno di tipo McPherson. 

I MOTORI - Per quanto riguarda i motori dell'Alfa Romeo Tonale, che sarà lunga circa 450 cm, dobbiamo aspettarci il 4 cilindri turbo a benzina 1.3 T4, in versione con e senza sistema mild hybrid, e lo stesso motore abbinato al sistema ibrido con batterie ricaricabili (derivato da quello della Compass). Inoltre non dovrebbe mancare il 4 cilindri turbodiesel 2.0 Multijet, anche in questo caso con e senza sistema mild hybrid. Secondo le indiscrezioni ci sarà anche un 2.0 T4 a benzina.

IL SISTEMA MULTIMEDIALE - Il sistema multimediale dell'Alfa Romeo Tonale sarebbe infine stato sviluppato con l’ausilio dell’azienda specializzata Harman (di proprietà di Samsung), con cui la FCA aveva siglato un accordo di collaborazione nel 2019.

Alfa Romeo Tonale
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
145
35
44
38
41
VOTO MEDIO
3,7
3.67657
303




Aggiungi un commento
Ritratto di rebullo
14 aprile 2021 - 17:41
1
Premium lo guadagni, non ti autoproclami....
Ritratto di M USA
15 aprile 2021 - 20:13
Se risaliamo fino al 1995 ovvio che Alfa non paia un marchio premium....Ma Alfa e' nata ed e' stata decenni un marchio premium sportivo a livelli ben piu' alti di ora, si guardino per esempio gli anni '50, '60 e parte dei '70, poi con la gestione IRI prima e Fiat dopo a parte un paio si stelline tipo 164 156 ed ora Giulia e Stelvio non ha fatto granche' di fantastico (qualcuno menzionera' le Alfette e le Giuliette anni '80 e pure la 75, ma queste a mio parere nonostante il successo di vendite non hanno mai avuto un gran fascino, per non parlare delle Alfa 6.
Ritratto di MAUROXX
15 aprile 2021 - 12:39
perché usa il maiuscolo? tastiera guasta?
Ritratto di MAUROXX
15 aprile 2021 - 12:40
sul Tonale le piste sono chiuse, ecco il motivo!
Ritratto di Onlythebest
15 aprile 2021 - 17:47
Se Marchionne avesse venduto il marchio a VW , a quest'or l'Alfaromeo avrebbe il posto che gli spetta nel panorama europeo.
Ritratto di mondoka
14 aprile 2021 - 11:52
Da quanto si legge da tempo sembra in tutto e per tutto una Compass rivestita, tanto ci vuole?
Ritratto di -katayama-
14 aprile 2021 - 16:49
@mondoka Le proporzioni cambiano, il pianale/le carreggiate/i parafanghi sono stati allargati, non come quello, su base Compass nuda e cruda, del "prototipo grigio", divenuto ormai un sorta di figura leggendaria nell'immaginario collettivo.
Ritratto di Check_mate
14 aprile 2021 - 11:55
Siamo passati dalla revisione del progetto per rivedere le qualità della phev, scusa di gran lunga poco credibile, ad un ben più realistico “contenimento dei costi”, in linea che il passato recente di FCA. Nulla di nuovo insomma, in fondo lo sapevamo già, serviva solo la “gola profonda” di conferma. PS tutto ciò mi rattrista. E non poco. Il tutto per un’auto nata su una piattaforma in uso già da 4 o 5 anni sulla vettura che le sarebbe più prossima nel gruppo.
Ritratto di Ale 01
14 aprile 2021 - 12:51
Che poi in realtà la piattaforma è un un aggiornamento di quella della Grande Punto del 2005, quindi risalente già a 16 anni fa!!
Ritratto di Check_mate
14 aprile 2021 - 13:26
L'ho omesso per evitare di infilare ancora di più il coltello nella piaga...
Pagine