NEWS

Alfa Romeo Tonale: il motivo del ritardo è un altro?

Pubblicato 14 aprile 2021

Emergono nuove indiscrezioni sulla fase finale del progetto 965, ovvero l’Alfa Romeo Tonale, e il relativo spostamento ai primi mesi del 2022.

Alfa Romeo Tonale: il motivo del ritardo è un altro?

LE DATE DI LANCIO - L’Alfa Romeo Tonale è quasi realtà, ma nella fase finale del suo sviluppo arriva una revisione del progetto. Come riporta la pagina Facebook Alfa Romeo Project, normalmente ben informata (presumibilmente da qualcuno all’interno dell’azienda), il ritardo di cui avevamo accennato qui è dovuto ad un contenimento dei costi voluto dai vertici del gruppo Stellantis. La gola profonda svela anche ulteriori dettagli, come la presentazione della Tonale (qui sopra in una foto spia risalente al 2019, qui per saperne di più) che dovrebbe avvenire a settembre 2021, con l’apertura dei preordini a novembre e la consegna dei primi esemplari in allestimento “launch edition” a febbraio 2022. Alla fine dello stesso mese inizieranno le consegne delle versioni di serie con motore termico, il 30 marzo quelle della versione ibrida ricaricabile e il 1 aprile 2022 quelle delle versioni ibride leggere. 

PIANALE MODIFICATO - Novità anche per quel che riguarda l'avvantaggiamento del progetto 965, ovvero l’Alfa Romeo Tonale, dal punto di vista produttivo: la linea di montaggio pilota nello stabilimento di Pomigliano d’Arco sarebbe già completata e i primi muletti dovrebbero essere pronti entro maggio. La Tonale sarà sviluppata sulla versione modificata del pianale Small US Wide utilizzato dalla Compass, opportunamente alleggerito, allargato e irrigidito. Le sospensioni anteriori e posteriori saranno di tipo McPherson. 

I MOTORI - Per quanto riguarda i motori dell'Alfa Romeo Tonale, che sarà lunga circa 450 cm, dobbiamo aspettarci il 4 cilindri turbo a benzina 1.3 T4, in versione con e senza sistema mild hybrid, e lo stesso motore abbinato al sistema ibrido con batterie ricaricabili (derivato da quello della Compass). Inoltre non dovrebbe mancare il 4 cilindri turbodiesel 2.0 Multijet, anche in questo caso con e senza sistema mild hybrid. Secondo le indiscrezioni ci sarà anche un 2.0 T4 a benzina.

IL SISTEMA MULTIMEDIALE - Il sistema multimediale dell'Alfa Romeo Tonale sarebbe infine stato sviluppato con l’ausilio dell’azienda specializzata Harman (di proprietà di Samsung), con cui la FCA aveva siglato un accordo di collaborazione nel 2019.

Alfa Romeo Tonale
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
159
38
45
38
44
VOTO MEDIO
3,7
3.709875
324




Aggiungi un commento
Ritratto di lovedrive
14 aprile 2021 - 21:40
oxygenerator, alfa ormai vende piu giulia e stelvio negli usa che in italia.
Ritratto di Flynn
14 aprile 2021 - 22:22
Sarà , ma 4 MacPherson mi sembra meglio di 2 + un ponte DeDion...
Ritratto di Ferrari V12 6-5L
14 aprile 2021 - 12:39
Ma una versione Quadrifoglio Verde??
Ritratto di Oxygenerator
14 aprile 2021 - 16:09
@ Ferrari Più che la versione quadrifoglio verde, manca ancora l’auto in sè.......
Ritratto di Ferrari V12 6-5L
14 aprile 2021 - 12:40
E comunque mi piace che (leggendo il post), ci sia anche una versione mild-hybrid diesel.
Ritratto di ELAN
14 aprile 2021 - 12:42
1
Ed io che speravo fosse una mini Stelvio. Ma tutti i sopralluoghi di Imparato a cosa son serviti? Posteriori di tipo McPherson mi pare molto strano.
Ritratto di desmo3
14 aprile 2021 - 18:02
6
Non lo so, ma posso solo dirti che il sopralluogo di Tavares ed Elkann a Melfi è servito a tagliare una delle due linee produttive nell’unico stabilimento italiano di auto che funzionava!!
Ritratto di Flynn
14 aprile 2021 - 21:27
Se non è un McPherson è qualcosa di molto simile, visto che il gruppo molla-ammortizzatore di Jeep è praticamente identico davanti e dietro. Penso sia stata una scelta in ottica fuoristradistica.
Ritratto di rebullo
14 aprile 2021 - 12:44
1
Falliti, pagliacci o incompetenti? Scegliete voi a seconda di come vi gira...
Ritratto di Spock66
14 aprile 2021 - 12:44
Non trovo l'articolo, ma avevo letto solo qualche giorno fa che i sindacati italiani si sono detti molto preoccupati per la quantità di assunzioni pianificate da Stellantis in Francia, mentre per l'Italia silenzio profondo...e te pareva, bisogna tagliare i costi...ma l'Italia non è suddita della Francia, noooo...e Stellantis non è francese, nooo..c'è John John presidente...e il professore della Sorbonne, tal "Monsieur Lettà", che lavora per noi..tranquilli
Pagine