NEWS

Alfa Romeo Giulia, l’auto disegnata dal vento

28 giugno 2012

Mezzo secolo nasceva la Giulia, berlina dalla vocazione sportiva che non piacque subito a causa della linea “di rottura” con il passato. Ma poi fu un grande successo.

50 CANDELINE - Che anno il 1962. I Beatles incidevano il loro primo disco. La Ferrari lanciava la mitica 250 GTO. Marilyn si congedava. In quel susseguirsi di inconsapevoli emozioni destinate a divenire miti, proprio il 27 giugno di 50 anni fa, nel verde della pista di Monza, l’Alfa Romeo presentò il modello destinato a sostituire la Giulietta (che era stata presentata al salone di Torino del 1955). La Giulietta allora era un modello molto amato e la Giulia, con la linea completamente diversa e fuori dagli schemi lasciò non poco sconcertati. Nei giorni successivi alla manifestazione dedicata alla stampa presso l’autodromo non furono pochi gli articoli critici o perplessi su quel profilo così strano, fatto di una serie infinita di sagomature, tutte a confluire nella coda incredibilmente “tronca”. Qualcuno disse che “sembrava un'auto tamponata”.

alfa_romeo_giulia_1.jpg


SLOGAN AZZECCATO
- Lo slogan della casa testimoniava la consapevolezza della forte originalità del design: “Disegnata dal vento”. Ma la particolarità del profilo della Giulia non era gratuita, fine a sa stessa: il coefficiente di penetrazione aerodinamica era di 0,34, un risultato decisamente brillante per una berlina a quattro porte. E proprio il profilo aerodinamico le valse giudizi molto favorevoli sul piano internazionale.

Alfa romeo giulia 1962 1


VERSIONI SPORTIVE
- Ma come spesso succede con le novità fortemente innovative, bastò poco tempo perché la perplessità si trasformasse in entusiasmo e l’Alfa Romeo Giulia TI divenne un oggetto del desiderio e di ammirazione, in Italia e all’estero. Dal 1962 al 1977, quando ne cessò la produzione, ne furono prodotte oltre un milione. Innumerevoli furono le sue derivazioni, quasi tutte in chiave sportiva, dalla Giulia Super alla “Quadrifoglio”, per non dire delle versioni coupé che dettero vita a una genia di vetture belle e vincenti sulle piste di tutto il mondo, oggi oggetti molto ricercati dai collezionisti.

LO STUPORE DELLE 5 MARCE - La Giulia TI era lunga 414 cm, larga 156 e alta 143. Pesava appena 1.000 kg. Il motore era un 4 cilindri di 1.570 cc a 4 valvole per cilindro, alimentato da un carburatore doppio corpo verticale. Erogava 92 CV. Il cambio era una delle sue particolarità innovative: era a 5 marce, quasi incredibile per l’epoca. Dapprima la leva fu collocata al volante, come la moda dell’epoca imponeva, ma già nel 1964 fu adottata la posizione più consona a una personalità sportiva come la Giulia voleva avere e d aveva: sul pavimento, nella collocazione tuttora più diffusa. I freni subito erano a tamburo ma già nel 1964 furono adottati quelli a disco.
 

Alfa romeo giulia 2
Il restyling della Giulia arrivò nel 1974.


AVEVA 6 POSTI
- Altra particolarità non da poco era il suo divanetto anteriore, invece dei due sedili separati. Ciò la permetteva di essere omologata per 6 posti, un’altra rarità. Al momento del lancio costava 1.595.000 lire.



Aggiungi un commento
Ritratto di Greenstone
30 giugno 2012 - 11:07
Dire che la Giulietta è invenduta è semplicemente ridicolo e patetico.....Dovete solo rosicare e rassegnarvi davanti all'auto migliore e più bella del suo segmento....ovvero la Giulietta!! Tutto il resto sono solo chiacchere inutili....
Ritratto di IloveDR
28 giugno 2012 - 12:24
4
perchè era l'auto della Polizia nei film anni '70 che si buttava in sterili inseguimenti delle mitiche (per me) Porsche 911...
Ritratto di ilovemultijet
28 giugno 2012 - 20:01
2
mia passione per i modelli (vecchi e nuovi) tramandatami da mio padre che possedeva una giulietta,nn so se la prima o la seconda della fine degli anni '70 e dal mio fratellastro che ha avuto una 156 e ora ha una 159,ma ogni volta che mi è capitato di vedere un film tipo "roma violenta" facevo sempre il tifo per le giulia della polizia,soprattutto quando inseguivano una bmw (non me ne volere motorsport :-)...) :-D http://www.youtube.com/watch?v=PGD_p2_Y9as
Ritratto di fabri99
1 luglio 2012 - 10:50
4
Io le odio tutte e tre. La BMW è proprio furba a scappare nella caserma della Polizia e le Alfa le odio(per questo anche la BMW) perchè hanno distrutto una fantastica Flavia nera! E poi la livrea dei Carabinieri è più bella! Saluti ;)
Ritratto di Anonimo
Anonimo (non verificato)
28 giugno 2012 - 12:26
Il commento è stato rimosso a seguito della cancellazione dell'utente dal sito.
Ritratto di IloveDR
28 giugno 2012 - 12:29
4
il resto del mondo stava a guardare...Alfa Romeo dove sei?????
Ritratto di fabri99
28 giugno 2012 - 12:45
4
Sono salito su AlVolante Home: C'era una news che diceva della Panda 4x4 pronta per settembre. Poi mi è uscito access denied e tutto è andato a quel paese. Ora sono risalito e ho trovato questa news, ma non quella della Panda 4x4... Saluti ;)
Ritratto di mustang54
28 giugno 2012 - 12:46
2
nei telefilm "poliziotteschi": Italia mano armata, Napoli chiama la polizia risponde, Milano Calibro 9, Milano trema: la polizia vuole giustizia...e tanti tanti altri...
Ritratto di opinionista
29 giugno 2012 - 23:13
2
Hai citato delle pellicole vecchie ma eccezionali, nelle ore piu strane adesso che la produzione televisiva é in ferie sicuramente verranno proposte nuovamente! Un classico...
Ritratto di MatteFonta92
28 giugno 2012 - 12:58
3
Molto bella... fose un po' spoporzionata (dietro è troppo lunga rispetto al davanti), ma la linea è sempre stupenda.
Pagine