NEWS

E in tv la MiTo arriva ultima. Lo scivolone di Annozero

03 dicembre 2010

Una pista resa insidiosa dal nevischio. Uno stravagante duello a tre fra MiTo, Mini e DS3. E una trasmissione televisiva che, giovedì sera, è uscita un po’ dal seminato…

STRATEGIE - Ieri sera, nella trasmissione Annozero, di Rai2, condotta da Michele Santoro, si parlava di crisi globale, cambiamenti sociali, produttività. Temi alti: i campus americani superefficienti e le disastrate università italiane, le rinunce degli operai Chrysler e le richieste dei sindacati italiani. La ricetta di Marchionne per il futuro della Fiat è stata, com’è giusto, passata al microscopio: numeri (anche il compenso dell’amministratore delegato Fiat accanto a quelli dei grandi capi di Volkswagen, BMW e gruppo PSA), tendenze, dati di vendita, prospettive.



UNO STRANO TEST
- Poi, la serata prende una piega diversa. Protagonista diventa la passione. Annozero, con un brusco colpo di sterzo, si avventura sul terreno scivoloso del raffronto tra l’Alfa Romeo e le sue concorrenti. “Con la collaborazione dei nostri amici di TopGear”, dice un giornalista di Annozero, “abbiamo portato in pista la MiTo, una piccola sportiva di cui il gruppo Fiat si vanta molto, mettendola a confronto con una Mini e una Citroën. Ecco com’è andata”. Prima di raccontarvelo, però, va spiegato che sul circuito di Vairano, dove si è svolta la sfida, scendeva un bel nevischio. Pista scivolosa uguale scarsa attendibilità del test? Non fa niente. Pronti, via: la MiTo (di quale versione si tratta? Mistero. Quanti cavalli ha? Mistero fitto. Che pneumatici monta? Chissene…) parte per il suo giro di pista, poi si vede una Citroën DS3 che sgomma, quindi è la volta di una velocissima Mini nera. Ovviamente, neanche di queste due auto sappiamo nulla: i tempi della tv sono rapidi (ma due dati in croce, anzi in sovraimpressione, li potevano anche mettere…) e nessuno ci dice, per esempio, se il tester sia lo stesso per tutte e tre le macchine, o che tempi abbiano spuntato le vetture (anche perché non c’è traccia di un cronometro in azione). Alla fine la bandiera a scacchi incorona la Mini, seconda arriva la Citroën, ultima al traguardo è la MiTo. Tenetevi forte, ma la morale è che, visto il risultato di questa sfida all’ultimo fiocco di neve, Marchionne, l’Alfa Romeo farebbe bene a venderla.



POI SI “CHIARISCE” CHE… -
A quel punto, uno degli ospiti in studio (il senatore Roberto Castelli) pone agli autori del servizio una serie di obiezioni. La bagarre che ne segue chiarisce (si fa per dire) che in effetti la prova non è stata effettuata con le proibitive condizioni meteo mostrate pochi minuti prima, ma su pista asciutta e con lo stesso collaudatore alla guida: "è stata curata da Quattroruote” si afferma con enfasi, come se ciò bastasse a darle una patente di attendibilità assoluta. E perché, allora, attribuirla a TopGear?

GIUDIZIO SOMMARIO - Alcune domande, in conclusione, per i giornalisti di Annozero. Il test “firmato TopGear” era ridicolo, ma poiché non è detto che il grande pubblico lo percepisse come tale, siete sicuri di aver reso un buon servizio a chi lavora seriamente per produrre e vendere quelle automobili (in particolare la MiTo, che usciva penalizzata dal vostro video)? E poi, possibile che per voi la sfida si riduca a verificare quale delle tre vetture sia la più veloce in circuito? Tutte le altre qualità importanti per la valutazione di una vettura come affidabilità, comfort, stabilità, consumi, sicurezza eccetera, non le consideriamo? E infine, ritenete di aver contributo alla sicurezza stradale facendo passare in tv una gara fra tre piccole sportive (proprio quelle auto che, spesso, finiscono in mano ai giovani)?

VIDEO




Aggiungi un commento
Ritratto di Immanu_El
7 dicembre 2010 - 15:29
"...vedi il bello dei blog è esprimere la propria opinione..." Sì, su questo nulla da eccepire. Di pari, il bello dei commenti è cercare di andare oltre - se consentito e possibile. La mia questione è differente e dal tono della tua risposta non credo che l'abbia colto - forse per tuo volere. Un auto sportiva è emozione, velocità e stile. Sullo stile la MiTo è un auto amabile, mi piace davvero tanto, probabilmente uno dei prodotti, anzi, delle auto che meglio esprime sportività e classe. Detto ciò, non facciamo la paternale sul rischio ... citavo Enzo Ferrari non a caso: lui era uno che rischiava e che facieva rischiare, fino alla morte ... è grazie a lui se oggi l'auto italiana ha un certo prestigio. Il rischio è parte integrante della concetto di sportività automobilistica e del suo precipitato: la pista e la strada (nei limiti che la legge consente), e allora un commento come il tuo mi fa venire in mente che per difendere la la MiTo, stai attaccando la Ferrari nella sua "filosofia". Dimenticavo: "...poi se Alfa deve tornare degna della sua storia abbassando di due secondi i suoi tempi, siamo messi molto male.... ", dici davvero? E secondo te quali parametri seguono le case automobilistiche per le macchine sportive? Il design e lo stile? I consumi? Forse le emissioni? Qual'è il concetto che si cela dietro la F-430 Scuderia o la Gallardo Superleggera? A quale dio si sacrifica: confort, rumorosità o persino i finestrini elettrici?? I secondi in pista, come i centesimi e i millesimi. Alfa MiTo che tu lo voglia o no, è una macchina sportiva e se perde in pista contro la Mini - il che non è solo credibile, ma realistico - non si può che fargliene colpa e spronare chi di dovere a far meglio e di più. Oppure accontentiamoci di quello che c'è e aspettiamo che il declino sia compiuto ...
Ritratto di Chicolatino
6 dicembre 2010 - 16:33
RICORDO A TUTTI CHE GLI ULTIMI SARANNO I PRIMI E CHE SI VEDIAMO UN COMFRONTO TRA QUESTE TRE AUTO, FATTO DA UN GIORNALE SERIO COME ALVOLANTE (NON QUATTRORUOTE O TOP GEAR CHE SPINGONO LA GENTE A COMPRARE LE AUTO AL BUIO) SONO SICURO CHE LA MITO ESCE VINCITRICE.
Ritratto di Vito_124
6 dicembre 2010 - 16:48
La trasmissione Anno zero è proprio uno zero aasoluto, per non parlare di Santoro! Ci sarebbero talmente tante cose da dire su di loro che è meglio lasciar stare e non dargli troppe attenzioni.
Ritratto di riccardo_1973
6 dicembre 2010 - 17:10
al Nurburgring, farà sicuramente un' ottimo tempo... meglio di Mini, Ds3,Grande Punto Abarth, Megane,Scirocco,ecc. ( Ovviamente il giro per lei deve essere fatto senza traffico in pista ).
Ritratto di follypharma
6 dicembre 2010 - 17:47
2
che la mito possa andare meglio di ds3 e GP e' probabile (la mito normale da 135 cv ha ben figurato al ring), meglio della mini....e' difficile ma mi aspetto di vedere la prova...meglio di megane e scirocco...beh...direi che qui siamo sull'impossibile, oltre a essere di categoria superiore hanno molti piu' CV...e la megane ha davvero fatto un tempone al ring, vicinissimo a quello di un mostro come la mitsubishi lancer Evo X da 300 CV integrale... Non credo la mito possa avvicinarla neanche lontanamente..
Ritratto di riccardo_1973
7 dicembre 2010 - 08:04
la mia era una battuta, viste le condizioni (principalmente traffico) in cui vengono registrati i tempi sul giro al Nurburgring.
Ritratto di Giovanni Pollastrini
6 dicembre 2010 - 18:49
Come potete pensare che la DS3 potesse arrivare ultima nel confronto quando Quattroruote/ Top Gear fa una campagna pubblicitaria a braccetto con Citroen ? Non voglio fare commenti su questa rivista servile alle Case automobilistiche , che si speccia per un giornale che parla di automobili. Comunque hanno ragione , se la Mito va male , il Dott. Marchionne fa bene a vendere L'Alfa Romeo . Anzi, dovrebbe regalarla come ha fatto l'Amico di Santoro 20 anni fa . Ora siamo vicino a Natale ed in tanti riciclano i regali .
Ritratto di Bramante
6 dicembre 2010 - 18:58
Credo che nel nostro paese si perpetui una costante offesa all'intelligenza di molti Italiani!! Ci vuole molta più onestà intellettuale e non cercare di portare argomentazioni ad uso e consumo proprio!! E' chiaro che il test proposto da "Annozero" per come è stato presentato solleva più di un dubbio!! Continuiamo cosi!!!!!!!!!!!!
Ritratto di gordinibiancoblu
6 dicembre 2010 - 20:30
Mi piacerebbe vedere un test della q.v. al nurburgring.....sarebbe interessante !!!!!!vai al volante pensaci bene...
Ritratto di stefano76
6 dicembre 2010 - 22:41
già ti inventi di tutto in altri campi, almeno lascia stare le automobili che non ne capisci niente!
Pagine