NEWS

È un “fulmine” nel misto stretto, ma non così stabile

Pubblicato 23 aprile 2020

Ispirata all’A110 del 1962, la nuova Alpine guizza fra le curve del Nürburgring come un furetto, ma non è così a proprio agio sui curvoni veloci e non ha tanta coppia ai bassi giri.

È un “fulmine” nel misto stretto, ma non così stabile

COME PRIMA, PIÙ DI PRIMA - Inconfondibile nel look, l’Alpine A110 ha quattro fari cerchiati di led distribuiti nell’affusolato frontale che si ispirano nella forma a quelli della progenitrice di sessant’anni fa, come pure la nervatura centrale nel cofano e quelle nelle fiancate. Nella coda spiccano i fanali con luci a “X”, il largo scarico esagonale disposto al centro, e l’estesa griglia di sfogo dell’aria calda del motore. Un po’ moderna e un po’ rétro, dell’antenata degli anni 60 del secolo scorso la coupé francese non eredita solo le forme morbide e aerodinamiche, ma anche (fatte le debite proporzioni) la guida. 

MANEGGEVOLE COME POCHE - Ciò che affascina dell'Alpine A110 è la formidabile agilità, la capacità di guizzare fra i tornanti delle strade di montagna e di percorrere con efficacia traiettorie strettissime. L’Alpine A110 si guida con facilità, ma al Nürburgring (guarda il video qui sotto), dove servono fondamentalmente due cose di cui è, purtroppo, carente (un’elevata stabilità, che trasmetta fiducia nei tratti più veloci e sinuosi, e un motore molto potente) ha brillato solo nei “rampini” dell’Adenauer Forst e al Karussel. Dolce, diretto e preciso, ma leggero, lo sterzo non fa sentire bene l’appoggio delle ruote anteriori quando si spinge a fondo, mentre la coda si scarica e innesca oscillazioni che impongono di ridurre il ritmo (anche perché, quando si arriva al limite, il retrotreno parte di colpo…). 

NON HA IL VIGORE DELLE RIVALI - Per fortuna i freni dell'Alpine A110 sono tenaci e decisi, pur richiedendo un forte carico sul pedale per dare il meglio. Docile e ben sfruttabile, il 1.8 francese manca di coppia nei falsipiani. Si fa sentire bene (anche per la grintosa “voce” allo scarico) dopo i 3000 giri e allunga fino a 6800 cambiando manualmente (o a 6500 in modalità automatica). Precisiamo che (per una serie di motivi tecnici e pratici) il giro documentato con le riprese video non rappresenta quello migliore in assoluto ottenuto con l’Alpine A110 nel corso della nostra trasferta in Germania. Al Nürburgring, infatti, nelle giornate aperte al pubblico risulta sempre più difficile spuntare “tempi puliti”, senza, cioè, essere penalizzati dai sorpassi o dai restringimenti di corsia per l’intervento dei mezzi di soccorso (dovuti agli incidenti che si verificano quasi ogni ora). Per questo ci siamo appoggiati alla società belga “SkyLimitEvents”, che organizza giornate di prove libere aperte soprattutto agli appassionati esperti.

GUARDA ANCHE

> BMW M2: il giro al Nürburgring

> Mercedes A35 AMG: il giro al Nürburgring

> PORSCHE 718 CAYMAN GTS: il giro al Nürburgring

VIDEO
Alpine A110
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
135
45
19
16
16
VOTO MEDIO
4,2
4.155845
231


Aggiungi un commento
Ritratto di supermax63
25 aprile 2020 - 12:49
Se legge bene cita sempre 33 e Alfasud per non parlare delle Cinesi...pragonando o meglio affermando che siano superiori a Porsche o Alpine
Ritratto di daniok
25 aprile 2020 - 12:52
4
Ma secondo me no SuperMax ;-) non scherziamo :-D
Ritratto di supermax63
25 aprile 2020 - 13:23
Lo scrive sempre e comunque in maniera ossessiva
Ritratto di Giuliopedrali
25 aprile 2020 - 15:18
A dire il vero la 33 perchè le ho avute, ma qualsiasi altra Alfa, SAAB, Rover, NSU o anche la vecchia 500 danno quelle sensazioni, se parliamo di sensazioni, una volta sono salito su una 500 vecchia di un amico, all'inizio avevo anche paura perchè da lì al mio chalet svizzero Maggiolino 2012 con 105 cv pesa una tonnellata e mezza, questa pesa 1/3, eppure non mi sono mai divertito tanto, voglio dire : guidata oggi, una Ritmo 60 dà le sensazioni di una Porsche non c' è molto da fare, pensate una vecchia Alfa.
Ritratto di daniok
25 aprile 2020 - 15:24
4
Ti capisco ;-)
Ritratto di Giuliopedrali
25 aprile 2020 - 16:35
Da guidare boggi sono tutte uguali a parte le supercar, ma appunto che so con una A112 ti avvicini più alle supercar. Al raduno di auto di 100 anni fa "settimana motoristica bresciana" è passata per caso una Lamborghini Aventador, non vedevi l'ora che si spostasse per ammirare meglio le vecchiette, è la sensazione che hanno provato tutti.
Ritratto di daniok
25 aprile 2020 - 18:45
4
E' vero Giulio, oggi molti, anche i giovanissimi sono attratti dalle auto del passato, forse è per questo che la A110 ha avuto tanto successo, perché ricalca una sportiva degli anni ruggenti. Mi capita spesso andando in giro con le mie vecchiette che i bambini strattonino le mamme per potersi girare a vedere passare una rumorosa e fumosa Mini Cooper con tutta la sua fila di fanaloni!!! ;-)
Ritratto di supermax63
25 aprile 2020 - 10:25
Alfa 33 superiore a Alpine...ma in quale Film forse Balle Spaziali stiamo raggiungendo le vette di Pasquale Ametrano
Ritratto di daniok
25 aprile 2020 - 10:44
4
Supermax Giulio si riferiva alle auto dei tempi andati, forse tu sei troppo giovane, ma chi come me e Giulio ha guidato (e per quanto mi riguarda guida ancora con grandissima soddisfazione) auto degli anni 60/70 non può che rimpiangere le sensazioni che un'auto rude come quelle di allora sapeva trasmettere. Con un auto moderna oggi per avvertire le reazioni dovute ai trasferimenti di carico longitudinali o trasversali innescate da sterzo, acceleratore e freni devi andare fortissimo.. con la mia Fulvia Rallye del 1968 basta arrivare in curva alzare il pedale del gas e sterzare che immediatamente senti il posteriore che allarga e la macchina inserisce... il tutto ad una velocita che oggi un suv qualsiasi raggiunge al minimo regime senza neanche minimamente scomporsi. Tutto qui, non era un paragone, e poi a ben pensarci le Alfa33 facevano pure un trofeo a Magione fin al 2010 con addirittura 30 vetture in griglia! Non tutte le auto possono fregiarsi di aver avuto una storia nel motorsport, di quelle moderne neppure una su 100!!
Ritratto di supermax63
25 aprile 2020 - 12:46
No,no so benissimo di cosa parlo. Giulio ha l'ossessione della 33 e Alfasud
Pagine