NEWS

Futurista: il ritorno della Lancia Delta

20 agosto 2018

Tra pochi giorni, questa special realizzata sulla base della Delta Integrale, sarà presentata a Grand Basel 2018.

Futurista: il ritorno della Lancia Delta

STILE INCONFONDIBILE - Poche automobili sono rimaste nei cuori degli appassionati di motori come la Lancia Delta Integrale, che deve la sua fama alla straordinaria sequenza di successi nelle gare di rally con 6 titoli mondiali consecutivi dal 1987 al 1992. La gloriosa eredità di quel modello viene ripresa dal piccolo costruttore italiano Automobili Amos, fondato dal pilota e collezionista Eugenio Amos, che presenterà alla rassegna Grand Basel di Basilea (6-9 settembre) una riedizione dell'auto, chiamata Delta Integrale Futurista, molto simile alla Delta originale, ma con una serie di particolari interni ed esterni del tutto nuovi: sono più di 1000, stando a quanto anticipato dalla Amos.

A TRE PORTE - La base di partenza per la realizzazione della Delta Integrale Futurista dovrebbe essere la Delta Integrale originale, sulla quale sono stati effettuarti numerosi interventi. La carrozzeria è stata rivista utilizzando come materiale l'alluminio, ma riprende i tagli netti della Integrale Evoluzione, con le sue carreggiate più larghe, archi passaruota maggiorati e minigonne pronunciate. Cambia anche il numero delle portiere, che a giudicare dai disegni di anticipazione saranno 3 e non 5 come sulla Lancia. La Futurista sarà costruita a mano in piccolissima serie, tanto è vero che la Automobili Amos stima quattro mesi di lavoro per realizzarne una. Il prezzo si annuncia elevato, ma ne sapremo di più dopo la presentazione.

Aggiungi un commento
Ritratto di MatteFonta92
21 agosto 2018 - 11:06
3
@torque - Infatti secondo me la Singer non avrebbe il diritto di "violentare" in questo modo le 911 classiche per creare qualcosa che a livello collezionistico è letteralmente un abominio. Mischiare componenti classiche e moderne su un'auto d'epoca è qualcosa che farebbe accapponare la pelle ad ogni appassionato del genere...!
Ritratto di Fr4ncesco
20 agosto 2018 - 19:50
Il Deltone è difficile da realizzare perché si basa su un'auto di larga diffusione e ciò premeterebbe una segmento C popolare completa di carrozzeria e interni e sappiamo che è più difficile e costoso realizzare una macchina da 20.000 euro che da 1.000.000 (lo stesso Giugiaro disse che fu più impegnativo fare la Panda che le supercar). Per rilanciare... Lancia, servirebbe una nuova Stratos.
Ritratto di Agl75
21 agosto 2018 - 22:56
Stratos = standing ovation
Ritratto di 82BOB
22 agosto 2018 - 08:52
Mah... come fatto notare prima da @alex_rm questa è una cosa fatta al di fuori di FCA, quindi non mi addentrerei troppo nel rilancio, ormai impossibile vista la voglia di chiudere manifestata più volte da maglioncino! Mi permetto comunque un appunto, la Stratos non era altro che un'auto da rally che per poter gareggiare doveva essere prodotta in serie (limitata), diventata iconica per la linea accattivante e i risultati in gara, che si inseriva in una gamma Lancia (come anche le varie Fulvia, Beta, S4, Delta, ecc..) di tutto rispetto, almeno nel belpaese. A fianco della Stratos e delle altre auto da competizione c'erano la Delta normale, la Beta normale e Beta Trevi, la Gamma, la Prisma, la Thema, la Fulvia normale... Se si riproponesse ora la Stratos, o la Beta Montecarlo, o la Delta Evo, o una qualsiasi altra icona dovrebbe, a mio modesto avviso, inserirsi in un programma di rilancio del brand che non può non passare per le attività sportive (che danno importante visibilità agli appassionati) e soprattutto dalla realizzazione di una gamma completa di veicoli!
Ritratto di studio75
20 agosto 2018 - 20:31
5
Adoro questo tipo di auto (restomod). Sono quasi identiche alle originali ma hanno componenti moderne. Questa dovrebbe avere sospensioni elettroniche bilstein, motore originale Lancia con componenti nuove (turbo?).
Ritratto di Carlo 63
20 agosto 2018 - 20:32
O magari una Fulvietta...ma se devono sfornare un'altra ca..ta pazzesca al pari della 124 spider, brutta copia ed anche più cara della mazda da cui deriva...vi prego: Lasciate stare, cambiate lavoro, non siete all'altezza, lasciateci almeno i nostri ricordi! Lasciatevelo dire da uno che di stucco a ferro ne ha "tirato" tanto.
Ritratto di Claus90
20 agosto 2018 - 21:03
ottimo ragazzi ne venderanno a vagonate è bellissima ma credo che costi sopra i 100 mila
Ritratto di alex_rm
20 agosto 2018 - 21:11
Non si tratta del ritorno della Lancia Delta ma al massimo di pochi esemplari rimessi a nuovo e modificati dalla automobili Amos,quindi questa auto effettivamente non ha nemmeno il marchio Lancia.
Ritratto di alex_rm
20 agosto 2018 - 21:13
Stesso discorso dei 25 esemplari di New stratos fatti da un preparatore su base Ferrari
Ritratto di 82BOB
22 agosto 2018 - 08:53
Eh sì! Se non sbaglio una qualche "casetta" di queste aveva anche fatto una New Delta, o almeno ne avevano immaginata una, ma non so su quale base meccanica!
Pagine