NEWS

Aston Martin DBX: inizia la fase finale di test

14 novembre 2018

L’Aston Martin DBX sarà la prima suv della casa inglese. Il debutto ufficiale è previsto nell’autunno del 2019.

Aston Martin DBX: inizia la fase finale di test

PIANI AMBIZIOSI - L’Aston Martin è in una fase molto positiva della sua altalenante storia e ha un piano di sviluppo molto concreto, che la porterà alla presentazione di svariati nuovi modelli nei prossimi anni. Dopo DB11 e Vantage, sarà la volta della suv Aston Martin DBX e dalla hypercar Vakyrie, realizzata in collaborazione con la Red Bull in soli 150 esemplari (già tutti opzionati), e successivamente dei modelli elettrici marchiati Lagonda. L’obiettivo è superare le 5.000 auto vendute nel 2017 per raggiungere in un quinquennio quota 10.000.

SUV DI SUPERLUSSO - In questo aggressivo piano industriale l’Aston Martin DBX rappresenta un tassello fondamentale per fare decollare le vendite in termini numerici. Si tratta di una suv di superlusso destinata a cavalcare la moda per questo tipo di veicoli che sta contagiando un po’ tutti i costruttori. Le sue concorrenti saranno Lamborghini Urus, Bentley Bentayga, Rolls-Royce Cullinan e Ferrari Purosangue.

ON E OFF-ROAD - L’Aston Martin DBX inizia ora la fase finale dei test su strada dopo anni dedicati alla progettazione e alle prove a porte chiuse, in vista del debutto previsto per il quarto trimestre del 2019. "Abbiamo sviluppato e messo a punto la DBX nel simulatore. Questo ci ha permesso di compiere eccellenti progressi nella fase di realizzazione dei primi prototipi”, ha detto Matt Becker, ingegnere capo all’Aston Martin. Il quale conferma che la DBX è una tipologia di Aston Martin molto diversa rispetto ai precedenti modelli e deve essere in grado di confrontarsi con il fuoristrada, senza rinunciare alla grinta e alla sportività su strada tipiche delle Aston.

UNA SUV FILANTE - Osservando le immagini scattate durante i test, nonostante le camuffature si può notare come l'Aston Martin DBX abbia proporzioni da suv sportiva, che non rinuncia alle quattro porte e al portellone per il carico. Le forme appaiono filanti con un tetto spiovente e una coda filante caratterizzata da montanti inclinati come sulle coupé. Nel frontale possiamo intravedere l’iconica grande calandra di tutte le auto della casa di Gaydon. La DBX sarà costruita nel nuovo impianto di St. Athan, nel Galles, dove saranno costruite anche le future auto elettriche dell’Aston Martin.





Aggiungi un commento
Ritratto di Cosworth141090
15 novembre 2018 - 11:39
Hai scritto talmente tante baggianate da non riuscire nemmeno a decidermi su cosa controbattere. Il SUV (quindi elimino già a priori i crossover) è un mezzo la cui logica ed utilità è innegabile: un auto con spazio da wagon, che presenta caratteristiche meno estreme rispetto ad una fuoristrada vera, ma che risultano utilissime in determinate circostanze. Io sono un veterinario, e per lavoro mi capita molto spesso di dover raggiungere allevamenti che non si trovano proprio in posizioni "comode". Al contempo amo la montagna, e per raggiungere i percorsi da trekking le strade non sono certo asfaltate. Ciò non bastasse abito a Roma, e con la mia Ford Fiesta (cerchi in lega da 15) OGNI cambio gomme devo rettificare i cerchi. Quindi....la domanda sorge spontanea....che tipo di mezzo può coniugare doti di spazio interno e confort alla risoluzione dei problemi sopra citati? Devo per forza farmi una Wrangler? Un classe G? Spendere un enormità per acquisto e gestione per mezzi TROPPO SPECIALISTICI per le mie modeste esigenze? NO! In famiglia abbiamo una Kuga prima serie che mi risolve tutto questi problemi. Poi, che ce ne sia un abuso posso pure essere d accordo (leggasi mamme che occupano la strada con dei panzer per fare scendere un pupo), ma la logica e l'utilità di base è innegabile....se poi non ci arrivi a capirla è un discorso diverso....
Ritratto di stefano.zoppi56
15 novembre 2018 - 14:36
Rikolas forse non sai che una normalissima SW come una Ford Mondeo è lunga quanto una Cayenne o una X5 ed è meno spaziosa. Quindi dovresti trovare altri argomenti.
Ritratto di slvrkt
15 novembre 2018 - 15:55
4
hanno rinnovato tutta la gamma delle sporive in tempi record, stanno lavorano sulla Valkyrie / Valhalla, non mi pare ci sia da lamentarsi se fanno pure sto' schifo di crossover dopotutto.
Ritratto di Cosworth141090
14 novembre 2018 - 23:13
Strano....non ho ancora letto nessun commento che cita la Stelvio. Ripasso più tardi........
Ritratto di MAXTONE
15 novembre 2018 - 01:15
Alfa Romeo sta andando benissimo in Giappone, a ottobre ha fatto reg
Ritratto di MAXTONE
15 novembre 2018 - 01:16
registrare ben 171 esemplari e un +117% rispetto allo scorso anno.
Ritratto di Fr4ncesco
15 novembre 2018 - 07:20
2
In Giappone l'auto italiana è un culto, per loro anche avere la Giulietta è come avvicinarsi al mondo delle Ferrari e Maserati, non a caso non di rado si incrociano quest'ultima o ad esempio 147, 156, tenute in maniera impeccabile come se fossero Ferrari appunto. Curioso come siano molto legati al mercato domestico ma poi hanno questi sfizi anche abbastanza improbabili, come anche verso Lancia (anche la Y era venduta in Giappone) o Lincoln. Non sono per niente banali.
Ritratto di MAXTONE
15 novembre 2018 - 08:12
Vanno matti per italiane e americane, hanno una venerazione per Mustang, Viper, Corvette, probabilmente perché aldilà dell'indubbio fascino che sprigionano in tutto il mondo, le vedono estremamente esotiche in quanto lontane sia geograficamente che stilisticamente dalle loro poi tengono molto in considerazione la storia del brand infatti una Delta Integrale Collector Edition o una Martini 6 possono valere anche 300.000€ in Giappone.
Ritratto di Fr4ncesco
15 novembre 2018 - 07:34
2
Attualmente solo la brutta Cullinan mi dice qualcosa, essendo un progetto esclusivo come una qualsiasi Rolls berlina e non un riassemblamento con varie auto e di categoria inferiore, poi Rolls non fa auto sportive, un SUV ci sta. Come ci starebbe anche per l'Aston da un punto di vista di vendite, essendo che non rispetto al altri non fa SUV generaliste. Dal pdv del marchio no, vedremo invece come progetto se sarà qualcosa di esclusivo o meno.
Ritratto di MAXTONE
15 novembre 2018 - 09:57
Tanto tra l'altezza di una normale RR e la Cullinan la differenza è talmente poca, sono tutte altissime, gigantesche e squadrate, lontane anni luce dalla spontanea eleganza dell'era pre-bmw, le Bentley sono molto più sexy perché mascherano le dimensioni abbondanti con forme sensuali e tondeggianti di Botticelliana memoria. Infatti di RR non me ne piace neppure una mentre l'intera gamma Bentley la trovo stupenda, Bentayga compresa.
Pagine