NEWS

Aston Martin DBX: inizia la fase finale di test

14 novembre 2018

L’Aston Martin DBX sarà la prima suv della casa inglese. Il debutto ufficiale è previsto nell’autunno del 2019.

Aston Martin DBX: inizia la fase finale di test

PIANI AMBIZIOSI - L’Aston Martin è in una fase molto positiva della sua altalenante storia e ha un piano di sviluppo molto concreto, che la porterà alla presentazione di svariati nuovi modelli nei prossimi anni. Dopo DB11 e Vantage, sarà la volta della suv Aston Martin DBX e dalla hypercar Vakyrie, realizzata in collaborazione con la Red Bull in soli 150 esemplari (già tutti opzionati), e successivamente dei modelli elettrici marchiati Lagonda. L’obiettivo è superare le 5.000 auto vendute nel 2017 per raggiungere in un quinquennio quota 10.000.

SUV DI SUPERLUSSO - In questo aggressivo piano industriale l’Aston Martin DBX rappresenta un tassello fondamentale per fare decollare le vendite in termini numerici. Si tratta di una suv di superlusso destinata a cavalcare la moda per questo tipo di veicoli che sta contagiando un po’ tutti i costruttori. Le sue concorrenti saranno Lamborghini Urus, Bentley Bentayga, Rolls-Royce Cullinan e Ferrari Purosangue.

ON E OFF-ROAD - L’Aston Martin DBX inizia ora la fase finale dei test su strada dopo anni dedicati alla progettazione e alle prove a porte chiuse, in vista del debutto previsto per il quarto trimestre del 2019. "Abbiamo sviluppato e messo a punto la DBX nel simulatore. Questo ci ha permesso di compiere eccellenti progressi nella fase di realizzazione dei primi prototipi”, ha detto Matt Becker, ingegnere capo all’Aston Martin. Il quale conferma che la DBX è una tipologia di Aston Martin molto diversa rispetto ai precedenti modelli e deve essere in grado di confrontarsi con il fuoristrada, senza rinunciare alla grinta e alla sportività su strada tipiche delle Aston.

UNA SUV FILANTE - Osservando le immagini scattate durante i test, nonostante le camuffature si può notare come l'Aston Martin DBX abbia proporzioni da suv sportiva, che non rinuncia alle quattro porte e al portellone per il carico. Le forme appaiono filanti con un tetto spiovente e una coda filante caratterizzata da montanti inclinati come sulle coupé. Nel frontale possiamo intravedere l’iconica grande calandra di tutte le auto della casa di Gaydon. La DBX sarà costruita nel nuovo impianto di St. Athan, nel Galles, dove saranno costruite anche le future auto elettriche dell’Aston Martin.





Aggiungi un commento
Ritratto di slvrkt
15 novembre 2018 - 16:07
4
Bugatti, ma ormai lo aspettiamo tutti il suv da 500 kmh, credo, no?
Ritratto di luperk
15 novembre 2018 - 18:40
pare la levante di lato
Ritratto di gbvalli
15 novembre 2018 - 19:14
1
Cè SUV e SUV.. non tutti sono brutti armadi sgraziati e squadrati; ce ne sono anche di forme eleganti, proporzionati e ben stilizzati, come ad esempio la Stelvio, le Volvo X40 e X60, la Jaguar F-Pace, la Porsche Macan, o anche, tra le più grandi, la Urus, la Levante, e questa nuova Aston. Poi alla fine è sempre questione di gusti personali.
Ritratto di Giuliopedrali
15 novembre 2018 - 19:16
Be non il SUV fatto male ma la cross-over fatta bene credo sia la tipologia di auto più interessante che esista. Soprattutto per costruttori di prestigio. L'unica davvero artigianale però sarà la low cost MPM altro che Aston, Rolls o Ferrari...
Pagine