NEWS

Aston Martin: le eredi di Vantage e DB11 saranno elettriche

Pubblicato 21 luglio 2021

La prima auto elettrica dell’Aston Martin arriverà nel 2025, ma in precedenza sarà la vota dei modelli ibridi a fare da ponte.

Aston Martin: le eredi di Vantage e DB11 saranno elettriche

PRIMA LE IBRIDE - Come ha confermato Tobias Moers, ceo dell’Aston Martin, ad Automotive News, la prima auto elettrica dell’Aston Martin, che sostituirà una delle due sportive con motore anteriore attualmente in gamma, Vantage e DB11 (nella foto qui sopra), arriverà nel 2025. Nel frattempo la casa di Gaydon proseguirà nella realizzazione di versioni ibride dei suoi modelli: la prima sarà la Valkyrie, l’inedita hypercar a tiratura limitata le cui consegne inizieranno a settembre del 2021, seguita nel 2023 dalla Valhalla, presentata nei giorni scorsi che abbina un V8 biturbo a due motori elettrici. Subito dopo dovrebbe essere la volta della suv DBX e della versione di serie della Vanquish Vision concept, tutte e due dotate di motori ibridi.

SI VOLTA PAGINA - Nel 2025 l’Aston Martin pianifica di voltare pagina, con la sua prima elettrica che potrebbe essere l’erede della DB11, dato che è nata nel 2016 ed è la più vecchia delle auto nell’attuale gamma, seguita dalla Vantage. Il ceo della casa inglese ha confermato che le EV attualmente in fase di progettazione dovranno avere un’autonomia di almeno 600 km e che dopo le due sportive sarà la volta di una suv elettrica, essenziale perché il mercato richiede fortemente questo tipo di auto.

OBIETTIVO DI CRESCITA - Quasi certamente, per sviluppare la futura gamma, l’Aston Martin sfrutterà la collaborazione con la Mercedes, che è anche azionista al 20% della casa inglese. Tra gli obiettivi del nuovo ceo ci sono quello arrivare a vendere 10.000 vetture all’anno (nel 2020 sono state solo 4.150) e di avere il 50% della gamma completamente elettrica entro il 2030. 

Aston Martin DB11 Coupé
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
128
39
13
8
11
VOTO MEDIO
4,3
4.33166
199




Aggiungi un commento
Ritratto di gt3mc12
22 luglio 2021 - 05:43
Proviamo a spiegare, ma sarà complicato. Per qualcuno il problema è ricaricare l'elettrico. Per le bellissime Aston tradizionali invece il problema sono le frequenti e lunghe soste dal benzinaio. Quindi in prospettiva le future Aston E daranno una maggiore libertà a chi ha box casa e box lavoro. Cioè ci sono fasce che beneficiano oggettivamente di maggiori libertà da mobilità elettrica. Poi c'e la fascia intermedia, poi ci sarebbe pure la fascia bassa. Ok incentivi e colonnine, ma poi dovrai mettere in strada... vabbè ci sarà modo di riparlarne
Ritratto di Francesco Pinzi
22 luglio 2021 - 10:12
1
ciao @gt3mc12. Temo tu sia un pò troppo ottimista, dire che un Aston E dia maggiore libertà con l'attuale tecnologia di batterie è falso a dire poco. Anche se facesse 3km/l, il serbatoio lo puoi sempre riempire in 5 min al primo paesello che trovi. L'elettrico non da nessuna libertà, a meno che il pianeta non diventi una ricarica wireless globale. Diciamo che il 90% almeno dei possessori di Aston la usano una volta alla settimana e la tengono in uno dei loro 12 garage, allora può darsi che vada bene lo stesso.
Ritratto di Trattoretto
22 luglio 2021 - 10:19
I tuoi sono discorsi che vanno bene a chi guarda al presente e soprattutto al futuro, ma non a chi guarda al passato e si illude di poter continuare ad andare avanti in quel modo, un po' come se uno volesse camminare andando avanti ma rivolgendo lo sguardo indietro ... stai sicuro che va a sbattere. Gente che non vede oltre il proprio naso, che ha il coraggio di andare a pontificare le scelte di dirigenti che devono decidere le sorti di aziende. Gli stessi geniacci che criticavano Marchionne e Musk per intenderci. Poi sappiamo come è andata.
Ritratto di Francesco Pinzi
22 luglio 2021 - 10:27
1
Non ho capito bene il tuo discorso, ma in ogni caso siamo lontani dal dare ragione a qualcuno. Ancora non mi pare si sia presa una strada condivisa da tutti perchè nettamente migliore. E' solo "obbligata", per questo o quel motivo, ma a nessun comune mortale conviene così tanto. Quello che è lampante è che questo mondo sovrappopolato sta portando a costruire leggi e limiti sempre più stringenti, dove dire che vi è maggiore libertà, a me, suscita ilarità.
Ritratto di Pierre Cortese
22 luglio 2021 - 12:49
1
Non preoccuparti, tra pochi anni questo mondo tutto sarà meno che sovrappopolato. Naturalmente IMHO e con rispetto parlando. Un saluto. Il Gwent.
Ritratto di bebbo
22 luglio 2021 - 08:52
Non so se è stato detto ma dopo la Turbo potrebbe essere la volta dell'Auto Elettrica con la targhetta V12.
Ritratto di Voltaren
22 luglio 2021 - 21:06
... che potrebbe indicare la disposizione delle batterie. :-D
Ritratto di - ELAN -
23 luglio 2021 - 11:56
1
AH AH AH!
Ritratto di Andrea Zorzan
22 luglio 2021 - 09:08
Per battere (facilmente) la concorrenza, che è molto indietro (Porsche esclusa), dovrebbero ispirarsi alle Rimac.
Ritratto di Lorenz99
23 luglio 2021 - 14:19
CHE TRISTEZZA RINUNCIARE AL V12, UN MOTORE DAL SOUND STUPENDO.. CI SARÀ UN TREMENDO APPIATTIMENTO TECNICO, CAMBIO AZZERATO, BATTERIE E MOTORI, PRATICAMENTE UGUALI. RESTERÀ L'AUTONOMIA E LA GUIDA ASSISTITA A FARE LA DIFFERENZA
Pagine