NEWS

Aston Martin: pronta un’offerta per rilevarla?

Pubblicato 06 dicembre 2019

Secondo indiscrezioni, una cordata capitanata dall'uomo d’affari Lawrence Stroll avrebbe pronta un’offerta per rilevare la maggioranza.

Aston Martin: pronta un’offerta per rilevarla?

NUOVA AVVENTURA - Il canadese Lawrence Stroll è un uomo d’affari la cui fortuna supera i 2 miliardi di dollari, accumulata per lo più nel campo della moda: il marchio più noto da lui lanciato è Tommy Hilfiger. Lawrence Stroll è anche un grande appassionato di motori e possiede una delle maggiori collezioni di Ferrari al mondo. Nel 2018 ha rilevato la scuderia di Formula 1 Force India, poi ribattezzata Racing Point, per la quale corre il figlio. Ora sembra che voglia fare un passo ancora più grande nel mondo dei motori: secondo indiscrezioni lanciate dalla stampa inglese sarebbe a capo di una cordata interessata a rilevare la maggioranza delle azioni dell’Aston Martin. Attualmente lo storico costruttore inglese di auto sportive e di lusso è di proprietà del fondo italiano Investindustrial e del kuwaitiano Adeem Investment. Una minima delle azioni è detenuta anche dalla tedesca Daimler. 

AZIONI IN PICCHIATA - L’Aston Martin non sta attraversando un periodo positivo dal punto di vista dei conti: nonostante la gamma composta da nuovi modelli le vendite scendono e i bilanci sono in rosso. Inoltre, ad ottobre 2018 un’azione era valutata 18 sterline, ma il titolo è crollato nel corso dei mesi fino alle 4 sterline di agosto 2019, prima di risalire alle 5,85 sterline di oggi 6 dicembre. Il valore in borsa dell’Aston Martin è precipitato così da 4,3 miliardi a circa di 1 miliardo di sterline. Un valore così basso deve avere fatto gola a Lawrence Stroll e alla sua cordata di investitori, anche perché gli esperti ritengono che il valore della casa inglese possa tornare a crescere dopo il lancio, nel secondo trimestre 2020, della suv Aston Martin DBX (nelle foto), un modello a lungo atteso che potrebbe ribaltare la situazione facendo aumentare le vendite dell’Aston Martin.





Aggiungi un commento
Ritratto di AMG
7 dicembre 2019 - 12:08
Poco da dire; il figlio è incapace in F1, oppure... se vogliamo spezzare una lancia a favore non ha una monoposto che possa nemmeno minimamente fargli avere un minimo di rilievo. Va detto che l'investimento di Stroll nella storica scuderia Martini ha purtroppo fatto fiasco, peccato per il nome storico ma la scuderia è nelle acque più nere. Per quanto riguarda Aston Martin, la configurazione della proprietà attuale mi piace, e la collaborazione abbastanza recente con la Daimler da i suoi frutti. La situazione finanziaria era nera anche anni fa, da allora Aston ha saputo ribaltare la situazione con una nuova gamma di modelli di tutto rispetto!! Quello che è successo per McLaren può succedere per Aston, che magari non ha ancora saputo fare margine con i nuovi modelli, ma il recente suv spopolerà, costi di produzione inferiori e numeri di vendita che partono. L'abbiamo visto sempre che succede così, e devo dire che questo SUV è apprezzabile anche da parte mia, è stato progettato bene ed è molto interessante, tra questo e un TANK come l'Urus, non avrei nemmeno un istante di esitazione!
Ritratto di verdebiancorosso
7 dicembre 2019 - 19:52
credo che la verità sia una, i costi di sviluppo del suv hanno spolpato le casse e adesso ci sarà chi ne approfitta. Il declino economico della Aston Martin è passato sotto silenzio e l'ultima volta che ne avevo letto si parlava di risultati economici molto molto buoni e una linea di prodotto continuamente affinata. Evidentemente è stato un bluff al quale nuovi compratori non hanno abboccato nonostante dietro al fumo ci fosse abbastanza arrosto come evidenziato dall'ultimo prodotto
Ritratto di Giuliopedrali
8 dicembre 2019 - 08:59
Il campione di Formula Uno Leclercq è figlio di uno che è il padrone di tutto il gruppo Auchan, anche Standa forse? in tutta Europa, questo Stroll di un altro magnate ancora più ricco che sembra comprerà più di un team di F1 anche per far vincere il rampollo... Poi è la Formula E che è tutta falsa e asettica.
Ritratto di tramsi
8 dicembre 2019 - 13:56
Cosa c'entra? Insomma, il solito modo per inserire il tuo commento a chiusura, a prescindere dall'argomento e financo dal contenuto. Da ospedale psichiatrico!
Ritratto di alex_rm
8 dicembre 2019 - 18:01
Il padre di Charles Leclerc si chiamava harve Leclerc un ex pilota che é morto qualche anno fa e non ha nulla a che fare con eduard Leclerc fondatore di ipermercati in Francia(ne aveva 40 in Italia ceduti a Conad nel 2014)ed il gruppo Auchan(che in Italia sono in dismissioni con altre crisi occupazionali)fa parte della famiglia mulliez(che hanno anche decatlon e leroy merlen ed ecc ecc)
Ritratto di Giuliopedrali
8 dicembre 2019 - 14:19
Come che centra? Ma gli ospedali psichiatrici li tengono ancora aperti: a ho capito il perchè... L'articolo parlava solo di quello, poi è interessantissimo che il magnate Stroll acquisti l'Aston Martin e pure l'aiuto in Formula Uno, ma i piloti cioè suo figlio ne esce un pò ridimensionato.
Ritratto di Illuca
8 dicembre 2019 - 15:31
Il nuovo suv scimmiotta esternamente le varie cayenne e cayman mentre all'interno é al Top come da tradizione Aston Martin
Ritratto di Giuliopedrali
8 dicembre 2019 - 18:23
Mi spiace dirlo magari di Formula Uno non me ne intendo per niente come sto dimostrando, ma la SUV DBX è attualmente il più bel SUV del mercato, migliore anche della Cayenne che secondo me comunque è leggermente inferiore alla Macan.
Ritratto di alex_rm
8 dicembre 2019 - 18:04
Molto strano che la aston perda il 75% del valore ora che ha presentato un suv che ne farà raddoppiare le vendite.
Ritratto di Rav
8 dicembre 2019 - 18:18
3
Continuo a non capire come mai vendano così poco e come mai chi può permettersi auto del genere viri su altro. La DBS Superleggerà è ad oggi secondo me una delle 10 auto più belle sul mercato mondiale. Se avessi i soldi ne avrei già una in garage. Ma forse chi le potrebbe comprare non apprezza questo tipo di eleganza e cerca qualcosa di ben più appariscente. Speriamo che qualcuno riesca a sollevarla. Di sicuro la gestione attuale ha tirato fuori delle gran belle auto.
Pagine