NEWS

Aston Martin Rapide AMR: meno classe, ma più grinta

13 giugno 2018

Questa versione più sportiva della Rapide dovrebbe traghettare il modello verso il suo pensionamento, previsto nel 2020.

Aston Martin Rapide AMR: meno classe, ma più grinta

RUSH FINALE - Ha davanti a sé ancora un paio d’anni di carriera, ma l’Aston Martin Rapide vuole ancora stupire. Lo fa con il nuovo allestimento AMR, che sta per Aston Martin Racing e significa maggior grinta e prestazioni, un po' come avvenuto per la DB11 AMR (qui la news).

UN V12 ASPIRATO DI SEI LITRI - L’Aston Martin Rapide AMR monta il l'ormai anziano motore aspirato 6.0 V12, che ha subito alcune modifiche per innalzare la potenza a 603 CV (contro i 559 della Rapide S). Non cambia la coppia, che è sempre di 630 Nm. Il motore, abbinato al cambio automatico ZF a 8 rapporti, spinge la berlina sportiva inglese sino alla velocità di 330 km/h con accelerazione 0-100 km/h in 4,4 secondi. Valori di grande livello se si considera che la Rapide AMR ha un peso di 1.990 kg.

TECNOLOGIA AL TOP - Nessuna modifica alla struttura del telaio in alluminio dell’Aston Martin Rapide AMR. Il cambio è sistemato in posizione posteriore-centrale (schema tansaxle, con il motore in posizione anteriore longitudinale), la trazione è sulle ruote dietro. Per l’impianto frenante sono stati scelti dischi in carboceramica. Le sospensioni mantengono la struttura fondamentale di quelle della Rapide S, ma sono state abbassate di 10 mm e riviste per adeguare il comportamento stradale alle prestazioni superiori. Analogo è stato il lavoro compiuto sugli elementi aerodinamici, con la ricerca della miglior resa. Proprio in questo lavoro è stata tenuta in particolare conto l’esperienza fatta con le Aston Martin impegnate nelle gare. Tutto ciò in abbinamento a una dotazione interna fatta di cura certosina per avere un ambiente accogliente ed elegante, con a disposizione tutto l’equipaggiamento tecnologico oggi disponibile.

PREZZO DA SUPERCAR - In Europa l’Aston Martin Rapide AMR sarà posta in vendita nell’ultimo trimestre del 2018, al prezzo di 230 mila euro.

Aston Martin Rapide
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
71
52
27
5
11
VOTO MEDIO
4,0
4.006025
166
Aggiungi un commento
Ritratto di Giuliopedrali
13 giugno 2018 - 16:29
Secondo me l' Aston Martin Rapide è stata un auto piuttosto inutile, meglio una super berlina molto più sontuosa nelle linee e meno sportiva, però con le stesse prestazioni.
Ritratto di francesco.87
13 giugno 2018 - 17:18
non ha retto il confronto con la panamera
13 giugno 2018 - 17:57
Gran macchina, peccato non abbia trovato la giusta risonanza mediatica finendo un po' nell'oblio anche se tutt'ora in listino. Caratteristiche tecniche raffinatissime, design penetrante. Un'auto da gentleman.
Ritratto di Giuliopedrali
13 giugno 2018 - 18:05
Spero che la prossima sia molto più elegante, squadrata, sontuosa, brutale, una specie di Rolls-Royce bassa e super prestazionale.
Ritratto di Ercole1994
13 giugno 2018 - 19:54
La prima serie (quella col frontale a doppia presa d'aria), era semplicemente incantevole. Poi, venne, la seconda serie, con quel musone a mo' di Audi che rovinò tutto l'equilibrio generale della carrozzeria. Assolutamente, una berlinona sportiva trascurata e, purtroppo, rovinata...
Ritratto di Giuliopedrali
13 giugno 2018 - 20:55
Preferisco in questo genere la squadratissima Lagonda di William Towns del 1976, pazzesca ed esclusiva, non vuole assomigliare alle super sportive ma fa scomparire tutte le altre auto di lusso sullo sfondo...
Ritratto di Arreis88
13 giugno 2018 - 22:07
Altra classe rispetto alla Panamera.
Ritratto di Giuliopedrali
14 giugno 2018 - 08:38
Una vera Aston Martin è una via di mezzo tra una Ferrari e una Rolls-Royce ma forse più Rolls-Royce per come la vedo io, se è troppo super sportiva come immagine come questa Rapide, si confonde con tante altre auto super potenti. Il top delle Aston era la V8 anni 80. Assolutamente unica, finiture e pesantezza da Rolls-Royce prestazioni da Lamborghini.