NEWS

Audi A5 Cabriolet: la gamma è completa

04 novembre 2016

Dopo le Coupé e Sportback arriva il modello dell'Audi A5 privo del tetto, più leggero e accogliente che in passato.

Audi A5 Cabriolet: la gamma è completa

NUOVA MECCANICA - Il terzo componente della famiglia A5 è la Audi A5 Cabriolet, priva del tetto, che sarà in vendita a marzo 2017 e segue i modelli con carrozzeria coupé e berlina a cinque porte (Sportback). Da entrambe riprende la base costruttiva MLB, a motore anteriore longitudinale, che sancisce un aggiustamento delle proporzioni esterne rispetto all’edizione oggi sul mercato: la A5 Cabriolet 2017 cresce in lunghezza di 4,7 cm e raggiunge i 467 cm. Da questa modifica trae vantaggio anche l’abitacolo, più ampio, che offre 1,4 cm in più nella zona posteriore delle ginocchia e 2,6 cm aggiuntivi per le spalle dei passeggeri anteriori. La meccanica si abbina inoltre ad una sospensione posteriore multilink a cinque bracci, più evoluta di quella precedente (con schema a trapezio), che dovrebbe assicurare benefici in termini di comportamento su strada.

BAULE DA BERLINA - Sulla dinamica di guida influiranno anche l’incremento della rigidità strutturale (+40% rispetto alla vecchia Audi A5 Cabriolet) e il contenimento di pesi, nella misura massima di 40 chili, obiettivo raggiunto nonostante la presenza dei rinforzi alla scocca: in genere sulle cabriolet la mancanza del tetto va compensata irrobustendo alcune parti della carrozzeria. La capote in tela opera fino alla velocità di 50 km/h, si governa attraverso un comando sulla plancia e richiede 15 o 18 secondi per aprirsi o chiudersi. Quando ripiegata non sottrae molto spazio al baule, visto che la sua capacità dichiarata nel frangente è di 380 litri. Il divanetto si può ripiegare al 50:50 e l’apertura dello sportello posteriore avviene in maniera automatica, alla pressione di un tasto sul telecomando, ma in opzione si può chiedere il sistema d’apertura tramite il movimento del piede.

C’È ANCHE LA SPORTIVA S5 - I motori disponibili al lancio della Audi A5 Cabriolet  saranno il benzina 2.0 TFSI (252 CV) ed i diesel 2.0 TDI (190 CV) e 3.0 TDI (218 CV). In seguito arriveranno il 2.0 TFSI da 190 CV e il 3.0 TDI da 286 CV. Al vertice si posiziona la S5 Cabriolet, a benzina, equipaggiata con il potente sei cilindri 3.0: produce 354 CV, assicura una velocità massima auto-limitata a 250 km/h e spinge l’auto da 0 a 100 km/h in 5,1 secondi. La S5 offre di serie la trazione integrale quattro e il cambio automatico ad 8 rapporti. A listino ci saranno comunque versioni meno sofisticate, a trazione anteriore e con due altre tipologie di cambio, ovvero il manuale a 6 marce e l’automatico doppia frizione a 7. La dotazione, come su tutte le Audi, può essere arricchita a piacimento: fra i contenuti di maggior qualità ci sono i fari anteriori a led, il quadro strumenti digitale (Audi Virtual Cockpit), la connettività ad internet nell’abitacolo e il sistema di frenata automatica con funzione stop&go che frena e accelera automaticamente l'auto durante la marcia in colonna.

Audi A5 Cabriolet
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
48
43
31
27
29
VOTO MEDIO
3,3
3.30337
178




Aggiungi un commento
Ritratto di torque
4 novembre 2016 - 16:39
Impossibile parlare di scelta e men che meno di scelta logica se si sta considerando un'auto che non esiste ancora. Lo Stelvio sarà una scelta logica quando, dopo il debutto, si dimostrerà migliore delle rivali. Fino ad allora, sono solo ragionamenti prematuri e infondati, per quanto io per primo incrocio le dita perché Alfa tiri fuori un suv all'altezza della Giulia.
Ritratto di nicktwo
4 novembre 2016 - 16:46
ribadisco il mio pensiero... per me paradossalmente potrebbe lo stelvio anche andare contro natura e risultare piu' performante di una giulia pari motore, per me non cambierebbe il fatto che per una questione di equilibri dinamici e indirizzamento della logica costruttiva alla prestazione preferisco comunque le berline ai suv... saluti
Ritratto di fiattaro
4 novembre 2016 - 21:47
Ma che cavolo di argomentazione stai facendo? Ma dai i numeri?
Ritratto di torque
4 novembre 2016 - 16:44
Visto che parliamo di logica, poi, è davvero ammirevole la tua che, alle 14.54, sostieni che "per deformazione professionale da metodo di studio e lavoro tendo proprio a non parlare di auto che non sono almeno state testate dalle varie riviste", e neanche due ore dopo "volendosi proprio buttare su un suv presumibilmente lo Stelvio sarà la scelta più logica": Stelvio che, oltre a non essere stato testato dalle varie riviste, come ben sai non è stato nemmeno presentato e tutt'al più ne abbiamo visto giusto qualche foto spia con una camuffatura completa addosso. Tutto e il contrario di tutto. Saluti.
Ritratto di nicktwo
4 novembre 2016 - 17:05
per fortuna che lo ho scritto chiaramente "tendo"... ad ogni modo non mi sembra una questione tanto esasperata e dottrinale... esiste la giulia, la alzano un po', terminale di scarico sdoppiato su tutte le vesioni, le mettono dei cerchi optionali anche da 20", aggiungono la funzione allweater al manettino dna, 5 mila euro in piu' sul listino etvoila' abbiamo lo stelvio... cosa potra' mai andare storto in questa semplice operazione per ottenere un mezzo dinamicamente disastroso da un gioiello quale la giulia?.. per certe cose bisogna avere intuizione e buon occhio,,, io faccio sempre l'esempio del campione di formula 1 che corre per una squadra k mentre la squadra y sta a fondo classifica, poi il campione vince il titolo e nell'incredulita' del semplice spettatore passa dalla superforte squadra k alla disastrosa squadra y... ebbene al massimo 2 stagioni ed ora la squadra y ai vertici col campione di nuovo iridato mentre k si e' persa a meta' classifica... ripeto, per certe cose bisogna avere occhio e intuizione... saluti
Ritratto di Fdkk
4 novembre 2016 - 22:33
3
In effetti è andata proprio così con alonso e vettel
Ritratto di Fr4ncesco
4 novembre 2016 - 17:31
2
Scusate l'intromissione, ma io trovo i commenti di nicktwo invece molto intelligenti, un po' pungenti avvolte, ma spesso è l'unico modo di dire la verità.
Ritratto di torque
4 novembre 2016 - 17:53
Io invece, Fr4ncesco, gli ho visto menzionare la Giulia anche sotto articoli che parlavano di tutt'altro, aggrappandosi alla scusante che "nessuno vuole sentire parlare di questo quando c'è da commentare la notizia del giro al Nurburgring della Giulia", e c'è stato un periodo in cui OGNI articolo vedeva un suo commento in cui parlava della Giulia, anche quando il topic erano le multe di Milano (esempio detto a caso). Io, che amo la Giulia da quand'è uscita, quando vengo su questo sito la odio profondamente, perché me la ritrovo anche dove c'entra come i cavoli a merenda. Ammetto di essere magari poco flessibile io, ma io questi commenti non li posso considerare "molto intelligenti", tantomeno riesco a vederci la logica che cita nicktwo stesso, a meno che la logica non sia "parlare solo ed esclusivamente di Alfa", allora sì, la vedo. E più che di logica e intelligenza, qui secondo me si parla di spam.
Ritratto di torque
4 novembre 2016 - 18:01
Ma non è un caso, Fr4ncesco, se la discussione è nata dal fatto che sotto un articolo relativo all'Audi A5 si stia parlando di Fiat 124, un'auto le cui similitudini con la A5 iniziano e finiscono col tetto in tela.
Ritratto di Fr4ncesco
4 novembre 2016 - 18:45
2
No su questo sono d'accordo. Che il discorso si dirotti su altre auto ma concorrenti è naturale, ma tirarle in ballo quando non c'azzeccano questo no, è fastidioso. Altri commenti però, soprattutto in risposta ai soliti detrattori, li trovato personalmente geniali
Pagine