NEWS

Audi A5 Cabriolet: la gamma è completa

04 novembre 2016

Dopo le Coupé e Sportback arriva il modello dell'Audi A5 privo del tetto, più leggero e accogliente che in passato.

Audi A5 Cabriolet: la gamma è completa

NUOVA MECCANICA - Il terzo componente della famiglia A5 è la Audi A5 Cabriolet, priva del tetto, che sarà in vendita a marzo 2017 e segue i modelli con carrozzeria coupé e berlina a cinque porte (Sportback). Da entrambe riprende la base costruttiva MLB, a motore anteriore longitudinale, che sancisce un aggiustamento delle proporzioni esterne rispetto all’edizione oggi sul mercato: la A5 Cabriolet 2017 cresce in lunghezza di 4,7 cm e raggiunge i 467 cm. Da questa modifica trae vantaggio anche l’abitacolo, più ampio, che offre 1,4 cm in più nella zona posteriore delle ginocchia e 2,6 cm aggiuntivi per le spalle dei passeggeri anteriori. La meccanica si abbina inoltre ad una sospensione posteriore multilink a cinque bracci, più evoluta di quella precedente (con schema a trapezio), che dovrebbe assicurare benefici in termini di comportamento su strada.

BAULE DA BERLINA - Sulla dinamica di guida influiranno anche l’incremento della rigidità strutturale (+40% rispetto alla vecchia Audi A5 Cabriolet) e il contenimento di pesi, nella misura massima di 40 chili, obiettivo raggiunto nonostante la presenza dei rinforzi alla scocca: in genere sulle cabriolet la mancanza del tetto va compensata irrobustendo alcune parti della carrozzeria. La capote in tela opera fino alla velocità di 50 km/h, si governa attraverso un comando sulla plancia e richiede 15 o 18 secondi per aprirsi o chiudersi. Quando ripiegata non sottrae molto spazio al baule, visto che la sua capacità dichiarata nel frangente è di 380 litri. Il divanetto si può ripiegare al 50:50 e l’apertura dello sportello posteriore avviene in maniera automatica, alla pressione di un tasto sul telecomando, ma in opzione si può chiedere il sistema d’apertura tramite il movimento del piede.

C’È ANCHE LA SPORTIVA S5 - I motori disponibili al lancio della Audi A5 Cabriolet  saranno il benzina 2.0 TFSI (252 CV) ed i diesel 2.0 TDI (190 CV) e 3.0 TDI (218 CV). In seguito arriveranno il 2.0 TFSI da 190 CV e il 3.0 TDI da 286 CV. Al vertice si posiziona la S5 Cabriolet, a benzina, equipaggiata con il potente sei cilindri 3.0: produce 354 CV, assicura una velocità massima auto-limitata a 250 km/h e spinge l’auto da 0 a 100 km/h in 5,1 secondi. La S5 offre di serie la trazione integrale quattro e il cambio automatico ad 8 rapporti. A listino ci saranno comunque versioni meno sofisticate, a trazione anteriore e con due altre tipologie di cambio, ovvero il manuale a 6 marce e l’automatico doppia frizione a 7. La dotazione, come su tutte le Audi, può essere arricchita a piacimento: fra i contenuti di maggior qualità ci sono i fari anteriori a led, il quadro strumenti digitale (Audi Virtual Cockpit), la connettività ad internet nell’abitacolo e il sistema di frenata automatica con funzione stop&go che frena e accelera automaticamente l'auto durante la marcia in colonna.

Audi A5 Cabriolet
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
48
43
31
27
29
VOTO MEDIO
3,3
3.30337
178




Aggiungi un commento
Ritratto di Fr4ncesco
4 novembre 2016 - 18:47
2
Li trovo* il correttore...
Ritratto di nicktwo
4 novembre 2016 - 22:04
ringrazio per l'attestazione di stima ovviamente sempre contraccambiata a con cui mi trovo in pieno accordo... ne approfitto solo per sottolineare che poi non sono nemmeno un fan fca visto che spesso prendo le parti e dico che mi prenderei la skoda superb, enfatizzo sovente l'ibrido leggero proposto da suzuki, elogio le segmento a e b koreane, considero al top la nissan gt-r con un rapporto contenuti-prezzo che la stessa giulia quadrifoglio si sogna, eccedera... poi il fatto di citare sovente il gruppo fca e' solo che paradossalmente in italia si da' per scontato che farebbe solo cose storte senza rendersi conto che c'e' chi e' molto piu' blasonato e di cavolate ne fa almeno altre tante... per esempio nel caso specifico invece di citare la 124 potevo dire che inprobabilmente un vero esperto spenderebbe per una segmento d cabrio al posto di una honda s2000 e nessuno penso avrebbe avuto da ridire, anzi molti avrebbero messo il pollice verso al commento con tanto di amarcord sulla poesia dei 2000 aspirati da 240cv e i limitatori a 9000rpm eccedera... saluti
Ritratto di Fr4ncesco
5 novembre 2016 - 00:57
2
Appoggio.
Ritratto di torque
5 novembre 2016 - 12:32
Parlo personalmente, perché non posso sapere come avrebbero reagito gli altri utenti, ma io onestamente ti avrei chiesto che logica ci fosse dietro il tuo ragionamento anche se avessi citato la Honda S2000, che proprio come la 124 non c'entra nulla con l'Audi A5. Resta il fatto che invece hai citato proprio la 124 e - e anche qui non si capisce da dove venga fuori - la Punto Cabrio. Quello che ho visto io, è che già col primo commento sei andato offtopic e hai cercato di spostare la discussione su FCA, come ti ho visto fare almeno altre mille volte. Sull'effetto amarcord non mi voglio dilungare, anche perché è inutile giocare a fare i puristi: la A5 ha un'altra destinazione d'uso, non è che tutte le auto devono essere aspirate, allungare fino ai 9000 e essere leggere, possono anche esistere auto più comode e complete senza che nessuno si indigni. Per questo dico che se anche avessi tirato in mezzo la S2000 l'effetto sarebbe stato il medesimo. Poi sono pienamente d'accordo sul fatto che in Italia il gruppo FCA finisca spesso bistrattato e sottostimato, ma se il tuo modo per compensare è chiamarla in causa ovunque, non so cosa sia peggio francamente. Ti faccio notare, infine, che il pollice verso è quello rivolto all'ingiù. Saluti.
Ritratto di nicktwo
5 novembre 2016 - 14:18
come gia' preventivato in altro commento al presente articolo, non sono avezzo a limitarmi alla presentazione sommaria e di facciata di qualsiasivoglia situazione ma vado sempre ad approfondire i freddi numeri e comunque le fondamenta del discorso che vado a proporre o affrontare... quindi in merito alla questione pollice verso consiglio di allontanarsi dalla versione markettara-holliwoddyana del gesto e rifarsi alla letteratura ufficiale, volendo anche semplicemente a https://it.wikipedia.org/wiki/Pollice_verso ...saluti
Ritratto di torque
5 novembre 2016 - 20:21
No nicktwo, non hai capito: il pollice VERSO, essendo "VERSO", dal latino versus è "opposto, contrario", quindi all'ingiù, punto. Questa cosa non ammette interpretazioni, sarebbe come dire che talvolta sinistra vuol dire destra, non sta né in cielo né in terra. Il dubbio esposto sulla pagina di wikipedia c'entra col fatto che in realtà non si ha certezza del fatto che fosse proprio il pollice verso a decretare la morte di un gladiatore, ma poteva essere semplicemente il pollice eretto, in qualunque direzione. Questo perché lo si vedeva come rappresentazione di una spada, quindi pollice stretto nel pugno = spada nel fodero, cioè il guerriero non merita la morte; pollice eretto = spada che trafigge, quindi il guerriero deve morire. Questo è il dubbio circa il pollice verso. Ma il significato proprio del termine NON è in discussione, come può confermarti anche Treccani: http://www.treccani.it/vocabolario/pollice-verso/ Treccani che spiega anche che la credenza popolare è in realtà erronea per i motivi già esposti da Wikipedia. Adesso, in ogni caso, mi spieghi cosa si intende per "versione markettara-holliwoddyana" di un termine tradotto dal latino, perché qui sono davvero curioso.
Ritratto di nicktwo
5 novembre 2016 - 22:14
a quanto pare il destino e' avversario a farci intendere su cose anche abbastanza relativamente allineate... io ho detto che avrei preso molti pollici versi, e abbiamo poi wikipediato che il pollice verso era il vero gesto d'apprezzamento... mi sembra quindi di averci piu' che preso che tanti pollici versi = tanti apprezzamenti... saluti
Ritratto di nicktwo
5 novembre 2016 - 22:19
per il discorso market/hollywod,invece l' opinione comune erroneamente indotta da film e dai social piu' diffusi inducono che il pollice all'insu'... oh, va be, lasciamo perdere, gia' non riesco a farmi capire sulle cose piu', figuriamoci il resto... ripeto, e' spesso una questione di colpo d' occhio e intuito naturale... saluti
Ritratto di Leonal1980
6 novembre 2016 - 10:20
4
Quante scemenze scirivi, ma in questo sito quando si comincerà a parlare di auto come si deve, e non come si parlasse di calcio o politica che si va avanti a tifoserie facendo paragoni inutili ad fca soltanto. Comunque auto spendida e ben fatta. Come al solito audi sa dare immagine e sostanza anche se a caro prezzo per tenere una clientela di alta gamma. P.s. Il giorno che vedrò una 124 Abarth davanti ad S5, comincio a girare solo in bicicletta. Muahah che sogni da contadino anni 60 che ti fai.
Ritratto di nicktwo
6 novembre 2016 - 13:57
la s5 costa il doppio della 124 abarth... a me il confronto piacerebbe farlo a circa parita' di prezzo... esempio se 124 abarht 35 mila, ammetto per a5 al limite 43-46.4mila... questo significa non andare non oltre i 180cv per la a5 cabrio... cio' a sua volta significa che la 124 abarth (non costringetemi a dare tutte le spiegazioni sul peso ridotto per una vettura in termini di andling, prestazioni, dinamiche di guide, eccedera) se la beve dopo le prime 2-3 curve... come si dice, contadino spalle grosse ma cervello fino... saluti
Pagine