NEWS

Audi A5 Coupé: elegante e tecnologica

02 giugno 2016

L'Audi presenta la seconda generazione della A5 Coupé, una due porte dalle linee bilanciate e dalla meccanica raffinata.

Audi A5 Coupé: elegante e tecnologica

IMMAGINE  EVOLUTA - L'Audi A5 Coupé ha esordito nel 2007 ed è il modello più anziano nel listino della casa tedesca. L'ultimo aggiornamento risale al 2011, ma dal quel momento sono arrivate sul mercato vetture più recenti e moderne: avversarie di riferimento sono le BMW Serie 4 e Mercedes C Coupé, ma nella stessa fascia di mercato sono presenti anche le Cadillac ATS Coupé e Lexus RC. La casa dei Quattro Anelli doveva pertanto mettere mano alla A5 Coupé e aggiornarne la sostanza. Lo fa con la seconda edizione, presentata oggi ad Ingolstadt (Germania), che introduce novità sotto il profilo estetico, tecnico e dell'equipaggiamento a bordo. Sarà in vendita dall'autunno 2016.

PIÙ SPIGOLI, STESSA SOSTANZA - La nuova Audi A5 Coupé mantiene linee esterne eleganti e di classe, ma guadagna qualche spigolo in più rispetto all'edizione uscente: il motivo ad onda sulla fiancata, ad esempio, risulta ora molto più accentuato. La mascherina anteriore viene posizionata qualche centimetro più in basso ed è più larga. Gli stilisti hanno lavorato in maniera da curare la parte aerodinamica, ottenendo un coefficiente di resistenza pari a 0.25: in questo modo, secondo l'Audi, è possibile ridurre i consumi e le emissioni di sostanze nocive, grazie ad un più efficace trattamento dei flussi dell'aria. Le luci anteriori e posteriori adottano la tecnologia led, anche di tipo 'intelligente': i fari anteriori Matrix, a matrice, regolano il fascio degli abbaglianti e non abbagliano chi proviene in senso opposto.

PERDE FINO A 60 KG - Un'altra grande novità dell'Audi A5 Coupé sta nell'utilizzo della base meccanica MLB Evo, la stessa della nuova A4, che assicura un risparmio dichiarato fino a 60 chili rispetto alla serie uscente. La trazione rimane anteriore o integrale quattro. Sulle varianti con motore quattro cilindri e cambio manuale viene proposta una variante aggiornata della trazione quattro, chiamata ultra, che secondo l'azienda fa diminuire i consumi rispetto alla classica trazione integrale di tipo permanente (che rimane cioè sempre in funzione). A richiesta si possono ordinare il sistema per regolare gli ammortizzatori in maniera attiva e il differenziale posteriore di tipo sportivo, che migliora la presa sull'asfalto in condizioni non ottimali e incrementa l'aderenza a terra. Lo sterzo può essere di tipo elettromeccanico oppure dinamico: il primo, di serie, rappresenta una novità assoluta per la A5 Coupé, mentre il secondo (optional) varia la risposta in relazione alla velocità e all'angolo di sterzata.

SEI MOTORI - Al momento del lancio dell'Audi A5 Coupé saranno disponibili due motori benzina e tre diesel, i cui valori di potenza oscillano fra 190 CV e 286 CV. Subito dopo sarà lanciata anche la versione sportiva S5, da 354 CV, che utilizza lo stesso benzina sei cilindri 3.0 della berlina S4. La casa dichiara per la S5 Coupé un'accelerazione 0-100 km/h in 4,7 secondi. L'utilizzo di soluzioni tecniche più moderne genera un sostanziale miglioramento in termini di consumi e emissioni: l'Audi parla di un calo rispettivamente fino al 17% e fino al 22%, grazie ai chili risparmiati ed alla maggiore efficienza dei nuovi motori. Le unità a quattro cilindri e il 3.0 TDI saranno abbinati al cambio manuale 6 rapporti o all'automatico doppia frizione S tronic, a 7 rapporti, mentre il diesel più prestazionale (286 CV) e l'Audi S5 verranno equipaggiate con l'automatico Tiptronic ad 8 marce, che utilizza la tecnologia con convertitore di coppia.

INTERNET ANCHE ALL'ESTERO - L'abitacolo dell'Audi A5 Coupé resta disegnato per quattro passeggeri e rimane molto ben rifinito, anche grazie alla presenza dello scenografico quadro strumenti digitale, già introdotto su numerose altre vetture dell'Audi e della Volkswagen: si chiama Audi Virtual Cockpit, misura 12,3 pollici e fornisce informazioni ampiamente personalizzabili. L'impianto multimediale MMI si avvale di uno schermo ampio 8,3 pollici e può essere comandato tramite una rotella sul tunnel centrale, che recepisce gli stessi comandi degli smartphone. L'Audi A5 Coupé è una fra le vetture dotate di un'evoluta scheda sim interna, utilizzabile in tutta Europa, che permette di utilizzare anche all'estero funzioni come ad esempio Google Maps. Il divano posteriore si può ripiegare grazie ad una leva e si fraziona nello schema 40:20:40, dando accesso ad un vano bagagli ampio un minimo di 465 litri.

SICUREZZA AL VERTICE - L'equipaggiamento in termini di sicurezza è molto ricco: l'Audi A5 Coupé potrà essere ordinata con il riconoscimento della segnaletica, con l'assistente al traffico trasversale, con l'avviso agli ostacoli e con il regolatore di velocità adattivo, che muove l'auto in maniera autonoma quando procede incolonnata a velocità medio/basse. L'Audi A5 Coupé sarà in vendita a partire dall'autunno (i prezzi verranno comunicati a ridosso del lancio) e offrirà di serie le luci diurne a led, i fari anteriori allo xeno, il monitor interno da 7 pollici, la connettività Bluetooth, il sistema multimediale MMI plus, il volante multifunzionale a tre razze ed il sistema d'illuminazione interno a led, che permette di regolare la luce su 30 sfumature diverse. A seguire arriveranno le varianti Cabriolet e berlina Sportback.

VIDEO
Audi A5
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
130
64
64
40
61
VOTO MEDIO
3,5
3.451255
359




Aggiungi un commento
Ritratto di Moreno1999
3 giugno 2016 - 08:09
4
Concordo pienamente anche se come estetica esterna e interna questa A5 mi ha convinto
Ritratto di Enrico1975
3 giugno 2016 - 00:14
Sportiva ma allo stesso tempo elegante. Da valutare dal vivo ma sicuramente equilibrata. Può piacere a chi ha uno stile giacca e cravatta e sua a chi è più da jeans e maglietta. Mi piace
Ritratto di Ercole1994
3 giugno 2016 - 00:34
E qui vale lo stesso discorso di Q7 e R8, cioè che preferisco le serie precedenti. Sarà che le prime generazioni, hanno sempre un qualcosa in più in fatto di novità, ma devo dire che nessuna Audi di questa generazione, mi piace particolarmente.
Ritratto di hulk74
3 giugno 2016 - 10:51
Consivido
Ritratto di FiestaLory
3 giugno 2016 - 11:11
Concordo anch'io. In relazione alla prima serie, (che mi piaceva parecchio) questa é una delusione.
Ritratto di ahille
3 giugno 2016 - 01:00
La linea tesa si é mischiata a tondita' che stonano in modo evidente, rendono questa audi piu' paciosa che grintosa, taglio dei fari non molto ispirato .
Ritratto di v8sound
3 giugno 2016 - 01:08
Una sorta di caricatura della serie precedente, che invece mi piaceva particolarmente. Poi quel monitor non integrato, per non parlare delle griglie dell' aerazione in stile Passat... No, mooolto meglio la serie precedente, che preferivo alla CLK e alla serie 3 coupé dell' epoca, nonostante la trazione dalla parte sbagliata e nonostante reputi molto più nobili e blasonati i marchi delle citate concorrenti, Mercedes-Benz in particolare. Amo le coupé, ma questa mi lascia piuttosto indifferente, tanto più perché proposta da una casa automobilistica che si, ha saputo costruirsi in poco tempo un' immagine di brand lussuoso, che però a me personalmente non suscita proprio niente, con l' eccezione della A5 prima serie, ma guarda un po'...
Ritratto di Romeodolorosa
3 giugno 2016 - 05:56
Mah! Niente di che, nessuna innovazione per quel che riguarda l estetica, non ce la particolarità che gli dà una entità un anima! praticamente Audi con un disegno ci fa l'intera gamma! Fredda e priva di passione!
Ritratto di nicktwo
3 giugno 2016 - 07:34
non so voi... ma io pur con tutto il rispetto per la macchina che resta un bel mezzo rispetto a una generalista la vedo comunque come un restilyng di qualcosa di esistente e non parlo di linea o interni ma proprio di soluzioni tecniche... anche apprezzando fino dall'inizio l'estetica di questa macchina preferisco a prescindere un progetto fresco e rivoluzionario con soluzioni innovative nel segmento quale puo' essere il progetto giulia... qua' alla fine e' sempre il solito motore davanti all'asse anteriore con lo stessa schema di sospensioni decennale con gli stessi freni a pompaggio che si usano dall'albore delle macchine... insomma quelli amanti della tecnica di avanguardia penso avranno capito e concorderanno
Ritratto di Magnificus
3 giugno 2016 - 08:51
Concordo sul fatto che la stessa auto cambiando lo stemma (es.un biscione) i giudizi sarebbero tutti positivi
Pagine