NEWS

Audi A7 Sportback: stile ricercato e tanta tecnologia

20 ottobre 2017

Sarà in vendita dal febbraio 2018 e l'Audi l'ha presentata nel nuovo centro stile di Ingolstadt. In Germania il listino parte da 67.800 euro.

Audi A7 Sportback: stile ricercato e tanta tecnologia

SECONDA GENERAZIONE - Tre mesi dopo la limousine A8, l’Audi si prepara a lanciare un altro modello di alta gamma: la seconda edizione dell'Audi A7 Sportback, cioè la berlina a 5 porte di grandi dimensioni e grande aplomb stilistico. A proposito di misure va detto subito che questa nuova proposta ripropone quelle del modello che va a sostituire, a eccezione del passo che cresce di 2 cm, arrivando a 292 cm. Quanto alla lunghezza è di 497 cm, la larghezza 191 e l’altezza 142. Una sagoma importante che si fa notare per il lungo cofano motore, il padiglione estremamente fluente a legare la parte anteriore con quella posteriore senza rotture o asperità. In questo involucro è ricavato l’abitacolo che regala spazio e comfort, assieme a un bagagliaio che nonostante il profilo da coupé mette a disposizione un volume utile che va da 535 a 1.390 litri.

ORIGINI STILISTICHE - Pur essendo chiaramente “figlia” dell'Audi A7 Sportback prima serie, questa seconda generazione ha un legame con la concept car Audi Prologue, presentata nel 2014. Osservando le immagini della vettura è difficile sottrarsi al fascino del frontale, con la mascherina-single frame esagonale che rispetto a quella del modello precedente è stata allargata e soprattutto abbassata, nel senso che ha l’altezza sensibilmente inferiore. Ne risulta un’immagine più grintosa, meno leziosa, come che l’Audi abbia voluto introdurre una forte dose di sportività nel settore di questo tipo di vetture, che restano sempre delle berline, sia pure dall’impronta più dinamica e sportiva. Probabile però che nella scelta abbia pesato la ricerca di un profilo in grado di consentire un buon esito nei crash test con i pedoni. Di grande “pulizia” stilistica sono i gruppi ottici, realizzati con pochi tratti e dal profilo molto sottile. Nella parte posteriore c’è l’alettone che varia posizione a seconda della velocità: a 120 km/h fuoriesce dando un contributo alla stabilità di marcia.

CAMPIONARIO TECNOLOGICO - Dove l'Audi A7 Sportback si presenta più innovatore rispetto a quello che l’ha preceduto, è nell’abitacolo, in cui l’Audi ha voluto introdurre una sorta di rivoluzione con l’adozione di ogni novità tecnologica esistente e con un design d’avanguardia, tutto improntato a contenuti e immagine high-tec. Ovvie quindi le presenze di strumenti a comando digitale, tattile e della massima connettività. Sulla plancia si fanno notare due display di misure rilevanti. Uno è davanti al conducente e ha la stessa misura di quello presente sulla A7 Sportback che esce di scena (12,3 pollici, in diagonale, cioè 31,2 cm). Misura immutata (10,1 pollici, cioè 25,65 cm) anche per quello al centro della plancia. Va però detto che le misure immutate non esauriscono il discorso: i due schermi hanno infatti una maggiore risoluzione, addirittura del doppio. E non solo: oltre ai due display che si sono già visti sull'Audi A7 Sportback precedente, su questa seconda edizione ne compare un terzo, un po’ più sotto, di 8,6 pollici (21,8 cm, sempre di diagonale). Quest’ultimo viene impiegato come contenitore dei comandi tattili che sostituiscono pulsanti e levette. Il comando attraverso il contatto delle dita può comunque essere rimpiazzato dai comandi vocali, offerto dalla A7 Sportback. 

QUASI AUTONOMA - La nuova Audi A7 Sportback propone anche un corposo pacchetto di dispositivi che si collocano nella cosiddetta “guida autonoma”. Sono ben 39 dispositivi di assistenza tecnologica che facilitano la guida. C’è quello attraverso cui l’auto si parcheggia completamente da sola, automaticamente, anche senza nessuno a bordo. Il conducente può restare tranquillamente a terra e “pilotare” l’auto attraverso il suo smartphone. Tutto mediante la dotazione di radar, sensori e telecamere che equipaggiano la nuova Audi A7 Sportback (il numero varia dall’allestimento: su quello top arrivano a esserci 5 radar, 5 telecamere, 12 sensori a ultrasuoni e uno scanner laser.

IBRIDO “LEGGERO” - Anche se tutto sembra volerlo far dimenticare, l’automobile è comunque fatta anche da un motore, anzi, soprattutto da un motore. E la nuova Audi A7 Sportback gioca pesante anche sotto questo aspetto. Come propulsore disponibile al lancio c’è un V6 di tre litri TFSI a benzina, capace di erogare 340 CV con coppia massima di 500 Nm. È previsto sulla Audi A7 Sportback 55 TFSI, che propone l’accelerazione 0-100 km/h in 5,3 secondi e velocità massima autolimitata a 250 km/h. Il motore a benzina è inoltre abbinato da un sistema ibrido leggero a 48 volt. Mediante una batteria al litio abbinata all’alternatore si ha il recupero di energia durante le frenate mentre nelle fasi di marcia tra 55 e 160 km/h il sistema disattiva il motore e la vettura procede a ruote libere, per poi riattivare il propulsore quando la velocità supera i limiti citati. Il sistema è completato dal dispositivo Stop&Start abbinato a una telecamera che tiene sotto controllo il veicolo che precede, permettendo così all’A7 Sportback di scattare appena possibile. Un sistema che permette di limitare ulteriormente i consumi (secondo l’Audi fino a 0,7 l/100 km).

IN GERMANIA DA 67.800 EURO - La nuova Audi A7 Sportback sarà in vendita dal prossimo febbraio 2018 e l’Audi Italia non ha ancora comunicato i prezzi che saranno praticati sul mercato italiano. È però ufficiale il prezzo che l’Audi ha fissato in Germania per la versione A7 55 TFSI: 67.800 euro. La gamma conterrà anche la Sportback 50 TDI con un V6 3.0 diesel da 286 CV e le S7 Sportback e Audi RS7 Sportback . 

VIDEO
Audi A7 Sportback
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
45
15
6
7
14
VOTO MEDIO
3,8
3.8046
87
Aggiungi un commento
20 ottobre 2017 - 16:10
E le citycar di oggi sono più grandi e hanno contenuti superiori di un tempo.
Ritratto di Rav
21 ottobre 2017 - 12:42
2
Concordo, le auto di fascia media hanno raggiunto prezzi che fino a poco tempo fa erano di auto di fascia alta. Al di là del paragone tra un'utilitaria odierna e una degli anni 80, basta andare a vedere i prezzi di una Serie3 di oggi e quelli della versione precedente. La prossima partirà da oltre 50mila euro di questo passo e anche se sarà infarcita di più tecnologia, la dotazione darà comunque da integrare... e il segmento rimane comunque lo stesso. Oggi guardare il mercato fa pensare. Da una parte ci sono generaliste i cui prezzi sfiorano quelli delle premium (e la gente a quel punto prende le seconde). Dall'altra ci sono premium a prezzi spropositati e, al momento del cambio, il cliente si orienta su una generalista molto più dotata (e spesso bella). è davvero strano.
Ritratto di IloveDR
20 ottobre 2017 - 09:30
4
ha una carrozzeria che in Italia, credo, abbia veramente pochi estimatori...e questo è l'unico punto a sfavore, perché per il resto è "all'avanguardia"...
Ritratto di Leonal1980
20 ottobre 2017 - 17:50
3
Considera che da questa verrà fuori la nuova A6..
Ritratto di Dr.Torque
20 ottobre 2017 - 09:55
Un gran concentrato di tecnologia sulla falsariga di A8 in veste più dinamica. Interni molto rigorosi e lineari, esterni che personalmente continuo a non capire. Meglio della precedente versione (era difficile fare peggio) ma comunque scoordinati e privi di classe a mio parere.
Ritratto di Dr.Torque
4 novembre 2017 - 18:37
Si senta libero di esprimere pensieri più profondi, saremo tutti felici di leggerli.
Ritratto di GIOVANNI888
20 ottobre 2017 - 09:59
1
A livello teconologico ed esecutivo e' sicuramente impeccabile, ma se dovessi esprimere un parere sulla linea (per quanto migliore della precedente) la trovo kmq nn armonica e nn proporzionata soprattutto nel 3/4 anteriore e posteriore.... quest'ultimo poi INGUARDABILE. Mi piace molto il frontale e gli interni (da sempre punto forte del marchio)
Ritratto di twinturbo
20 ottobre 2017 - 10:52
Sul prezzo pensavo peggio, devo fare i complimenti. Presumo però a tal proposito che la concorrenza anche della Kia Stinger avrà consigliato di volare non troppo alto in tema di richiesta economica. Anche perché comunque, almeno sulla carta, la Coreana sembrerebbe più performante coi suoi 370Cv e lo 0-100 in meno di 5 secondi oltre che i ben 270km/h di punta massima
Ritratto di Fdet_
20 ottobre 2017 - 11:30
In America magari il tuo ragionamento avrà più senso. Qui in Europa, invece, dubito ci sia gente che, volendo spendere 70/80k € per un'auto, sia in dubbio fra Bmw/Audi/Mercedes e una Kia. Il marchio ha da lavorare ancora tanto sull'immagine se vuole affermarsi come marchio "Premium", e la cosa non sarà certo facile perchè ormai quei tre marchi hanno creato una specie di cultura intorno a se, più o meno meritatamente. Vedasi Lexus ed Infiniti che ormai da 10 anni stentano a decollare seriamente. Oltretutto dubito fortemente che la Stinger possa avere vendite sensazionali, sia perchè le berline non sono auto di tendenza al momento, sia perchè, stilisticamente parlando, ha linee confuse, non c'è un'identità che accomuni il posteriore con l'anteriore ed ancor di più questi due con la 3/4 posteriore. Per non parlare degli interni, fortemente ispirati un po' a Mercedes, un po' ad Audi, un po' a BMW. Non è certo un'auto che impressioni, lascia molti ma. Meccanicamente non posso esprimermi, ma sappiamo che chi compra auto del genere guarda l'immagine anche e soprattutto, sia dell'auto che del marchio in sè. La stinger la vedo come un esperimento, niente di più. Di certo non la parogonerei ad un'A7 però..
Ritratto di twinturbo
20 ottobre 2017 - 11:52
Comunque considera che poi pure della precedente A7 non penso che, almeno in Italia, ne abbiano vendute tante. Cioè mi è capitato di vedere più volte la Lancia K coupé (che pensavo avesse veramente venduto zero) che la Audi in questione. Giustissimo invece il paragone fra quanto molto probabilmente accadrà in Europa e quanto invece in America. Là la A8 ha venduto ultimamente anche meno della corrispondente Genesis, qua non penso ciò potrebbe mai accadere per il momento. E' anche vero che là comunque di Limousine segmento F ne vendono in abbondanza qui col contagocce, quindi da certi prezzi in poi forse meglio avere più riscontro in Usa che in Europa,, qua in molti si stracceranno le vesti a dire che la tedesca è la migliore e la più bella in assoluto e la più tecnologica ma si limiteranno al commento su qualche forum, là invece magari della Stinger ne parleranno molto meno (e magari in termini meno sensazionalistici) però poi se la comprano
Pagine