NEWS

Audi: altre 60 mila diesel da richiamare

8 maggio 2018

Riscontrati problemi alle emissioni sinora non emersi: il KBA sospetta che sia una questione legata all'impiego di un sistema illegale.

Audi: altre 60 mila diesel da richiamare

ANCORA EMISSIONI IRREGOLARI - Alla vigilia della assemblea dei soci per l’approvazione dei risultati 2017, l’Audi ha dovuto far fronte all’ennesimo problema tecnico e mediatico derivante dalle emissioni dei motori diesel. La casa costruttrice dei quattro anelli ha emesso una nota con cui ha informato di aver rilevato problemi di emissioni su determinate vetture e di aver sospeso le consegne dei modelli A6 e A7 con il motore che presenta i problemi in questione. La stessa casa non ha però fornito dettagli sul problema. Ha solo affermato di aver rilevato un problema che in precedenza non aveva riscontrato. 

SOSPETTI UFFICIALI E RICHIAMI - La notizia è stata però rafforzata e resa più clamorosa da una nota del ministero dei Trasporti, la quale riferisce che il KBA (l’organismo tedesco che si occupa di omologazione e controlli delle auto) ha chiesto di sentire la casa costruttrice con il sospetto che le Audi A6 e A7 con motore V6 TDI siano dotate di dispositivi illegali per la gestione degli scarichi. Prontamente, i magistrati che si occupano di tutta la vicenda Dieselgate, hanno comunicato di aver incluso le Audi A6 e A7 con motore V6 TDI nella loro inchiesta. Il risultato immediato dovrebbe essere il richiamo di circa 60 mila vetture, che vanno ad aggiungersi alle 875.000 che già sono state richiamate nel corso di tutta la vicenda Dieselgate.



Aggiungi un commento
Ritratto di mariofiore
9 maggio 2018 - 13:27
Mr. Porscheha qualche news a livello mondiale con cui ci comunica che la Fiat ha qualche dispositivo hardware? A me non risulta. Ma la capisco è bello diffamare gli altri. Così i propri idoli truffatori se la cavano.
Ritratto di Porsche
9 maggio 2018 - 13:30
ahahahahaha
Ritratto di mariofiore
9 maggio 2018 - 10:19
Per Lybram. Concordo con la sua analisi e rimango molto sorpreso quando soprattutto negli elettrodomestici in cui abbiamo prodotti di aziende italiane con ottima qualità superiori ai tedeschi quali ad esempio Candy, Ardo, Zerowatt, San Giorgio. Molti consumatori preferiscano comprare prodotti inferiori o uguali a marchio tedesco ma con costi di molto superiori. Mai ho capito come mai lo facciano gli italiani. Una esterofilia ingiustificabile.
Ritratto di MAXTONE
9 maggio 2018 - 11:01
Perché si sono costruiti un un immagine prestigiosa negli anni come l'Italia lo ha fatto con la cucina e l'alta moda: Hai mai sentito qualcuno sbavare per "l'alta moda tedesca" o "la cucina tedesca"?. Allo stesso modo i marchi automobilistici: In particolare, avendo 42 anni, posso ben ricordare come vw e audi abbiano iniziato ad avere un fortissimo ascendente sugli italiani proprio nel periodo tra la fine degli anni 70 con la prima Golf e i primi anni 80 e già dal 1986 non era difficile trovare la audi 80 (quella aerodinamica) nella top ten/top 20 subito a ridosso di modelli nazionalpopolari. Per cui io di tutto posso stupirmi oggi tranne del successo che riscuotono in italia e dello status symbol che per noi rappresentano. E probabilmente sarà sempre così per quasi tutta l'Europa per non parlare della Cina dove il gruppo VW è stato il primo a stringere alleanze coi produttori locali e successivamente a crearsi una quota di mercato talmente enorme li da avergli consentito di essere oggi il primo gruppo al mondo.
Ritratto di MAXTONE
9 maggio 2018 - 11:05
P.S: Il mio commento non vuole essere di difesa in questo caso ma solo fare un analisi lucida sul come e perché di questo e quello.
Ritratto di Giuliopedrali
9 maggio 2018 - 11:25
Se l Alfasud l'avessero costruita bene senza ruggine ecc, i tedeschi sarebbero morti sul nascere...
Ritratto di MAXTONE
9 maggio 2018 - 13:27
Sinceramente, ruggine a parte, a me l'Alfasud non è mai sembrata questo granché di auto e, per quanto il giudizio sulla linea sia opinabile, l'ho sempre trovata orripilante. Tutt'altra storia la 33, nettamente più dotata, superiore in qualità, guidabilità e, sempre inteso come giudizio soggettivo, molto più bella (soprattutto in versione Sportwagon). Infatti ha avuto molto più successo dell'Alfasud ed'e' rimasta sul mercato la bellezza di 11 anni.
Ritratto di Giuliopedrali
9 maggio 2018 - 15:34
Be l Alfasud uguale, sempre un milione di esemplari, in più era più rivoluzionaria come linea, certo la 33 Imola da guidare era una muscle car, oggi manco una 4C...
Ritratto di Giuliopedrali
9 maggio 2018 - 15:38
L' Alfasud è stata l'ultima auto rivoluzionaria e che semplicemente rendeva inutile la concorrenza. Prima c'erano state le Citroën DS 1955 e la NSU Ro80 1967, Alfasud 1971, oggi ne è uscita un altra a quei livelli, è cinese: Nio Es8 .
Ritratto di Zot27
9 maggio 2018 - 21:47
Qui non sono d'accordo, non per niente un esperto mondiale ha ritenuto l'Alfasud l'auto del secolo ventesimo (nel '72 soluzioni come motore boxer, freni ant. interni non si trovavano nella sua fascia)
Pagine