NEWS

Audi e-tron: con lei arriva la ricarica domestica

14 giugno 2018

Con il debutto dell’elettrica Audi e-tron dovrebbe arrivare pure un sistema evoluto per fare “rifornimento” a casa.

Audi e-tron: con lei arriva la ricarica domestica

PER UN “PIENO” CASALINGO - Già ordinabile e con le prime consegne entro fine 2018, l’Audi e-tron potrebbe essere offerta pure in abbinamento con un apposito sistema per la ricarica domestica, anche se inizialmente la proposta potrebbe riguardare la sola Germania o i paesi con mercati elettrici evoluti come la Norvegia. Il marchio dei quattro anelli, infatti, sta mettendo a punto un kit per la crossover elettrica insieme a due partner tecnologici, la SMA Solar Technology e l’Hager Group. L’idea è di proporre ai clienti Audi un sistema per il “rifornimento” casalingo evoluto e in grado di ottimizzare i costi di ricarica. 

RICARICA FINO A 22 KW - Il sistema concepito dall’Audi e dai partner è di tipo modulabile e ha come offerta base un “distributore” con potenza di erogazione fino a 11 kW che dovrebbe consentire di fare il “pieno” delle batterie da 75 kWh in circa 7 ore. In opzione è possibile raddoppiare la potenza arrivando a 22 kW e dimezzando i tempi di ricarica. La soluzione prevista dal marchio tedesco è, come quelle ideate da altri costruttori, integrata con l’impianto di casa per consentire una gestione efficiente della “corrente”. Di fatto, appositamente programmato, il sistema è in grado di avviare la ricarica quando la tariffa elettrica è inferiore e di valutare gli orari di rifornimento in base all’impiego della vettura previsto dal cliente e comunicato tramite l’app MyAudi. 

ANCHE CON ENERGIA DAL SOLE - La tecnologia di ricarica domestica di Ingolstadt è collegabile a un impianto fotovoltaico per la produzione di energia per rendere il rilascio di gas serra dell’Audi e-tron effettivamente a emissioni zero “dalla fonte alle ruote”. Un abbinamento gestito in maniera da ottimizzare i flussi energetici che prevede i tempi di ricarica considerando le previsioni meteo, l’intensità del Sole e la richiesta di “corrente” casalinga. Altre opzioni presenti nel sistema Audi sono la gestione “intelligente” per evitare sovraccarichi ed eventuali blackout e la possibilità di verificare i dati statistici delle ricariche e il livello delle batterie attraverso l’app MyAudi. Tra le informazioni disponibili citiamo i tempi di “rifornimento”, la quantità di energia erogata e i costi del “pieno”. 



Aggiungi un commento
Ritratto di Giuliopedrali
14 giugno 2018 - 13:14
È proprio la ricarica fatta in casa che solleciterà la curiosità del pubblico e alla fine sarà ciò che in tanti vorranno avere.
Ritratto di MAXTONE
14 giugno 2018 - 14:14
1
A me personalmente intriga più la particolarità dell'oggetto in sé che la ricarica da casa. Sono comunque rimasto deluso che non abbiano prodotto in serie la Nanuk che era proprio stupenda e per innovazione della formula, un crossover a motore centrale e 2 posti secchi, sarebbe stata perfetta per lanciare in grande stile l'elettrico in casa audi. Ma spero che la facciano lo stesso, magari con motore termico + power unit elettrica come sostituta dell'R8 la quale forse potrebbe non avere un erede.
Ritratto di Emanuele.80
14 giugno 2018 - 14:19
Il problema grosso è la rete elettrica di distrubuzione nelle utenze domestiche che non è strutturata per 11 kW di potenza. Necessari adeguamenti sostanziali agli impianti, purtroppo non costa poco e non è rapido farlo.
Ritratto di Roomy79
14 giugno 2018 - 22:17
1
Soprattutto da eventuali colonnine pubbliche free, immagino già i suv con tanto di lavatrice e asciugatrice incorporata nel bagagliaio per attaccarsi abusova,ente alla rete pubblica...purtroppo non siamo la norvegia e neppure la Svizzera, siamo un popolo sempre più maleducato ed ignorante, incapace di gestire e condividere in maniera civile spazi comuni o servizi free.
Ritratto di querelle61
15 giugno 2018 - 11:38
Attenzione! Una cosa che quasi nessuno sa è che i furbacchioni dell'ente per la colonnina di ricarica in garage ti appioppano di default il contratto "non residente" randellando così enormemente sui costi fissi (che sono il 75% della bolletta) col risultato che ti costa molto di più che andare a benzina....
Ritratto di Porsche
14 giugno 2018 - 14:38
M sembrano tantini 22 kw in casa....
Ritratto di Emanuele.80
14 giugno 2018 - 15:16
Sono tanti anche 11
Ritratto di Roomy79
14 giugno 2018 - 22:10
1
A me per i comuni mortali continua a sembrare fantascienza...fra costo dell’auto e impianto di ricarica anziché di finanziamento si parlerà di mutuo per acquisto prima auto, inoltre qualcuno ha un’idea dell’impatto sulla bolletta enel? Io ho un contratto da 3 kw, cosa faccio uso l’auto un giorno si e uno no?
Ritratto di studio75
14 giugno 2018 - 23:13
5
Con l'impianto da 3,5kw mi sa che l'auto la si può usare una volta a settimana, forse.
Ritratto di Jumputer
16 giugno 2018 - 07:08
E' la solita "buttata li" tedesca di puro marketing. Sappiamo benissimo che tutti maproprio tutti con 22kw riusciranno a caricare velocemente. Per capirci Tesla lo fa già http://bit.ly/2yf25m7 e come vedete dal link si può gia comprare per la propria casa.. Chiaro che il problema è la rete....
Pagine