NEWS

Audi e-tron: con lei arriva la ricarica domestica

14 giugno 2018

Con il debutto dell’elettrica Audi e-tron dovrebbe arrivare pure un sistema evoluto per fare “rifornimento” a casa.

Audi e-tron: con lei arriva la ricarica domestica

PER UN “PIENO” CASALINGO - Già ordinabile e con le prime consegne entro fine 2018, l’Audi e-tron potrebbe essere offerta pure in abbinamento con un apposito sistema per la ricarica domestica, anche se inizialmente la proposta potrebbe riguardare la sola Germania o i paesi con mercati elettrici evoluti come la Norvegia. Il marchio dei quattro anelli, infatti, sta mettendo a punto un kit per la crossover elettrica insieme a due partner tecnologici, la SMA Solar Technology e l’Hager Group. L’idea è di proporre ai clienti Audi un sistema per il “rifornimento” casalingo evoluto e in grado di ottimizzare i costi di ricarica. 

RICARICA FINO A 22 KW - Il sistema concepito dall’Audi e dai partner è di tipo modulabile e ha come offerta base un “distributore” con potenza di erogazione fino a 11 kW che dovrebbe consentire di fare il “pieno” delle batterie da 75 kWh in circa 7 ore. In opzione è possibile raddoppiare la potenza arrivando a 22 kW e dimezzando i tempi di ricarica. La soluzione prevista dal marchio tedesco è, come quelle ideate da altri costruttori, integrata con l’impianto di casa per consentire una gestione efficiente della “corrente”. Di fatto, appositamente programmato, il sistema è in grado di avviare la ricarica quando la tariffa elettrica è inferiore e di valutare gli orari di rifornimento in base all’impiego della vettura previsto dal cliente e comunicato tramite l’app MyAudi. 

ANCHE CON ENERGIA DAL SOLE - La tecnologia di ricarica domestica di Ingolstadt è collegabile a un impianto fotovoltaico per la produzione di energia per rendere il rilascio di gas serra dell’Audi e-tron effettivamente a emissioni zero “dalla fonte alle ruote”. Un abbinamento gestito in maniera da ottimizzare i flussi energetici che prevede i tempi di ricarica considerando le previsioni meteo, l’intensità del Sole e la richiesta di “corrente” casalinga. Altre opzioni presenti nel sistema Audi sono la gestione “intelligente” per evitare sovraccarichi ed eventuali blackout e la possibilità di verificare i dati statistici delle ricariche e il livello delle batterie attraverso l’app MyAudi. Tra le informazioni disponibili citiamo i tempi di “rifornimento”, la quantità di energia erogata e i costi del “pieno”. 

Aggiungi un commento
Ritratto di Leonal1980
15 giugno 2018 - 20:51
3
Sei molto, molto divertente anche se arrogante, io lo so quello che tu dici e concordo, ma sei tu che sfottevi Piac come se fosse fantascienza, da sembrare tu pullare di ignoranza. La tecnologia esiste, poi che siamo il secondo mondo o che sia una tecnologia troppo avanti per noi, concordo. Ma anche l'energia avrà un suo sviluppo come da sempre.
Ritratto di Paolo.bravo
16 giugno 2018 - 09:21
Buongiorno, chiedo scusa se sono parso arrogante, ma so esattamente di cosa si parla per cui leggere certe affermazioni lo reputo una disinformazione pericolosa e mi irrita. Ognuno dovrebbe scrivere in base alle proprie vere competenze così sarebbe un forum veramente costruttivo e non una disputa da mercato come spesso appare. Poi capisco avere OPINIONI diverse, ma non come se le proprie fossero verità assolute a meno che non basate su un vissuto quotidiano ed oggettivamente valutato. Saluti
Ritratto di Paolo.bravo
15 giugno 2018 - 10:30
L'Italia non è indietro sulle tecnologie, io lavoro molto anche all'estero grazie alle tecnologie che utilizzo e parlo di AMERICA, SINGAPORE,CANADA non di terzo mondo. Però l'Italia è piena di babbi creduloni. Risaluti
Ritratto di Roomy79
14 giugno 2018 - 22:14
1
Ma dove abiti nel regno dello wakanda degli avengers? Ricarica wireless delle auto in movimento? Ma se non riusciamo neppure a chiudere le buche dopo le poggie...così un pedone che attraversa fuori dalle striscie morirebbe fulminato.
Ritratto di piac
14 giugno 2018 - 22:33
ricordo di aver già visto progetti di questo genere... http://www.greenstyle.it/auto-elettriche-asfalto-con-ricarica-wireless-da-politecnico-torino-225090.html "Il primo prototipo che è stato installato a Susa, nel torinese, non richiede che la ricarica avvenga con veicolo fermo durante le soste o, in modo prolungato, durante il parcheggio: si parla in questo caso di dynamic Ipt, ovvero l’utilizzo della stessa tecnologia durante il movimento del veicolo. Nel circuito di Susa sono state installate 50 bobine trasmittenti, che invieranno energia ad un ricevitore installato a bordo di un veicolo commerciale leggero. Il sistema consentirebbe, addirittura, di ridurre in prospettiva volume e capacità delle batterie, nel momento in cui una rete sufficiente di strade e autostrade fosse attrezzata. In applicazioni su percorsi fissi, come nel trasporto pubblico, l’uso del dynamic Ipt potrebbe comportare la quasi totale eliminazione delle batterie la cui presenza sarebbe dovuta alle sole necessità di backup:"
Ritratto di Roomy79
14 giugno 2018 - 23:11
1
Ciao, premessa...ho appena visto il film con mio figlio quindi mi sono ispirato a questo regno fantastico e tecnologico per provocare un po’. Non volevo dubitare o mancarti di rispetto, però la mia idea è che un conto sono pochi km su un circuito sperimentale, un’ altro creare una rete stradale basata su questa tecnologia. Chi paga? Ci si ricarica gratis? Se pensi che un pezzetto di tangenziale costa sempre piu caro ogni anno lo trovo irreale. Da noi manca il rispetto dei beni comuni e dell’altro, immagino già le strade bucate per rubare le bobine di notte...
Ritratto di piac
15 giugno 2018 - 11:08
certo...è un progetto in via sperimentale...per una realizzazione realmente fruibile ci vorranno decenni, ammesso cha direzione.e si decida di muoversi in quest
Ritratto di Paolo.bravo
15 giugno 2018 - 13:44
Buongiorno, Mi permetto di farti un esempio, si potrebbe chiamare un imbianchino e chiedergli di colorare un metro quadro di parete usando una bic, scelta discutibilissima,ma fattibile. La stessa cosa per dipingere una torre di 44 piani è da ricovero. Saluti
Ritratto di Leonal1980
14 giugno 2018 - 22:22
3
Per me è una gran idea anche per stare al passo con la Cina, poi uno che questa SUV avrà già un impianto nella villa sui 12kw, poi l'auto è bella.
Ritratto di MirtilloHSD
15 giugno 2018 - 11:15
4
Ma la vendono con le camuffature? Perché continuano a far vedere solo immagini con su la pellicola... o forse non è una camuffatura ma è la vernice? Comunque l'assenza degli specchietti non l'approvo. Un saluto, Mirtillo
Pagine