NEWS

Audi PB18 e-tron: una sorpresa... elettrizzante

31 luglio 2018

Il 23 agosto l'Audi svela la PB18, il prototipo di una supercar elettrica che omaggia le molte vittorie della casa nelle gare di durata.

Audi PB18 e-tron: una sorpresa... elettrizzante

CHE GRINTA - Supersportiva, tecnologica e anche “pulita”. Ruota intorno a questi tre elementi il progetto della Audi PB18 e-tron, una coupé elettrica ad alte prestazioni che il costruttore tedesco mostrerà venerdì 23 agosto nel corso della Pebble Beach Automotive Week di Monterey, la celebre rassegna californiana che si terrà dal 21 al 26 agosto dove sono in programma aste di vetture storiche, esibizioni e anteprime di nuovi modelli. La PB18 e-tron sarà fra quelli più attesi, come si intuisce chiaramente osservando l'immagine di anticipazione pubblicata dall'Audi: la sportiva infatti avrà un look senza compromessi, grazie alla larghezza molto generosa (accentuata dai fari a led in orizzontale), dalla cabina di guida raccolta e dai massicci archi passaruota.

SPECCHIETTI FUTURIBILI - L'Audi PB18 e-tron dovrebbe ispirarsi a un'auto da corsa, tanto è vero che il numero 18 è stato già utilizzato in passato dalla casa tedesca per un bolide da pista: dal 2012 al 2014 l'Audi R18 si è aggiudicata tre edizioni consecutive della 24 Ore di Le Mans. In questo caso al posto della R c'è l'acronimo PB, a indicare il luogo in cui sarà presentata. Osservando l'immagine di anticipazione si nota inoltre che la PB18 e-tron non avrà i tradizionali specchietti laterali, ma due retrocamere sul tetto collegate a schermi sulla plancia. Una soluzione del genere sarà ordinabile a pagamento anche sull'auto di vendita Audi e-tron quattro, che verrà mostrata il 17 settembre, dove gli schermi sono di 7” ad altissima definizione nelle portiere. Per il momento l'Audi non ha anticipato le caratteristiche del motore elettrico.

Aggiungi un commento
Ritratto di Rikolas
31 luglio 2018 - 22:19
SUPERCAR ELETTRICA = FINE DELL'AUTOMOBILE! Stanno facendo morire una storia lunga 150 anni, l'auto elettrica è la fine di un sogno che ha reso l'uomo libero di viaggiare, libero di sognare, libero di emozionarsi. Con l'avvento dell'elettrico ci sarà la fine del trasporto privato, non rimarra che spostarci con i mezzi pubblici che "i ricchi" ci metteranno a disposizione, mentre loro continueranno a viaggiare sulle loro stupide noiose ma costosissime auto elettriche, ormai simbolo dei radical-chic per eccellenza che non accettano che il popolo abbia il suo sacrosano diritto ad avere un proprio mezzo di trasporto. Dicesi schiavitù "sostenibile"... tanta nostalgia per la fine di un era che rimarrà per sempre nel cuore degli appassionati
Ritratto di Giuliopedrali
1 agosto 2018 - 08:31
Va be si, ma una Ypsilon o una Clio che hanno tutti fossero anche elettriche, magari...
1 agosto 2018 - 10:46
Puoi sempre prenderti una RENAULT ZOE, è sul mercato da anni e molto piacevole esteticamente.
Pagine