NEWS

Audi Q3 Sportback: suv dal piglio sportivo

di Paolo Alberto Fina
Pubblicato 24 luglio 2019

Sarà in vendita dall'autunno del 2019 questa Q3 con carrozzeria più filante ispirata a quella delle coupé.

Audi Q3 Sportback: suv dal piglio sportivo

TETTO DA COUPÉ - Derivata dalla suv compatta Q3, l’Audi Q3 Sportback ne è la versione dal look più dinamico: ha il tetto ribassato di 3 cm (l’altezza è di 156 cm), il padiglione inclinato nella parte posteriore e un accenno di spoiler nel portellone. A rendere più filante la silhouette contribuiscono inoltre gli 1,6 cm in più da un paraurti all’altro, che fanno crescere la lunghezza complessiva dai 448 cm della Q3 ai 450 cm della Q3 Sportback, mentre i finestrini laterali più bassi danno slancio alla vista laterale, dove spiccano inoltre i pronunciati passaruota ed i fascioni anti-graffio nella parte bassa della fiancata, come si usa per le fuoristrada. La parte anteriore, dominata dalla tipica mascherina della casa tedesca (optional la cornice nera), è analoga a quella dell'Audi Q3.

ANCHE PRATICA - L’interno dell'Audi Q3 Sportback è reso più pratico dal divano frazionabile in tre parti e scorrevole in senso longitudinale di 13 cm, che permette di modulare lo spazio per le ginocchia degli occupanti o per i bagagli: portandolo tutto avanti, il baule contiene 530 litri con gli schienali in posizione d’uso e 1400 litri con gli schienali ripiegati, quanto basta per le esigenze di una famiglia. Di serie l’apertura e la chiusura automatizzata del portellone, anche azionabile con il movimento del piede: quando si hanno le mani impegnate, magari dopo essere usciti dal supermercato, basta far passare il piede sotto il fascione per azionare l’apertura.

SERVIZI CONNESSI - A far percepire un senso di sportività al guidatore è anche la consolle, orientata di 10° verso il conducente. Sono compresi nel prezzo dell'Audi Q3 Sportback la strumentazione digitale di 10,1” (optional di 12,3”) e lo schermo a sfioramento del sistema multimediale MMI, di 10,1” a partire dal secondo livello di allestimento (per la base è di 8,8”). L’MMI può essere comandato anche a voce, è connesso ad internet per ricevere aggiornamenti in tempo reale (ad esempio per il traffico) e consente di gestire i servizi Car-to-X, che mettono in comunicazione l’auto con alcune infrastrutture stradali (dove previsto): i semafori ad esempio comunicano all’auto, che a sua volta lo indicherà nel cruscotto al guidatore, quale velocità media osservare per sfruttare l’”onda verde”, ossia per passare con il verde a più incroci di fila.

SUBITO CON CUE MOTORI - L'Audi Q3 Sportback sarà venduta in Italia a partire dall’autunno del 2019 con il turbobenzina 2.0 TFSI da 230 CV e il turbodiesel 2.0 TDI da 150 CV. Per entrambi è di serie il cambio robotizzato doppia frizione S tronic, ma solo la 2.0 TFSI è abbinata alla trazione integrale Quattro. Successivamente arriveranno il 2.0 TDI con il cambio manuale e il 4x4, un motore a gasolio più potente e un benzina con meno di 230 CV, dotato di un sistema ibrido leggero a 48 Volt per tagliare i consumi. La Q3 Sportback ha compresi nel prezzo l’assetto sportivo e lo sterzo ad assistenza variabile, più “morbido” a bassa velocità e più diretto quando si guida in modo brillante. Sul fronte degli aiuti alla guida non mancano il mantenimento in corsia, la frenata automatica con riconoscimento di pedoni e ciclisti, l’assistenza al parcheggio e il regolatore di velocità adattativo con funzione di arresto e ripartenza nel traffico a “singhiozzo”.

Audi Q3 Sportback
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
42
30
12
22
42
VOTO MEDIO
3,1
3.054055
148




Aggiungi un commento
Ritratto di GiO420
24 luglio 2019 - 16:57
capisco che hai una caldaia cno-crucca a carbone del jurassiko come tutti gli allevatori di maiali che si rispettino
Ritratto di Gordo88
25 luglio 2019 - 00:07
1
Quindi non è che non lo sai, proprio non hai capito!! Una q3 sportback non è mai esistita, quella era la a3 sportback...
Ritratto di alex_rm
24 luglio 2019 - 19:28
Inutile quanto un congelatore al polo nord,è solo un modo per alzare di più i listini e aumentare il margine di guadagno.che senso ha togliere spazio interno e bagagliaio a un suv,sono alcune delle caratteristiche principali dei suv i quali sono nati per offrire spazio interno da monovolume,bagagliaio da station e per alcuni anche buone capacità in fuoristrada.
Ritratto di Luke_66
24 luglio 2019 - 11:19
4
Siccome erano riusciti a migliorarla un po' rispetto alla prima serie, hanno pensato bene di fare una versione orrenda...
Ritratto di Gwent
24 luglio 2019 - 11:25
2
Modelli troppo di nicchia per essere davvero redditizi perché vendono poco e basta vedere la differenza di numeri tra la X3 e la X4 per rendersene conto. Questo naturalmente imho e con rispetto parlando. Un saluto. Il Gwent.
Ritratto di remor
24 luglio 2019 - 11:33
Dipenderà forse anche dai margini nel segmento/modello. Questi marchi sono macchine da guerra sul lato profitti e quindi non penso che, se già in passato appurato, andrebbero a fare delle logiche a rimetterci. Fra l'altro nel momento in cui anche una Panda Cross riesce ad avere un suo perché economico nel differenziarsi dalla standard -o la tipo ad essere proposta addirittura in ben 3 varianti di carrozzeria- non penso a particolari problemi per suv del costo minimo di 35 mila euro
Ritratto di Alfiere
24 luglio 2019 - 11:49
1
In realtà credo che con pochi lamierati differenti queste versioni rendano piu appetibili le versioni di punta dei SUV normali, che altrimenti apparirebbero troppo familiari, per un certo pubblico.
Ritratto di Luzo
24 luglio 2019 - 11:50
A parte che all'utente intera zero di quanto sia redditizio o meno la vettura, questa ha un costo industriale marginale rispetto alla versione 'berlina' non avra nulla di specifico se non il padiglione, tutto il resto ė già esistente e collaudato . E costera sicuramente più della berlina per cui .....Ometto di sottolineare imho e con rispetto ...Avendolo scritto ė sicuramente frutto della mia opinione, e non ho offeso nessuno (pur desiderandolo, lo ammetto)
Ritratto di Gwent
24 luglio 2019 - 20:59
2
All'utente fregherà zero, figurati a me che auto di questi prezzi non me le posso permettere (ma in ogni caso non comprerei questa). Tieni presente tu come il genio sopra, che già cambiare una piccola porzione di lamierati per un semplice restyling ha un costo di svariati miliardi di €, figuriamoci cambiare qualcosa più che un lamierato. Questo naturalmente imho e con rispetto parlando. Un saluto. Il Gwent.
Ritratto di Alfiere
25 luglio 2019 - 08:15
1
svariati miliardi ma lol, praticamente l'utile netto di Daimler. Va a raccogliere pomodori va!
Pagine