NEWS

Audi Q8: forme da suv, grinta da sportiva

5 giugno 2018

L’Audi presenta la Q8, la sua prima suv dalle forme sportive: è basata sulla Q7, ma con linee più grintose e decise.

Audi Q8: forme da suv, grinta da sportiva

ORA CI SONO ANCH’IO - Il successo di auto come la BMW X6 e la Mercedes GLE Coupé non poteva passare inosservato dalla parti di Ingolstadt e, seppure con un certo ritardo rispetto alle rivali, l’Audi presenta oggi la sua Q8. La ricetta è simile: realizzate una vettura dalle forme accattivanti, con caratteristiche da suv, dimensioni imponenti, linea filante che si ispira a quella delle coupé, un abitacolo comodo e lussuoso e grande versatilità di utilizzo. Il risultato è l’Audi Q8, che abbiamo potuto osservare in anteprima durante una visita presso il centro stile della casa. La nuova suv tedesca sarà ordinabile già a partire da luglio 2018 in Germania. 

FRONTALE GRINTOSO - L’Audi Q8 non fa nulla per nascondere gli ingombri esterni (misura 499 cm in lunghezza, 200 cm in larghezza e 171 cm in altezza) e la grossa mascherina anteriore la fa sembrare ancora più larga e cattiva di quello che è. L'impressione viene confermata da altri dettagli, come ad esempio le enormi prese d'aria nel fascione e il disegno dei fari a led, che allargano visivamente il frontale e gli trasmettono una sensazione di maggior grinta. La mascherina ha un bordo più spesso rispetto alle altre Audi e verrà ripresa da tutte le nuove suv della casa tedesca, che avranno un look nettamente differenziato delle berline e coupé. Nella vista di lato spiccano lo spesso e inclinato montante posteriore del tetto e le enormi ruote in lega, che sono da 20" fin dal primo livello di allestimento (arrivano fino a 22"). I fanali posteriori ricalcano quelli già visti su alcune fra le Audi più recenti (a partire dall'ammiraglia A8) e sono uniti da una luce a led, che mette in evidenza lo spigolo sul portellone. 

MECCANICA IN COMUNE - La carrozzeria dell’Audi Q8 è stata realizzata per vestire la piattaforma a motore longitudinale MLB Evo, la stesso già utilizzata per tutte le suv grandi del gruppo Volkswagen (Audi Q7, Bentley Bentayga, Lamborghini Urus, Porsche Cayenne e Volkswagen Touareg). Il 14,4% della sua struttura è in metallo ad alta resistenza, mentre le portiere e il portellone sono in alluminio. Questi accorgimenti però riescono solo in parte a contenere il peso complessivo dell'auto: la casa tedesca dichiara infatti 2.145 kg per la versione dotata del motore 3.0 TDI. Gli stilisti della casa tedesca hanno sfruttato appieno la generosa distanza fra le ruote anteriori e posteriori (299 cm) e ricavato un abitacolo molto arioso, dove l'agio non manca nemmeno per il passeggero posteriore centrale, anche se l'ingombrante tunnel per la trasmissione limita lo spazio per i piedi. All'interno sono disponibili i sedili sportivi con il poggiatesta integrato, tre diversi tipi di pellame per i sedili e rifiniture in legno o metallo. Optional il divano posteriore scorrevole.

NON MANCA NULLA - Come abitudine la casa tedesca ha curato molto l’aspetto tecnologico, quindi sull’Audi Q8 troviamo fari a led in grado di spegnersi selettivamente per non abbagliare chi proviene in direzione opposta, le sospensioni con molle ad aria (di serie i più semplici ammortizzatori regolabili), le ruote posteriori sterzanti. Nell’abitacolo troviamo tre schermi: quello di fronte al guidatore di 12,3, quello di 10,1" del sistema multimediale e, subito sotto, quello di 8,6" che consente di gestire la climatizzazione, le funzioni comfort e l’immissione dei testi. Non mancano poi il navigatore connesso ad internet, il sistema di visione notturna e tutti i più moderni dispositivi di assistenza alla guida, come la frenata automatica d'emergenza o il regolatore di velocità adattivo con riconoscimento dei limiti di velocità nella segnaletica. Per ora, l'unico motore previsto sull’Audi Q8 è il V6 3.0 a gasolio della versione 50 TDI, con 286 CV, che secondo il costruttore tedesco consente alla suv uno scatto da 0 a 100 km/h in 6,3 secondi e una velocità massima di 232 km/h.

HA L'IBRIDO LEGGERO - Sull’Audi Q8 50 TDI è previsto di serie il cosiddetto sistema mild hybrid con batteria agli ioni di litio a 48 Volt, composto da un piccolo motore elettrico al posto di alternatore e motorino d’avviamento, che aiuta il motore a gasolio in determinate situazioni per ridurre i consumi e aumentare il comfort. Grazie ad esso la Q8 può avanzare per inerzia a velocità comprese tra 55 e 160 km/h e spegnere il motore già a 22 km/h, così da ridurre i consumi ad esempio quando c’è un semaforo rosso in lontananza. Nelle ripartenze il riavvio del motore è istantaneo e senza sussulti. In fase di decelerazione il motore elettrico garantisce potenze di recupero fino a 12 kW (16 CV), che si traducono in un risparmio fino a 0,7 litri di carburante ogni 100 km. Il cambio è automatico a 8 marce. Nei primi mesi del 2019 verranno lanciati il diesel 3.0 TDI da 231 CV (Q8 45 TDI) e il benzina 3.0 TFSI da 340 CV (Q8 55 TFSI).

VIDEO
Audi Q8
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
16
12
13
18
25
VOTO MEDIO
2,7
2.714285
84
Aggiungi un commento
Ritratto di AMG
5 giugno 2018 - 14:22
Frontale totalmente sbagliato. Pesantissimo e tutt'altro che filante vanifica anche il più leggero tentativo di fare della Q7 suv un modello coupé come GLE coupé.... Beh, la colpa è sia dei fari esageratamente piccoli e sottili rispetto alle placche di plastica che vi stanno sotto (immagino ospitino dei sensori per l'assistenza alla guida?) sia per la single frame tridimensionale, veramente terribile, che a me da l'effetto di un frontale nel complesso estremamente pasticciato e pieno di plasticaccia. Anche le parti verniciate nel colore della carrozzeria che si avvicinano alla grilglia con due alette al centro prima delle finte prese d'aria laterali contribuiscono all'effetto strambo del frontale. Non so come sia potuto accadere, veramente la notizia con la versione nera cammuffata era molto MEGLIO!! Bah, è il mio parere ovvio, ma forse per quel frontale non riesco nemmeno a distinguerla decentemente da un suv convenzionale. La coda bella, ma anonima, ricorda tantissimo la coda della penultima generazione dell'Audi A7.
Ritratto di Thresher3253
5 giugno 2018 - 14:59
Il frontale é veramente un disastro. Una dozzina di elementi non armonici fra di loro, strapieno di linee, assenza di coerenza fra i vari tratti stilistici, sembra realizzato a otto mani ognuno con una idea totalmente differente in testa. A chiudere tutto c'é pure il cofano che sembra provenire da una auto totalmente diversa.
5 giugno 2018 - 14:48
Stupenda, mi piace tantissimo il posteriore ma anche la parte anteriore è particolare. La linea poi non è goffa come X6 e GLE Coupè. Gli interni poi tanta roba. Tecnicamente anche molto valido.
Ritratto di Giuliopedrali
5 giugno 2018 - 14:55
L'auto può avere dei difetti tipo il frontale pesante e una forma generale che è non troppo distinguibile da una Q3 magnum, però queste sono le auto che un costruttore serio deve fare! Lusso, tecnologia, eleganza, design moderno. Meglio ancora ovviamente la E-tron (simile ma elettrica) la Jaguar I-Pace e ovviamente le start-up cinesi/austro/californiane. La nuova Maserati SUV "compatta" spero sia sul genere.
Ritratto di AMG
5 giugno 2018 - 16:10
Eleganza??? SI di un'auto dall'eleganza di una balenottera incidentata.
Ritratto di AMG
5 giugno 2018 - 16:10
Riferendomi al frontale
Ritratto di Roomy79
5 giugno 2018 - 17:41
1
Ma eleganza proprio non direi, troppo vistose le griglie sia davanti che dietro, sul resto concordo
Ritratto di Giuliopedrali
5 giugno 2018 - 19:06
Nei particolari avete in parte ragione, manca un po' l'eleganza, però ci saranno anche versioni più sobrie.
Ritratto di Roomy79
5 giugno 2018 - 19:31
1
Si ma quella cornice tra radiatore e fari e per forza cosi ed e’ davvero pesante, anche in versioni piu sobrie sara per forza li magari in plasticone nero...ancora peggio. Peccato perché i fari a me piacciono e pensa che pulizia delle linee se lasciavano carrozzeria li in mezzo anziche appesantire.
Ritratto di AMG
6 giugno 2018 - 10:34
In verità in plastica nera lucida penso che le cose potrebbero sinceramente migliorare... sarebbe meno cheap! E non ci sarebbe un terzo colore come quel grigio delle immagini a creare ancora più confusione. Dopotutto la versione camuffata sembrava meglio anche per quello credo.
Pagine