L’Audi parla della TT con i disegni

20 febbraio 2014

La terza edizione dell'Audi TT sarà presentata al Salone di Ginevra: alcuni di schizzi diffusi oggi ne mostrano l’impostazione stilistica.

L’Audi parla della TT con i disegni
SICURA PROTAGONISTA - Tra le aspiranti al titolo di regina del salone di Ginevra 2014 ci sarà sicuramente anche la nuova Audi TT. La casa di Ingolstadt ne ha appena svelato un paio di schizzi e la foto di un faro e l’impressione è che il modello sia destinato a calamitare l’attenzione. 
 
RETRÒ DEL RETRÒ - L’Audi afferma che lo stile contiene reminescenze della prima edizione. In realtà dai disegni pubblicati non è che si percepisca molto, ma probabilmente è un effetto del disegno. Perché nei prototipi fotografati in prova nelle scorse settimane effettivamente la “parentela” si notava bene, specie nel raccordo del padiglione con la “coda”. 
 
LINEA “PULITA” - Ma quel che salta agli occhi è la grande pulizia di linee con elementi di novità per il design della casa. Per esempio la calandra: la classica forma single frame che finora è stata una sorta di marchio di fabbrica per le Audi, appare compressa verticalmente e dilatata in orizzontale, assumendo anche un perimetro esagonale piuttosto che quello trapezoidale che l’ha sempre contraddistinta. 
 
 
DESIGN D’INSIEME - Motivo stilistico che colpisce è il rapporto tra la citata mascherina e i gruppi ottici. Lo schizzo diffuso mette in risalto un perfetto equilibrio tra linee e angoli, come per quelle forme che danno l’idea che potevano essere solo così come sono, senza tollerare neanche un millimetro di scostamento in un senso o nell’altro..
 
NESSUNA ASPREZZA - Le due imagini disponibili non consentono di avere chiaro l’andamento del profilo laterale, dove la prima Audi TT aveva l’elemento principale della sua personalità (evocante alcuni motivi curvilinei delle monoposto Auto Union degli Anni 30). Nella veduta di tre quarti posteriori risalta comunque la “pulizia” del disegno, con un elegante tratto interamente curvilineo che collega le due estremità laterali diventando anche il limite superiore dei gruppi ottici.
 
STILE CON LE LUCI - Questi ultimi son di forma irregolare e nelle immagini presentano un motivo in comune con quelli anteriori: uno elaborato motivo luminoso a led (bianco-azzurro davanti e rosso dietro) dalla forma indefinibile ma sicuramente caratterizzante. 
 
 
MODELLO “IMPORTANTE” - Fermo restando che un conto sono i disegni e un conto le auto dal vero, pare che l’Audi abbia tra le mani un altro modello di fascino. La casa non ha comunicato nulla a proposito delle dimensioni, ma dalle proporzioni tra lunghezza, larghezza e altezza (quest’ultima apparentemente davvero contenuta), si direbbe che abbia una immagine più “importante” delle edizioni precedenti. Un’importanza che pare riesca a unire eleganze e sportività.
 
ARRIVEDERCI SULLO STAND - Nessuna informazione neanche sulla gamma motori. Data la vastità della banca-organi dell’Audi è possibile ogni ipotesi. Sarà da vedere se il motore di ingresso sarà 1.8 o 2.0, mentre verso l’alto si può dare per scontato che ci saranno le proposte sovralimentate da centinaia di cavalli, così come non mancheranno le versioni 4x4. Appuntamento a Ginevra anche per sapere qualcosa sui programmi di produzione e vendita.
Audi TT Coupé
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
149
98
71
65
93
VOTO MEDIO
3,3
3.30462
476


Aggiungi un commento
Ritratto di Gianfranco84
23 febbraio 2014 - 17:44
Hai mai sentito parlare del nuovo pianale/piattaforma GIORGIO?,questo nuovo pianale che stanno sviluppando a MODENA"quartier generale MASERATI",è un pianale ESCLUSIVO per le nuove Alfa,pianale fatto con largo uso di alluminio,disposizione del motore LONGITUDINALE e trazione POSTERIORE,scheda tecnica da far invidia a molte sportive,inclusa la tua UTILITARIA finta sportiva Audi TT..Tremate le Alfa son tornate..
Ritratto di PariTheBest93
23 febbraio 2014 - 18:58
3
Si lo conosce, ma fa le orecchie da mercante :)))
Ritratto di Fojone
23 febbraio 2014 - 21:27
e le Alfa non sono tornate! casomai stanno per tornare...e sarebbe anche ora! se 84 è il tuo anno di nascita le Alfa non te le puoi ricordare in strada... la vere Alfa in strada sminuivano le BMW e le Mercedes per prestazioni e design. nessuno sano di mente le avrebbe paragonate a delle Volkswagen ne tanto meno a delle Audi (che in pratica non esisteva) poi è iniziato un lento declino... il fondo è stato probabilmente toccato con l'Arna, poi la 75 è stato il canto del cigno...dopo è arrivata Fiat e le Alfa hanno iniziato a perdere le loro tipiche caratteristiche, fino ad arrivare al'attuale gamma ridicolmente scarna e con il solo stemma sul cofano in comune con le vecchie Alfa. solo quando Giorgio sarà in strada potremo conoscerne il valore e sapere se distruggerà l'industria automobilistica tedesca o se sarà solo una goccia di acqua dolce nel mare salato delle "boiate" di Fiat!
Ritratto di Gianfranco84
23 febbraio 2014 - 13:47
Guarda che frà le auto premium l'Audi è la meno costosa in tutte le categorie,non stiamo parlano di Mercedes,Alfa Romeo,Bmw,Lancia,tutte auto che possono vantare una storia automobilistica importante e prestigiosa.Poi le Audi sono finte premium in quanto derivano da telai Volkswagen a trazione anteriore,sai cosa vuol dire Volkswagen?tradotto in italiano significa"auto del popolo",le Audi sono delle Skoda,Seat,Volkswagen abbellite,tutto quì,mettiti l'anima in pace,non saranno mai sportive con telai a trazione anteriore e motore trasversale...
Pagine