NEWS

Audi TT: per lei un leggero lifting

18 luglio 2018

Dopo quattro anni di vita, la terza generazione dell’Audi TT viene sottoposta al restyling. Rivisti anche i motori e i sistemi di bordo.

Audi TT: per lei un leggero lifting

PICCOLE NOVITÀ - La prima Audi TT fece il suo esordio nel 1998 e, con la sua linea ispirata alla scuola della Bauhaus dei primi del ‘900, fu subito un successo. La terza generazione dell'Audi TT è stata lanciata nel 2014, diversa dalle “antenate” per effetto dello stile meno tondeggiante che in passato. Ora viene aggiornata con pochi e sapienti interventi estetici, alle dotazioni e ai motori. L'Audi TT 2018 riceve ritocchi al design tutto sommato limitati: nella parte anteriore si nota una griglia non più con lamelle orizzontali, ma con una trama a nido d’ape, e un nuovo disegno delle prese d'aria nella parte inferiore, mentre dietro cambia leggermente il fascione nella parte bassa e troviamo fanali con diverso disegno interno. Insomma, solo un occhio più che attento potrà distinguere la TT rinnovata.

DOTAZIONE PIÙ RICCA - Sulla rinnovata Audi TT sono disponibili a pagamento i fari anteriori a led e quelli a led con matrice attiva. A richiesta si può avere anche il nuovo pacchetto esterno S line (montato sulla vettura gialla qui sopra), composto da diverse prese d'aria anteriori, bandelle sottoporta e uno scivolo posteriore dell'aria maggiorato. Sulla TT 2018 debuttano inoltre i colori blu Cosmos, arancio Pulse e blu Turbo, i cerchi da 18” a 20” sono ridisegnati e arrivano novità per l'equipaggiamento interno: fin dalla versione meno costosa ci sono il selettore delle modalità di guida, l'accensione automatica di “tergi” e fari anteriori, gli specchietti riscaldati e la basetta senza fili per ricaricare gli smartphone compatibili. Optional la strumentazione digitale Active Display e il sistema multimediale connesso ad internet.

I BENZINA HANNO IL FILTRO - I motori ordinabili inizialmente sull'Audi TT 2018 sono i benzina 4 cilindri turbo da 197 CV, 245 CV e 306 CV, disponibili rispettivamente sulle TT 40 TFSI, TT 45 TFSI e TTS. Tutti sono dotati del filtro anti-particolato per la riduzione dei gas allo scarico. L'Audi TT 40 TFSI è l'unica ordinabile solo a trazione anteriore, mentre l'integrale quattro è optional sulla TT 45 TFSI e di serie sulla TTS, che in attesa della cattiva Audi TT-RS è la più potente e sportiva del lotto: per accelerare da 0 a 100 km/h ha bisogno infatti di soli 4,5 secondi. Sull'Audi TTS sono compresi nel prezzo anche gli ammortizzatori a controllo elettronico. Tutte le novità sono previste anche sulla TT Roadster, dotata di una capote in tela ripiegabile elettricamente fino a 50 km/h al posto del tetto rigido in metallo.

EDIZIONE LIMITATA - L’Audi TT 2018 sarà in vendita entro fine 2018 e potrà essere ordinata anche nella versione speciale TT 20 years (foto qui sopra), un allestimento in 999 esemplari per celebrare i 20 anni dalla prima TT. I colori previsti sono due, il grigio Arrow e il grigio Nano, ma fra le personalizzazioni rientrano gli scarichi su misura, i fanali posteriori oled, i quattro anelli ad effetto opaco sulla soglia d'accesso e rivestimenti in pelle Nappa di colore marrone. Nell'abitacolo è presente infine una placca con il numero progressivo dell'esemplare.

VIDEO
Audi TT Coupé
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
149
98
71
65
93
VOTO MEDIO
3,3
3.30462
476


Aggiungi un commento
Ritratto di MAXTONE
18 luglio 2018 - 13:15
Dillo a me che, avendo 42 anni ho vissuto in pieno l'era del boom dei coupé e del successo della Fiat Coupé: La prima che vidi in giro fu una gialla 16V in una fredda serata del febbraio 94 (e quella visione bastò a riscaldarmi tutti i sensi, era semplicemente stupenda), prima ancora, nel novembre 90 rimasi sconvolto dalla visione dal vero della Calibra, peraltro nera e con copriruota in plastica ma sembrava un auto quasi aliena. E ne giravano tantissime in quegli anni 90, decade magica, tra Alfa GTV, Fiat Coupé, Celica, Corrado, Volvo 480, persino qualche MR2 (per non parlare di Serie 3 E36 e CLK, praticamente le vedevi ovunque). Inutile dire che ultrapopolari erano la Tigra, l Barchetta e la Ford Puma. Anche se quell'epoca magica che ci ha fatto sognare è finita da molto tempo sono comunque contento di averla vissuta appieno. Semmai è strano vedere quanti nuovi modelli stiano per esordire: Nuova BMW 8er, Supra/Z4 e Giulia Coupé oltre ai già presenti LC500 e Alpine.
Ritratto di Andrea 01
19 luglio 2018 - 13:51
3
Per una volta sono in accordo con te... Più o meno abbiamo la stessa età, ed ho sempre avuto la passione per i coupè. Ammiravo la Gtv, la Fiat Coupè, ma anche la Rover 220, o dalla Nissan SX 200, o da una Honda Prelude... Ero riuscito a convincere mio padre a comprarmi una Ford Puma, ma purtroppo l'esemplare in vendita era un 1.7, considerato troppo potente. Ormai l'epoca è finita, come è finita l'epoca delle 3 porte, e quella delle SW. Ora ci si sposta sulla comodità, e sul Green. Infatti tra qualche hanno venderò l'Alfa GT per passare al lato oscuro della forza e cioè un SUV. Ma l'altra mia auto, la Smart Roadster coupè quella la terrò con me.
Ritratto di XANDER1966
20 luglio 2018 - 15:01
1
Ho 51 anni e negli anni 80/90 ero innamorato della Audi Coupè GT poi diventata solo Audi Coupè. Talmente innamorato che l'anno scorso ne ho trovata una del 1990 che ho salvato dalla radiazione e, restaurata perfettamente come meccanica, carrozzeria ed interni, ci giro i fine settimana con mia grandissima soddisfazione.
Ritratto di Giuliopedrali
20 luglio 2018 - 17:45
Quella era davvero stupenda! Più utilizzabile ancora oggi di ste inutili TT, però anche le ultime meno mitiche sono bellissime, più tondeggianti compatte col portellone, lunghe mi sembra 4,18 metri.
Ritratto di Magnificus
18 luglio 2018 - 13:08
Ecco..hai lanciato il sasso x Giulio....una fantastica 33 Imola e via andare;-))
Ritratto di MAXTONE
18 luglio 2018 - 13:28
Beh a me piaceva anche quella: Nei primi anni 90 il bidello della mia scuola possedeva la 33 prima serie ma facelift delle ultime lanciate prima del model year 90, la sua era una "Red" bicolore rosso Alfa con fascioni e paraurti argento e l'alettone posteriore della 33 Quadrifoglio e ricordo che la ammiravo con piacere...le altre 2 versioni uscite insieme alla Red erano la Silver, argento con strip blue che sottolineava la linea a cuneo ed un altra serie di cui ora non ricordo il nome né le peculiarità estetiche.
Ritratto di Magnificus
18 luglio 2018 - 14:03
Allora posso tenere tranquillamente la mia Escort rs2000 del 94 che a confronto di una 33 e' una Ferrari:-))
Ritratto di Giuliopedrali
18 luglio 2018 - 14:11
Ma quando mai! È un auto non molto famosa non una Ferrari. Chiunque è capace di pompare all'infinito una Escort, il punto è creare un auto che è elegante per tutti ma pure sportiva, be quella ce n'è stata una che sovrasta tutte le altre...
Ritratto di Giuliopedrali
18 luglio 2018 - 14:14
Io avevo la Imola stratosferica, dichiarato anche da possessori di Porsche, mio padre ha tentato di comprare una Fiat coupé 2000 16v usata semi nuova. Si è fermata per strada durante il giro di prova...
Ritratto di Magnificus
18 luglio 2018 - 14:29
150cv di razza di fabbrica mica bau bau micio micio...non quei 100 asini da soma che aveva la 33 ;-))
Pagine